L'Opinione di Marco Lombardi

SE AL VIMINALE BATTE UN CUORE GRANATA

Viene da chiedersi come sia possibile che il Viminale abbia ricusato il simbolo "Forza Juve Bunga Bunga", presentato per le prossime elezioni europee. La legge italiana (art. 14 del D.P.R. 361/1957) è in merito piuttosto chiara. Non è infatti ammessa la presentazione di contrassegni: identici o confondibili con quelli presentati in precedenza o usati tradizionalmente da altri partiti; che abbiano il solo scopo di precluderne surrettiziamente l'uso ad altri soggetti politici interessati a farvi ricorso; riproducenti immagini o soggetti religiosi. Ora, non so quale delle tre motivazioni abbia legittimato il Ministero dell'Interno a tale scelta, ma qualunque essa sia, io lo benedico e non lo faccio per ragioni di tifoseria calcistica. Liberissimo chiunque di dare un calcio all'Euro, e coniugare pindaricamente la fede bianconera e le orge di Palazzo Grazioli con il Sud America (che manco Omar Sivori), ma non di accanirsi ulteriormente chi sta già rantolando a terra.