Matematica e mirtilli

Spettacolo teatrale di e con Giorgio Boccassi e Donata Boggio Sola
Coltelleria Einstein

Matematica e mirtilli: quale arcano motivo lega due elementi così lontani? Alle origini era il desiderio di parlare degli studenti che non trovano motivazioni nelle materie scientifiche e dell?impegno dell'insegnante teso ad accendere in loro la scintilla della curiosità. Da questi propositi sorge l'idea di 'Matematica e mirtilli'. 



Uno studente alle prese con la storia romana (Orazi e Curiazi) subisce interferenze matematiche che confondono l'andamento della storia, ma l'insegnante di matematica arriva in aiuto, come un cupido pronto a far scoccare l'amore per la conoscenza.
Lo spettacolo si configura come un 'Maths show', una divertente ma puntuale lezione di scienze:i due attori, Giorgio Boccassi e Donata Boggio Sola, sono di volta in volta professori, conferenzieri, studenti, scienziati, ma anche esecutori di coreografie 'numeriche' e personaggi storici alle prese con i calcoli.
L'ostica materia perde il proprio freddo vestito e scopre di se stessa il lato interessante e stimolante, evidenziando il senso di esplorazione che caratterizza ogni ricerca.
La singolarità dello spettacolo è nella scelta di temi matematici poco frequentati: i simboli numerici, la nascita dei numeri, lo zero, i paradossi, l'infinito, ospite d'onore il teorema di Pitagora.
Alla base di tutto c'è l'amore per la ricerca e la curiosità, l'amore per una didattica che faccia divampare la sete di sapere.