Passa ai contenuti principali

Evasion, giornale del libero pensiero

Testo 01 Migaloo c'è!
Conosciuta e monitorata fin dal 1991, Migaloo, un rarissimo esemplare di balena bianca, è stata avvistata dalla Guardia Costiera al largo della Gold Coast, in Australia. Sta bene e saluta tutti. Ha chiesto quando scriveremo un libro sulla sua storia. (Fonte: Repubblica)

Facebook da record 

Il social network ha toccato il miliardo di utenti. Qualche numero: fondato nel 2004 ha fatto registrare finora 140,3 miliardi di concessioni di amicizia, 1.130 miliardi di 'Mi Piace', 219 miliardi di foto condivise e 300 milioni di nuove immagini caricate ogni giorno. Secondo una stima non ufficiale sono state scritte anche 600 miliardi di cazzate. Sempre a proposito di Facebook vi segnaliamo Like-A-Hug, la giacca social. Ogni volta che un amico clicca Mi Piace su una vostra foto o un vostro aggiornamento di stato, la giacca si gonfia e vibra, dando l'idea di un caloroso abbraccio virtuale. Quasi pronta l'applicazione “Dai anche la scossa”, per veri innamorati. (Fonte: Ansa e Repubblica) 

Un'oasi di pace tra silenzio e raccoglimento 

E' proprio vero che la pubblicità è l'anima del commercio... Ad Agrigento la Europa Costruzioni sta pubblicizzando l'ultima loro opera: il nuovo cimitero di Piano Gatta, in fase di ultimazione. 1.450 cappelle “ordinate e accoglienti”, in “un'oasi di pace tra silenzio e raccoglimento”, una collinetta “graziosissima e baciata dal sole”, facilmente raggiungibile. Massima tranquillità, quasi un mortorio. I prezzi partono da 21mila euro a concessione.  (Fonte: Repubblica) 

Niente trivellazioni alle Tremiti 

Immagine Articolo

Il Tar del Lazio ha bocciato i progetti di ricerca di petrolio della Petroceltic al largo delle Isole Tremiti. Legambiente: “Siamo davvero soddisfatti, anche se ciò non basta a evitare il rischio di piattaforme petrolifere nei mari italiani. Il parlamento proceda ora alla cancellazione dell'articolo 35 del decreto Sviluppo voluto dal ministro Passera e scommetta su una strategia energetica nazionale che non rilanci le fonti fossili ma punti su efficienza e rinnovabili”. (Fonte: LaStampa.it) Cartina, la scarpina ballerina E' stata inventata e realizzata da aziende del Comune virtuoso di Capannori ed è la prima scarpa in carta 100% riciclabile. Tecnicamente si chiama “carta in polipropilene” e resiste all'acqua, mentre la suola è in gomma termoplastica TR, anch'essa 100% riciclabile. Ovviamente l'imballaggio, la scatola, è in cartone riciclato. Sono in vendita sul sito www.cartinalaballerina.com a 55 euro al paio. (Fonte: Ecoblog)

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Breve dialogo intorno al Presepe di Don Rocco

Rionero in Vulture. - A primo impatto appare come un’opera avveniristica, un’attesa che da primordiale riappare futurista. “Sì, perché le lampade richiamano l'Oriente ... l'assenza di statue ed immagini richiama l'Islam ... Forse un simbolo che Gesù è venuto al mondo per tutta l'umanità anche per i musulmani. Forse un messaggio di rinascita universale...” E’ quanto asserisce Lucia. “Prestando attenzione si sente la cascata della buona novella” ribatte Giovanna. “Da dove si capisce che è un presepe e non una installazione di quelle che vediamo a Venezia nella Biennale di Arte...?” Rammenta Donato. Certo, va visto dal vivo quel presepe che ha realizzato Don Rocco Di Pierro, nella Chiesa Mater Misericordia; eppure, sapendo che è in chiesa si intuisce che si tratta di un presepe... “E se fosse stato allestito in un museo cosa significherebbe? e se fosse stato in chiesa a Pasqua?” Ribatte ancora Donato. Tuttavia, offre una sensazione di quiete, luminosa, aurea per

Il lucano Francesco Di Silvio, produttore del film in concorso a Venezia "Rabin, the last day" di Amos Gitai

Lido di Venezia. E' lucano di Palazzo San Gervasio Francesco Di Silvio, il produttore del film "Rabin, The Last Day" di Amos Gitai, fra i più acclamati e possibile vincitore di un Premio importante alla 72. Mostra del Cinema di Venezia. Lunedì 7 settembre, alla prima del film in Sala Grande, era alle spalle del regista e dell'ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il quale ha scelto di venire alla Mostra solo per questo straordinario film; un opera necessaria per capire più a fondo le problematiche del conflitto israelo-palestinese, a partire dall'assassinio del premier Rabin avvenuto venti anni or sono.

Giovedì 30 Agosto 2018