Passa ai contenuti principali

Appuntamento in Primo Piano: Il Villaggio di Babbo Natale (Pisa)




ATTIVITÀ PER ADULTI
Laboratori di arti manuali con la docenza di maestri lucani:
Lavorazione della cartapesta
con Valerio Daddiego
Arte presepiale
con Rosa Santangelo
Decorazione natalizia
con Daniela Santoro
Lavorazione di cuoio e pelle
con Giovanni Leontino
Doppia sessione ogni giorno dalle
16 alle 17.30 o dalle 18.30 alle 20.
Costo di iscrizione ad un corso
(4,5 ore totali di durata): 20 euro
Gemellaggi artistici tra artisti lucani
e artisti toscani.
Per info e iscrizione ai laboratori:
info@leopolda.it
ATTIVITÀ PER I BAMBINI
Saranno organizzati gratuitamente,
in collaborazione con UniCoop Firenze (Sezione Soci Pisa), Eurekakids,


 GIOVEDÌ 13 DICEMBRE
ISOLOTTO DELLA FANTASIA
con Eurekakids-Pisa ed ASD ASD ASD -Giochiamo
16.00 Decoriamo le pigne del Natale
17.00 Costruiamo pupazzi di neve
con cartone e bottoni
18.30 Laboratorio di teatro d’ombre
con l’Associazione Il Gabbiano
19.00 Inventiamo gli amici del bosco con pigne e ghiande
la cooperativa Le Botteghe della Cartapesta, l’ associazione
ASD-Giochiamo e L’Insalateria:
• Isolotto della fantasia: laboratori
per bambini con la costruzione
di giocattoli e decorazioni
con materiale povero e riciclato;
• Isolotto del divertimento: area dedicata ai giochi di squadra,
in compagnia delle mascotte dei
cartoons e di un SuperBabbo Natale.
In collaborazione con Telethon
e Libreria Pellegrini:
• Area fiabe: personaggi speciali (insieme allo scrittore Fabrizio
Altieri) leggeranno delle favole
in un’atmosfera piena di magia;
• Presentazione del libro per bambini
“I racconti di Punteville” di Gianluca Caporaso e Rita Petruccioli.
E la sera spettacoli teatralie di intrattenimento per grandi e piccini
con l’ass. culturale Il Gabbiano
e La Girandola-ASD.
ANGOLO LETTURA FIABE
16.00 - 20.00
ISOLOTTO DEL DIVERTIMENTO con Salakabula...idee ee in animazione
16.00 - 20.00
20.30 Una storia di Natale, spettacolo dell’Ass. Il Gabbiano

VENERDÌ 14 DICEMBRE
ISOLOTTO DELLA FANTASIA
con Eurekakids-Pisa ed ASD ASD ASD -Giochiamo
16.00 Costruiamo gnomi e folletti
con le pigne e i nastrini
17.00 Decoriamo vasetti natalizi
con i sali colorati
18.00 Inventiamo personaggi natalizi con playmais
19.00 Costruiamo allegre alci sciatrici con plastica e stoffe
ANGOLO LETTURA FIABE
16.00 - 20.00
17.30 Gemellaggio tra i presepisti
di Basilicata e Garfagnana con il Museo della Figurina di Gesso e dell’Emigrazione
18.00 Benvenuto Sole, spettacolo
a cura dell’Ass. Il Gabbiano
19.30 Testimonianza dell’Istituto
delle suore Immacolatine di Madre Carolina Beltrami sulla missione in Africa (Togo-Benin)
20.30 Spettacolo di varietà dedicato
al Natale, a cura dei Lu.Pi.

SABATO 15 DICEMBRE
11.00 “I racconti di Punteville”, presentazione del libro di fiabe di Gianluca Caporaso
e Rita Petruccioli (Ed. Lavieri)
ISOLOTTO DELLA FANTASIA
16.00 Laboratorio di cartapesta tenuto dalla cooperativa Le Botteg eg he della Cartape pe sta di Viareggio
17.00 Costruiamo il presepe con
il sughero e il filo in ciniglia
18.00 Creiamo animali segnaposto con vasetti e mollette
19.00 Pasticciamo… I dolci natalizi (cioccolatini & co) da 0 a 100 anni!
in collaborazione con L’Insalateria
ISOLOTTO DEL DIVERTIMENTO
con Salakabula...idee ee in animazione
16.00 - 20.00
ANGOLO LETTURA FIABE
17.00 Fabrizio Altieri leggerà,
con il musicista Marco Simoni, alcuni brani del suo “Melerè,
la musica bambina”
17.30 Gemellaggio tra i maestri cartapestai lucani e viareggini con la Fondazione Carnevale
di Viaregg egg egg io
18.45 Si parte! Estrazione di un viaggio premio a cura
dell’Ass. Il Gabbiano
19.00 Festa danzante con danze popolari d’europa insieme all’ass. La Girandola-ASD ASD ASD



Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Breve dialogo intorno al Presepe di Don Rocco

Rionero in Vulture. - A primo impatto appare come un’opera avveniristica, un’attesa che da primordiale riappare futurista. “Sì, perché le lampade richiamano l'Oriente ... l'assenza di statue ed immagini richiama l'Islam ... Forse un simbolo che Gesù è venuto al mondo per tutta l'umanità anche per i musulmani. Forse un messaggio di rinascita universale...” E’ quanto asserisce Lucia. “Prestando attenzione si sente la cascata della buona novella” ribatte Giovanna. “Da dove si capisce che è un presepe e non una installazione di quelle che vediamo a Venezia nella Biennale di Arte...?” Rammenta Donato. Certo, va visto dal vivo quel presepe che ha realizzato Don Rocco Di Pierro, nella Chiesa Mater Misericordia; eppure, sapendo che è in chiesa si intuisce che si tratta di un presepe... “E se fosse stato allestito in un museo cosa significherebbe? e se fosse stato in chiesa a Pasqua?” Ribatte ancora Donato. Tuttavia, offre una sensazione di quiete, luminosa, aurea per

Il lucano Francesco Di Silvio, produttore del film in concorso a Venezia "Rabin, the last day" di Amos Gitai

Lido di Venezia. E' lucano di Palazzo San Gervasio Francesco Di Silvio, il produttore del film "Rabin, The Last Day" di Amos Gitai, fra i più acclamati e possibile vincitore di un Premio importante alla 72. Mostra del Cinema di Venezia. Lunedì 7 settembre, alla prima del film in Sala Grande, era alle spalle del regista e dell'ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il quale ha scelto di venire alla Mostra solo per questo straordinario film; un opera necessaria per capire più a fondo le problematiche del conflitto israelo-palestinese, a partire dall'assassinio del premier Rabin avvenuto venti anni or sono.

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Cristìnia di Cristina di Lagopesole – Edizioni dell’Eremo

“L’arte dello scrivere è l’arte dello scoprire ciò in cui credi”. Lo scriveva Gustave Flaubert due secoli fa, e alquanto si addice alla maniera (tormentata e gioiosa) di scrivere di Cristina di Lagopesole, poetessa sacra ed innografa lucana, che ha appena dato alle stampe la sua ultima fatica letteraria dal titolo “Cristìnia”. Un’opera poetica dall’elegante veste grafica (come del resto lo sono anche le precedenti pubblicazioni), edita dalle Edizioni dell’Eremo – La Grafica Di Lucchio, Rionero in Vulture – 120 pagine ben illustrate e corredate di immagini sacre, che guidano il lettore nella storia e nella preghiera di Santi, Beati, Venerabili che portano il nome Cristina, declinato anche in altre lingue ed epoche storiche.    Incontriamo la poetessa – originaria di Rionero in Vulture – in procinto di recarsi nell’Eremo carmelitano da lei edificato, fra il castello federiciano di Lagopesole e il santuario del Carmine di Avigliano. È un testo molto importante su Santi e