SERE D'ESTATE: Musica, Cabaret, intrattenimento...

“FLOS SANCTORUM”, UN ITINERARIO PER LA SANTITA’

Un’opera poetica e spirituale di Cristina di Lagopesole dedicata a Giovanni Paolo II

Il 24 marzo scorso, al termine della solenne Concelebrazione Eucaristica della Messa Crismale, i vescovi della Regione Basilicata hanno consegnato nelle mani dei circa 500 presbiteri lucani un’opera unica nella storia della Chiesa cattolica d’Occidente. Si tratta del volume”Flos Sanctorum.Peregrinatio per annum”, l’ultimo lavoro, in ordine di tempo, di Cristina di Lagopesole, la ormai famosa “poetessa di Dio”.

Videozione Cyber Punk Anni '80

MAURIZIO CROZZA - "Cota Crociere"

28/02/2012

“NITTI E IL MEZZOGIORNO D’ITALIA” PRIMO DEI “QUADERNI”

Iniziata la nuova Collana della Deputazione di Storia Patria per la Lucania.


Non poteva iniziare in modo migliore la ripresa dell’attività editoriale della Deputazione di Storia Patria per la Lucania, anche nell’ambito delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
Un’attenta riflessione sulle problematiche che investono gli studi meridionali è quanto mai opportuna.

Bartz 15




I Fiammiferi

Bartz 14




Il Brasile è sempre il Brasile

Bartz 13



La Barzelleta del Contadino

Bartz 12




Novità da Raccontare

Bartz 11




Amore Eterno

LA POESIA DI ANTONIO PALLOTTINO

Di alto spessore culturale le sue opere letterarie

Ritengo che purtroppo non sono abbastanza note le opere letterarie di Antonio Pallottino neppure in Basilicata, la sua regione di origine essendo nato a Rionero in Vulture nel 1943. Eppure le sue pubblicazioni sono di tutto rispetto. Eccole in ordine cronologico: “ Dei tuoi colori mi decompongo” (ed. Lacaita, Manduria, 2000), “ L’acetosa sollevò il capo” ( ed. Lacaita, Manduria, 2002), “ Bussano nocche diafane”( Litostampa Ottaviano, Rionero in Vulture, 2003), “ In fondo al primo caffé” ( Litostampa Ottaviano, Rionero in Vulture, 2007).

Eventi 2012: Rionero - Scoprimento Targa in memoria di Pietro Di Lonardo

Rionero - Sabato 25 febbraio 2012

Sala Audiovisivi del Centro Sociale,
Cerimonia celebrativa, con la scoprimento di una targa a memoria di Pietro.



Protesta sulla torre della stazione Centrale di Milano



LA STORIA INFINITA DELLA FERROVIA LUCANA

In un libro di Franco Cacciatore ricostruito il tormentato iter della realizzazione

Sembra tornato di attualità il problema dei collegamenti ferroviari che interessano la Basilicata. Le inadempienze dell’Ente ferroviario(Trenitalia), denunciate dall’assessore regionale alla Viabilità e alle Infrastrutture Rosa Gentile, fanno il paio con le lamentele degli utenti della tratta ferroviaria Potenza - Foggia che subiscono disservizi non più accettabili.

SiderurgikaTv incontra: Mimmo Parrella

I più grandi evasori ITALIANI! LE BANCHE



SCUOLA: LA RIFORMA GELMINI E IL MAESTRO UNICO

In un volume di Matteo Alfredo Bocchetti perché non va bene il maestro unico.

A cosa serve la scuola? Può sembrare una domanda banale e retorica, Però a ben pensarci non lo è per niente. La prima risposta che viene in mente è che serve a formare l’uomo e il cittadino, con la quale si dice tutto e non si dice nulla.
Non per niente, quasi sempre, ogni ministro della P.I. ha ritenuto d’intervenire con riforme, ritenute necessarie per migliorare il ruolo e l’efficienza del sistema scolastico. Gli stessi programmi scolastici, a scadenze quasi cicliche, sono oggetto di riforme e di adeguamenti secondo gli orientamenti pedagogici del tempo.

Eventi 2012: Filiano - "Prima che tutto Accadesse"

Pro-Loco Filiano
Presentazione del libro
"Prima che tutto Accadesse" di Maurizio Picariello
18 Febbraio 2012



PIAZZA FONTANA - manifestazione studenti



“L’ULTIMA SPOSA DI PALMIRA” DI GIUSEPPE LUPO.

Romanzo fra i 5 finalisti del “Premio Campiello di Letteratura 2011”

E’ indubbiamente, con il melfitano Raffaele Nigro, uno dei più noti e accreditati scrittori lucani e non solo. Giuseppe Lupo, originario di Atella in provincia di Potenza, ma da tempo trapiantatosi a Milano ove insegna letteratura contemporanea presso l’Università Cattolica, sede di Brescia e di Milano, è ormai un affermato autore di romanzi storico- antropologico e, sul versante saggistico, tra la letteratura italiana del Novecento e i linguaggi dell’espressività.

Eventi 2011: Rionero - Museo La Tavern R Crocc

NO TAV: l'opera è una truffa.



Pescopagano


Km da Potenza: 62
Km da Matera: 160
Altitudine: mt 954 slm
CAP: 85020
Abitanti: 2211 (Pescopaganesi)
Comune della provincia di Potenza
Il paese fu per molto tempo teatro delle guerre sannitiche e delle spedizioni di Pirro.
Il territorio, nel 555 d.C., fu occupato dai Goti e poi dai Longobardi e tra il IX e X sec. fu attaccato più volte dai Saraceni.
Proprio per evitare le incursioni di questi ultimi, gli abitanti della zona si rifugiarono sulla rocca più alta della zona dando così anche il nome al paese ("Castrum Petrae Paganae" che vuol dire villaggio sulla rocca fortificata).
Da vedere la torre dell'Orologio, costruita sull'antica Porta Sibilla.
In una nicchia è contenuto il busto in pietra di Giano Bifronte, antica divinità mitologica.
Tra le chiese spicca l'antica chiesa di San Giovanni Battista, costruita nel 970.
La chiesa fu restaurata in seguito al terremoto del 1980 e nel suo interno sono conservate alcune tele settecentesche.
Poco lontano dall'abitato è situata la Badia di San Lorenzo in Tufara, gravemente danneggiata da un incendio nel XV sec. e restaurata da Cesare Gesualdo.

Amministrazione Comunale

85020 - Piazza della Vittoria, 2
Tel. 0976 500201 - Fax 0976 5636
E-mail: pescopagano@tiscali.it
Web: www.pescopaganonet.it

Pro Loco di Pescopagano

Via Nazionale
85020 - Pescopagano (PZ)

Eventi 2012: Ruvo del Monte - La Grande Nevicata



Guarda il book-fotografico

"Il posto fisso è noioso, abituatevi a non averlo",



Avril Lavigne - Here's To Never Growing Up

Potenza


Km da Potenza: 0
Km da Matera: 101
Altitudine: mt 819 slm
CAP: 85100
Abitanti: 69735 (Potentini)
Potenza, situata su un colle a più di 800 metri di altezza, è abitata sin dal IV sec. a.C.
La città ebbe probabilmente origine dalla distruzione del vicino centro abitato di Serra di Vaglio, del quale sono visibili i resti.
La buona posizione geografica ne fece un importante crocevia del Mediterraneo, facilitando i benefici delle influenze provenienti dal mondo greco.
Sotto la dominazione romana, Potenza fu prima prefettura e poi importante municipio.
A quest'epoca risalgono il ponte S. Vito, costruito tra il 248 e il 305 a.C. e il Mosaico di Malvaccaro, appartenuto ad una villa romana.
Interessanti da vedere il Centro Storico con le sue chiese, la Cattedrale, la Torre del Castello, il Museo Provinciale.
Caratteristica la sfilata dei Turchi, che si svolge ogni anno a Maggio.
E' uno dei centri lucani, con Tito, Pignola, Vaglio e Trecchina, dove si parla il galloitalico, probabile frutto di migrazioni (XIII sec.) di popolazioni provenienti dal settentrione d'Italia (Monferrato) che si fusero con le comunità locali (G. Rohlfs).

Amministrazione Comunale

85100 - Piazza Matteotti Giacomo, 10
Tel. 0971 415111 - Fax 0971 415315
E-mail: comune@comune.potenza.it
Web: www.comune.potenza.it

Pro Loco di Potenza

Vico Stabile, 10
85100 - Potenza (PZ)
Tel.: 0971 23964
Cell.: 348 9169624
Sito internet: www.prolocopotenza.it
ANNO INIZIO ATTIVITA': 1995
POSIZIONE: periferia
APERTURA: stagionale (aprile-maggio)
ORARI: 20:00-22:00

Eventi 2012: Rionero - la Grande Nevicata



Guarda il book fotografico

Eventi 2011: Rionero - Manuel & Kikka



Bartz 10




Il Panorama

Bartz 9




Dormito?

Bartz 8




Il Matrimonio

Bartz 7




Un Caffè

Bartz 6



Polo

Brienza


Info
Km da Potenza: 36
Km da Matera: 135
Altitudine: mt 713 slm
CAP: 85050
Abitanti: 4149 (Brienzani)
Comune della provincia di Potenza
L'origine del paese risale ai Longobardi, che scelsero questo luogo per l'edificazione della roccaforte per il controllo della vallata sottostante.
La roccaforte, circondata da una cinta muraria ancora oggi visibile, fu governata da diverse famiglie feudali fino ai Caracciolo, che la tennero sino agli inizi del nostro secolo.
E' tra i pochi paesi della Basilicata che ha conservato la sua struttura architettonica di borgo medioevale.
Notevole è il castello, attualmente in restauro. Un'antica tradizione attribuisce al castello 365 stanze, una per ogni giorno dell'anno.
Nelle sue vicinanze sorge la chiesa Madre dedicata all'Assunta, risalente alla fine dell'XI sec.
Degne di nota sono le chiese di San Zaccaria e di San Michele Arcangelo (detta "dei greci") esistente già nel XII sec., e di Santa Maria degli Angeli, situata a poca distanza dall'abitato.
Per le vie del paese si possono ammirare palazzi nobiliari con portali ed androni finemente lavorati, mentre in piazza Municipio è situato il monumento in bronzo che ricorda la figura di Mario Pagano, giurista e patriota originario di Brienza.

Amministrazione Comunale

85050 - Piazza Municipio
Tel. 0975 381003 - Fax 0975 381988
E-mail: comunebrienza@rete.basilicata.it

Pro Loco di Brienza

Via Mario Pagano, 2
85050 - Brienza (PZ)
Cell.: 339 1746371
E-mail: antonello1978@alice.it
POSIZIONE: centro
ORARI: 10:00-14:00 e 16:00-20:00
LINGUE PARLATE: inglese

Lavello


Km da Potenza: 66
Km da Matera: 98
Altitudine: mt 313 slm
CAP: 85024
Abitanti: 13671 (Lavellesi)
Comune della provincia di Potenza
Lavello sorge sull'antico itinerario di transumanza situato tra l'Ofanto, e le colline venosine.
Il suo nome deriva probabilmente da Labellum, ovvero abbeveratoio.
Fu abitata già nel periodo Neolitico, come testimoniano resti di insediamenti rinvenuti in tutta l'area circostante.
Ebbe il suo periodo di massimo splendore sotto i normanni, che vi edificarono la loro fortezza.
Nel 1298 venne quasi completamente distrutta da un violento incendio provocato da Carlo I d'Angiò.
L'evento è ricordato dallo stemma comunale, in cui è raffigurata una torre a due piani invasa dalle fiamme. Il centro del paese conserva la sua struttura medioevale.
Da visitare il Castello di epoca Sveva, ricostruito nel 1600 ed attualmente sede del Municipio.
Di grande interesse artistico è la chiesa di Sant'Anna che conserva un dipinto su tela del XVI sec., raffigurante l'Annunciazione, del pittore Antonio Stabile.
Antichissime sono la chiesa di Santa Maria delle Rose e la chiesa di Santa Maria ad Martyres del XII sec. restaurata nel 1738.

Amministrazione Comunale

85024 - Via Cavour, 16
Tel. 0972 80111 - Fax 0972 88643
E-mail: comunelavello@rete.basilicata.it
Web: www.comune.lavello.pz.it

Pro Loco di Lavello "Florindo Ricciuti"

Via Albini, 19
85024 - Lavello (PZ)
Tel.: 0972 85148 - Fax: 0972 84255
Cell.: 328 1523714
E-mail: otticaricciuti@libero.it
Sito internet: www.prolocolavello.org
ANNO INIZIO ATTIVITA': 1992
POSIZIONE: centro
ORARI: 17:00-20:00
LINGUE PARLATE: inglese, francese, tedesco

Mouse Men Tv

Music

Il Musicista

videoclip ufficiale
girato nelle campagne della provincia di Cagliari
l'entroterra isolano appare in tutto il suo splendore..
prodotto da Edison, girato e diretto da Marcello Perego.

D.A.Y.A. "Live al C.S.O.A. L'Asilo di Potenza"

13.06.1990



Cartoline da Rionero in Vulture

Saluti da Rionero in Vulture

Nicola Sarcino "Incontro Artistico"



Eventi 2008: Rionero - "Peregrinatio Mariae"

Rionero in Vulture 11 Novembre 2008

Il "governo Goldman Sachs" ai vertici dell'Europa



Alla scoperta dell'ultima Tribù



Barile


Info
Km da Potenza: 45
Km da Matera: 106
Altitudine: mt 600 slm
CAP: 85022
Abitanti: 3416 (Barilesi)
Comune della provincia di Potenza

Il nome del paese deriva probabilmente da barrale o barrelium, dazi imposti anticamente sulle greggi.
Barile potrebbe anche essere un riferimento allo stemma che raffigura un barile e un grappolo d'uva, a testimonianza della produzione del vino aglianico.
Interessanti sono le cantine scavate nel tufo circa cinque secoli fa e che oggi sono utilizzate per l'invecchiamento del vino.
Il patrimonio artistico del paese è costituito dalla Chiesa Madre della Madonna delle Grazie che conserva opere d'arte del XV sec., la chiesa di S. Nicola del 1780 e la Fontana dello Steccato del 1793 su cui figurano immagini aventi funzione di protezione dal malocchio.
Nel periodo pasquale la sacra rappresentazione della Via Crucis, con le sue caratteristiche scene e i suoi costumi tipici, arricchisce il patrimonio culturale di Barile conferendogli una forte connotazione folcloristica.

Amministrazione Comunale

85022 - Via Roma
Tel. 0972 648219 - Fax 0972 648217
E-mail: comunedibarile@virgilio.it

Pro Loco di Barile

Corso V. Emanuele, 28
85022 - Barile (PZ)
Tel.: 0972 770771 - Fax: 0972 770771
E-mail: info@prolocobarile.itSito internet: www.prolocobarile.it

Melfi


Info
Km da Potenza: 52
Km da Matera: 112
Altitudine: mt 532 slm
CAP: 85025
Abitanti: 16671 (Melfitani)
Comune della provincia di Potenza


Melfi, con il suo imponente castello normanno-svevo, sorge ai piedi del Monte Vulture.
Fu abitata un tempo da Dauni e Lucani, i cui insediamenti sono testimoniati dai reperti archeologici ritrovati nella zona e custoditi oggi nel Museo Nazionale.
Subì l'influenza longobarda e bizantina e divenne un importante centro e nodo commerciale in epoca medioevale.
La sua posizione geografica, a metà strada tra la Puglia dominata dai Greci-Bizantini e i territori di Benevento e Salerno dominati dai Longobardi, era infatti strategica.
É questo uno dei motivi se non il principale che giustifica una ricca e complessa tradizione storica.
Diverse dominazioni si sono susseguite e tra queste si annoverano quella normanna e quella sveva, che hanno influenzato in maniera preponderante il patrimonio culturale della città. Federico II ne fece una delle sue principali residenze.
Lo spettacolare scenario dell'antico borgo medioevale, con lo splendido Duomo, si contrappone al moderno e piatto panorama di un vero e proprio polo industriale. Infine, fra le cose da vedere, ricordiamo anche la suggestiva chiesa rupestre di Santa Margherita.

Amministrazione Comunale

85025 - Piazza P. Festa Campanile
Tel. 0972 251111 - Fax 0972 251217
E-mail: areaservizi@comune.melfi.pz.it
Web: www.comune.melfi.pz.it

Pro Loco di Melfi "Federico II"

Piazza Umberto I, 11
85025 - Melfi (PZ)
Tel.: 0972 239751 - Fax: 0972 239751
E-mail: prolocofederico2@tiscali.it
ANNO INIZIO ATTIVITA': 1954
POSIZIONE: centro
APERTURA: annuale

Ginestra


Info
Km da Potenza: 47
Km da Matera: 99
Altitudine: mt 675 slm
CAP: 85020
Abitanti: 725 (Ginestrini)
Comune della provincia di Potenza


Il paese, fino al 1965 frazione di Ripacandida, sorge nel bacino superiore della Forra di Arcidiaconata.
Il paese prende il nome dalla pianta della ginestra, che è possibile trovare in tutta la zona.
Il centro, conosciuto come Lombardamassa, venne distrutto dai Normanni e poi abitato dal 1482 al 1515 da numerose famiglie di origine Albanese, che hanno lasciato ancora oggi vive nel paese molte tradizioni culturali come il dialetto ed il costume tipico. Interessanti sono la Chiesa Madre o di San Nicola risalente al 1500 e la Chiesa della Madonna di Costantinopoli del 1588 che conserva al suo interno un bellissimo il dipinto di Madonna.
Nel territorio sono sviluppate le coltivazioni di cereali, olivi, viti.

Amministrazione Comunale

85020 - Piazza Albania, 1
Tel. 0972 646002 - Fax 0972 646900
E-mail: comuneginestra@rete.basilicata.it
Web: www.comune.ginestra.pz.it

Pro Loco di Ginestra "Zhurian"

Via Mazzini, 9
85020 - Ginestra (PZ)
Tel.: 0972 646300 - Fax: 0972 646300
Cell.: 320 4307231
E-mail: proloco.ginestra@alice.it
ANNO INIZIO ATTIVITA': 1998
POSIZIONE: centro
APERTURA: stagionale (maggio-settembre)
ORARI: 9:00-14:00

Filiano


Info
Km da Potenza: 32
Km da Matera: 121
Altitudine: mt 650 slm
CAP: 85020
Abitanti: 3264 (Filianesi)
Comune della provincia di Potenza

Il paese ha una particolare costituzione formata da un nucleo centrale e da 35 contrade sparse in 7 frazioni.
Probabilmente il suo nome deriva dalla "filatura della lana", attività molto diffusa a causa dei numerosi allevamenti di pecore, esistenti sul territorio.
Molto bella è la chiesa di Santa Maria del Rosario, costruita nel 1830, con interno ad una sola navata ed un altare in marmo.
Poco fuori dall'abitato, sono state portate alla luce pitture rupestri che raffigurano scene di caccia con immagini di colore ocra e dimostrano che la zona è stata abitata fin dalla preistoria.
Filiano è noto per la produzione di ottimi formaggi, in particolare del pecorino, apprezzato ovunque.

Amministrazione Comunale

85020 - Corso Giovanni XXIII
Tel. 0971 836010 - Fax 0971 836009
E-mail: amministrativo@comune.filiano.pz.it
Web: www.comune.filiano.pz.it

Pro Loco di Filiano

Viale I Maggio snc
85020 - Filiano (PZ)
Tel.: 0971 1835137
E-mail: info@prolocofiliano.it
Sito internet: www.prolocofiliano.it
ANNO INIZIO ATTIVITA': 1987
POSIZIONE: centro
APERTURA: annuale
ORARI: lun-mar-giov-ven 9:30-12:30 e 16:00-19:00; mer 16:00-19:00; sab 9:30-12:30

Venosa

Info
Km da Potenza: 56
Km da Matera: 90
Altitudine: mt 415 slm
CAP: 85029
Abitanti: 12201 (Venosini)
Comune della provincia di Potenza

Venosa, fondata nel 291 a.C., è un vero e proprio "locus amoenus" dove si intersecano armoniosamente arte, cultura, storia, archeologia, letteratura.
Chiunque entri a visitarla non può non subire il fascino di questa città permeata da un'atmosfera incantata.
Le grandi memorie storiche si riflettono sulle facciate dei palazzi, emergono dai grandiosi monumenti.Venusia, con la sua area archeologica, l'anfiteatro, la domus, le terme, il castello aragonese (sede del museo archeologico), è essa stessa un museo all'aperto.
Il poeta classico Quinto Orazio Flacco, che ivi nacque nel 65 a.C., le conferisce lode e notorietà consolidando una tradizione letteraria che si perde nei tempi.
Da vedere anche l'Incompiuta, l'Abbazia della Trinità, la Cattedrale e il Parco Archeologico di Notarchirico.

Amministrazione Comunale

85029 - Piazza Municipio
Tel. 0972 308611 - Fax 0972 308637
E-mail: info@comunedivenosa.it
Web: www.comunedivenosa.it

Pro Loco di Venosa "Venusia"

Via Roma, 22
85029 - Venosa (PZ)
Tel.: 0972 36958 - Fax: 0972 722989
Cell.: 380 6360417
E-mail: micheleduino@hotmail.it
Sito internet: www.prolocovenusia.ilcannocchiale.it
ANNO INIZIO ATTIVITA': 1991
POSIZIONE: centro
APERTURA: annuale
ORARI: 9:00-13:00 e 16:30-20:00
LINGUE PARLATE: inglese

Rionero in Vulture


Km da Potenza: 41
Km da Matera: 130
Altitudine: mt 647 slm
CAP: 85028
Abitanti: 13404 (Rioneresi)

Comune della provincia di Potenza
Piccola cittadina ai piedi di Monte Vulture, Rionero sorge su un territorio ricco di bellezze naturali.
Nei dintorni si possono infatti ammirare i Laghi di Monticchio, sulle cui rive sorge l'Abbazia di S. Michele.
La sua tradizione storica è legata ai nomi di Giustino Fortunato, che si occupò attivamente della Questione Meridionale, e a quello del brigante Crocco.
In quest'area, caratterizzata da piccole grotte sotterranee chiamate "fac“li", si rifugiavano i briganti.
Distrutta dal terremoto del 1694, fu in seguito quasi completamente ricostruita.
Nella piazza principale c'è il Palazzo Fortunato che ospita una ricca biblioteca e alcuni reperti archeologici tra cui una statuetta di Afrodite del I sec. d.C.
Tra i vari percorsi culturali, particolare interesse artistico suscitano la Chiesa Madre riccamente decorata in stile barocco e la Chiesa gotica di S. Antonio che conserva opere del 1700.

Amministrazione Comunale

85028 - Via Amedeo Di Savoia, 9
Tel. 0972 729111 - Fax 0972 729221
E-mail: info@comune.rioneroinvulture.pz.it
Web: www.comune.rioneroinvulture.pz.it

Rapone


Km da Potenza: 63 Km da Matera:
161
Altitudine: mt 838 slm
CAP: 85020
Abitanti:
1261 (Raponesi)

 

Comune della provincia di Potenza
Le origini del paese sono alquanto antiche, infatti nel territorio sono stati trovati reperti archeologici di un insediamento pre-romano, risalenti al VI sec a.C. Nel centro storico, di origine medioevale, particolare è piazza XX Settembre, a forma di terrazzino, con al centro una croce che anticamente segnava il limite del centro abitato. Interessante è la chiesa di San Michele, che è stata ampiamente ristrutturata. L'abitato, essendo circondato da boschi e da terreni adatti per i pascoli, è costellato da varie aziende silvo-pastorali, in particolare per l'allevamento degli ovini e per la produzione di ottimi formaggi. Nel paese è molto praticato anche l'artigianato del ferro battuto.

Amministrazione Comunale

85020 - Corso Umberto I

Tel. 0976 96023 - Fax 0976 96411

E-mail: info@comune.rapone.pz.it

Web: www.comune.rapone.pz.it


Pro Loco di Rapone
Via Nino Bixio 85020 - Rapone (PZ)

San Fele


Info
Km da Potenza: 52
Km da Matera: 141
Altitudine: mt 860 slm
CAP: 85020
Abitanti: 4022 (Sanfelesi)
Comune della provincia di Potenza
Il centro risale ad Ottone I di Sassonia, che in seguito alla battaglia di Bovito fece costruire su di un'altura la sua fortezza, di cui oggi restano solo pochi ruderi.
La fortezza divenne luogo di prigionia di Enrico di Baviera, Enrico figlio di Federico II e Ottone di Brunswich.
Durante il periodo feudale, San Fele appartenne a diversi signori e nel 1613 venne acquistata dalla famiglia Doria.
Fra le cose da visitare annoveriamo la Chiesa Madre, nel cui interno è conservata una tela raffigurante Santa Rosa da Viterbo del XVII sec.; il convento di Sant'Antonio dei Padri Riformati Osservanti caratterizzato da un ciclo di affreschi del 1743.
Annessa al convento vi è la Chiesa nel cui interno si possono ammirare una pala d'altare del XV sec., un polittico del XVI sec., un coro ed un pulpito del XVIII sec..
Nei dintorni del paese è situato il Santuario della Madonna di Pierno edificato nel 1189.

Amministrazione Comunale

85020 - Via Mazzini, 7
Tel. 0976 995211 - Fax 0976 94411
E-mail: rag.sanfele@tiscalinet.it
Web: www.nts.it/comune/sanfele

Ruvo del Monte


Km da Potenza: 56
Km da Matera: 145
Altitudine: mt 630 slm
CAP: 85020
Abitanti: 1294 (Ruvesi)
Comune della provincia di Potenza

Ruvo del Monte è situato al confine con la Campania.
Probabilmente l'abitato fu fondato dai Sanniti col nome di Rufrae, mentre il primo documento che cita il paese col nome di Ruvo risale al 1045.
Fu una potente roccaforte longobarda della contea di Conza, e dopo la dominazione Sveva appartenne alla famiglia Armaterra.
Il centro fu distrutto durante la repressione ghibellina del 1268 e ricostruito nel XIV sec. dalla famiglia De Balzo.
Successivamente fu governato da varie famiglie.
Di grande interesse architettonico è il Castello, risalente al XVI sec.; l'edificio è affiancato da una torre di epoca angioina che conserva ancora le originali merlature.
Presso il Castello è situata la "Fontana Vecchia", la più antica del paese con due abbeveratoi. Interessante è la chiesa Maggiore che conserva una pittura su tela detta del "Purgatorio" del XVII sec..
In contrada Cerrutolo si possono ammirare i ruderi della Badia benedettina di San Tommaso costruita tra il XIII e il XIV sec.; mentre in contrada Sant'Antonio vi sono i resti di un'antica necropoli.

Amministrazione Comunale

85020 - Viale della Repubblica, 1
Tel. 0976 97035 - Fax 0976 97031
E-mail: comuneruvodelmonte@tin.it
Web: www.comune.ruvodelmonte.pz.it

Pro Loco di Ruvo del Monte

Piazza XXV Aprile
85020 - Ruvo del Monte (PZ)
Tel.: 0976 97230 - Fax: 0976 97230
Cell.: 338 5877584
E-mail: contatto@prolocoruvo.it
Sito internet: www.prolocoruvo.it
ANNO INIZIO ATTIVITA': 2000
POSIZIONE: centro
APERTURA: annuale

San Mauro Forte


Info
Km da Potenza: 62
Km da Matera: 60
Altitudine: mt 665 slm
CAP: 75010
Abitanti: 2715 (Sanmauresi)
Comune della provincia di Matera
Il centro, che è situato su una collina, pare sia sorto in epoca normanna.
Il suo nome deriverebbe da quello di un Convento benedettino dedicato a San Mauro.
San Mauro Forte appartenne alla contea di Montescaglioso e dal 1634 passò sotto il dominio di diverse famiglie feudali.
Nel paese è possibile ammirare i resti del Castello costruito nel periodo normanno-svevo, ristrutturato dagli Angioini e di cui attualmente resta solo la torre cilindrica a tre piani.
Attraverso le vie del paese è possibile vedere diversi palazzi nobiliari, tra cui palazzo Arcieri, (sede del municipio) e palazzo Lauria, con portale barocco del 1770.
Particolare, durante i riti della Settimana Santa, è la processione dell'Addolorata, il cui percorso è caratterizzato da un antico lamento funebre. Nei dintorni dell'abitato vi sono due sorgenti d'acqua: una sulfurea in contrada "Rumolo" e l'altra ferruginosa in contrada "Foresta", entrambe raggiungibili percorrendo vie mulattiere.

Amministrazione Comunale

75010 - Via Pietro Marsilio, 45
Tel. 0835 674015 - Fax 0835 674288
E-mail: smforte@tiscalinet.it

Pro Loco di San Mauro Forte

Via Carlo Levi, 7
75010 - San Mauro Forte (MT)

Un sistema insostenibile



In Grecia crollano le vendite, emergenza senza tetto



Servizio Pubblico - L'uscita di sicurezza - puntata 13

Michele Santoro

Eventi 2009: Melfi - Incontro con Antonio Di Pietro



Sardegna - Alcoa annuncia la chiusura



IN RICORDO DI PASQUALE SACCO

Un impareggiabile animatore socio - culturale scomparso nel 1991
 

 La figura di Pasquale Sacco, a distanza di vent’anni dalla sua immatura scomparsa, resta ancora viva nella mente e nei cuori dei rioneresi.

GIUSEPPE ZANARDELLI E GIUSTINO FORTUNATO


Durante il viaggio in Basilicata Zanardelli fu ospite in casa Fortunato a Rionero

Com’è noto fra Giuseppe Zanardelli (Brescia 1820-Moderno 1903) e Giustino Fortunato (Rionero 1848- Napoli 1932), il primo del profondo Nord e il secondo del profondo sud, vi fu una grande stima ed affettuosa amicizia. 

Eventi 2011: Rionero - Presentazione Albe Dentro L'imbrunire

Agosto 2011



Servizio Pubblico - La Vita Davanti - puntata 12

Michele Santoro

Il Provvidenza



Vincenzo Verrastro


VINCENZO VERRASTRO
E’ stato il primo presidente della regione Basilicata ( 1970-1982)

Nato ad Avigliano il 6 maggio 1919, Vincenzo Verrastro entrò giovanissimo nell’Azione Cattolica dove conobbe Emilio Colombo. 
Presidente dell’ A.C. di Avigliano a soli 17 anni, subito dopo venne chiamato a far parte della dirigenza diocesana della GIAC. Nel 1939 fondò la Conferenza di San Vincenzo con l’intento di aiutare i poveri di Avigliano. Dopo aver ultimato gli studi nel Liceo Classico di Potenza si iscrisse alla Facoltà di Lettere dell’Università di Napoli.

Francesco Cerabona

Nato ad Aliano venne eletto per la prima volta  deputato nel 1919



 Francesco Cerabona nacque ad Aliano il 9 dicembre 1882. Laureatosi in Giurisprudenza, si gettò nella professione forense, diventando uno dei più famosi penalisti del Foro napoletano. 
Nel 1919 venne eletto deputato, con 21.194 preferenze, nella lista lucana “Unione democratica”, avente come  contrassegno un orologio con le sfere che segnavano le ore 12,00.

L'Acqua alla Gola



Movimento dei forconi