Passa ai contenuti principali

L'Opinione di Marco Lombardi

Se Silvio Berlusconi è la maschera dell'Italia all'estero 

Talvolta provo ad immedesimarmi negli italiani all'estero che, dopo aver sudato sette camicie per integrarsi ed ingoiato chissà quante amarezze, si trovano ad essere denigrati a causa dei rappresentanti istituzionali dei loro paese natio. Lo stesso dicasi per quella virtuosissima minoranza di imprenditori che, grazie solo alle loro forze, sono riusciti ad instaurare legami commerciali internazionali. Quanto facile sarcasmo subito, ma soprattutto quale prezzo da pagare in termini di reputazione ed affidabilità, perché lo stereotipo fa presto a germogliare ed assai tardi a morire (se muore): destinati in eterno a fare i tedeschi più dei tedeschi, per continuare ad essere ritenuti persone serie e degne di fiducia. In tal senso Silvio Berlusconi incarna la deriva dello stereotipo italiano, la maschera in disfacimento del clown spaghetti-pizza-mandolino, che mostra così le agghiaccianti striature del ghigno e del digrigno. Non è questione di pregiudizio comunista o di esterofilia, si tratta di una realtà imperdonabilmente percepita da un mondo globalizzato con cui gli italiani, giocoforza, fanno i conti ogni giorno, sia quelli residenti nei confini nazionali sia quelli emigrati. Doveva passare, diceva Montanelli e lo credemmo tutti nell'autunno di un anno fa. Tremendo errore di valutazione e oggi siamo daccapo.

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: "Il Ritratto dell'Anima" di Carmen Piccirillo edito da Photo Travel Edition di Rionero

Il libro ‘’Il Ritratto dell’Anima’’, pubblicazione d’esordio dalla giovane e valente scrittrice rionerese Carmen Piccirillo, sta ottenendo negli ultimi tempi grande successo e ampia visibilità anche su scala nazionale. L’interessante libro redatto con grande competenza e professionalità dalla 29enne scrittrice di Rionero che alterna la passione per la scrittura a quella per il giornalismo, come ricordiamo, fu presentato con successo nel febbraio dello scorso anno 2020 presso la sala convegni della Biblioteca Comunale di Rionero sita nel suggestivo Palazzo Fortunato alla presenza di una folta ed attenta platea e con tante personalità di spicco dell’ambito della cultura locale. Un libro molto interessante che racchiude al suo interno 24 racconti monoepisodici che sottolineano svariati aspetti immaginativi e realistici come la fantasia, l’importanza di sognare e di perseguire un obiettivo oltre a mettere in risalto alcuni aspetti importanti della personalità dell’autrice come sensibilità,

📰 Segnalazioni in primo Piano: 22 APRILE: 51esima GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

Un chiaro esempio di tutela verso l'ambiente arriva dalla realtà rionerese The Factory Best Class    La giornata mondiale della terra, che si celebra ogni anno il 22 aprile, è conosciuta in tutto il mondo come Earth Day, ed è l'evento "green" che riesce a coinvolgere un elevato numero di persone in tutto il mondo, sensibilizzando la salvaguardia dell'ambiente . L'idea di dedicare una giornata alla terra nacque negli anni '60, negli Stati Uniti , subito dopo la pubblicazione del libro manifesto ambientalista, "Primavera Silenziosa" di Rachel Carson, una biologa statunitense che ebbe molto successo e diede origine a notevoli movimenti ecologisti.

📰 Riflessioni di Carmen Piccirillo: IL TEMPO LIBERO DEI RAGAZZI: USARLO NEL MIGLIOR MODO E’ POSSIBILE...

Uno dei problemi principali delle nuove generazioni è la gestione del tempo libero: spesso, il tempo in cui i giovani non sono impiegati nelle svariate attività scolastiche o di studio individuale, è utilizzato in maniera disfunzionale. Un esempio è la modalità relativa al costante attaccamento ai dispositivi elettronici: lo smartphone, il computer, con i quali si cade ciclicamente in uno spasmodico uso dei social network, che, senza dubbio, sono un buon mezzo di interattività, di incontro, di crescita tra persone -soprattutto in un momento così delicato per il mondo intero a causa delle pandemia da covid-19 e delle restrizioni conseguenti, che hanno provocato una mancata possibilità di aggregazioni sociali partecipate- ma se utilizzati in maniera scorretta ed eccessiva, divengono una vera e propria dipendenza patologica che crea non pochi disagi psicofisici, per non parlare delle alterazioni anatomiche come i problemi alla vista che sono in costante aumento. Diminuiscono prog