Passa ai contenuti principali

Emozioni di Gianni Donaudi

LOLLY BERTO: RIFLESSIONI SU AMORE E SESSO IN ATTESA DELL'USCITA DEL SUO PROSSIMO LIBRO

Penso che NON si possa disgiungere il sesso dall' amore e dal sentimento. Il che NON significa vacuo sentimentalismo ita/ gliota (cuore/amore/dolore) e mandolinista. Ma SENTIMENTO AUTENTICO,costruttivo,creativo piu' vissuto intensamente di fatto e NON oggetto di tantre discussioni e cerebro-masturbazioni  esteriori bla-bla-bla.
 

La grande FREGATURA degli anni '70 è stata quella di DISTRUGGERE qualsiasi principio  di tutto cio' , e di ridurre la cosa su di  su di un piano solamente fisiologico u.s.a. & getta. Insomma questa grande pretesa di "liberazione sessuale" (che di per sé stessa avrebbe potuto essere positiva), NON  C'E' STATA proprio perché mancava ogni riferimento "spirituale" (NON dimentichiamoci che è lo stesso Wilhem Reich ad affermare che "nel Sesso agisce qualcosa di trascendente" e quindi non solo di puramente fisiologico , citazione questa che indubbiamente i suoi pretesi "discepoli" debbono averne tenuto molto conto, visti i risultati!!!) .
Ci ricordiamo che in quei fottuti anni pronunciare solo la parola "Amore"  voleva dire  attirarsi addosso immediatamente l' epiteto di "CATTOLICO" (COME SE LA CHIESA ISTITUZIONE, NEL CORSO DEI SUI 20 SECOLI di vita AVESSE TANTO valutato  l' amore!!!), del "fascista" , dello "stalinista" o  nel "migliore" dei casi del "piccolo borghese" -
Nel 1977, in un parko cittadino del capoluogo sub/ alpino (POVERO PARKO & POVERETTI QUELLI CHE L' INDOMANI HANNO DOVUTO PULIRLO!!!!!!), si tenne un raduno c.d. di "proletariato" giovanile( un po' sulla  scìa del precedente Lambro meneghino ).
Or bene, essendo là noi presenti , ricordiamo di una giovane donna che  si rivolse al "bonzo responsabile" dell' incontro chiedendo del suo compagno( nella gran confusione i due si erano persi di vista) in modo che al microfono venisse chiamato. Ed  ecco elevarsi un coro di fischi da parte di un' oceanica folla di kretini, con la "K" (come ben gli ha definiti qualche anno fa  l'ex direttore di Lotta Continua GIAMPIERO MUGHINI, ma il cui termine era già stato da noi coniato sin dal 1981!), di pre-ecce-bombi (l'omonimo film non era ancora apparso sugli sKermi), di tossici, di morfinomani, di stronzi, deficienti, indiani metropoli/nani, mongoloidi,storpi piu' mentalmente e spiritualmente che non fisicamente (alcuni di loro sembravano l' incarnazione del Lupo Mannaro, occhi cupi & truci che sembravano uscire dalle palpebre ) .
E qualcuno di essi gridava - VIENI CON NOI! LASCIA STARE QUEL PICIO!!!! -
E' chiaro che tal stato di cose porto' le persone piu' sensibili a rinunciare di cercarsi il/la partner, convinti (a volte forse esageratamente) che nel caso avessero instaurato un rapporto, questo sarebbe durato meno di una settimana, e di conseguenza sarebbero stati male.

Emblematico il film di Nanni MORETTI " BIANCA", dove il giovane prof. Michele, (di sinistra ma non permissivo conme comunemente si intende, e cuioè senza nessuna auto-disciplina ) lascia la sua compagna PER PAURA DI ESSERE LASCIATO!!!!!

LOLLY BERTO: RIFLESSIONI SU AMORE E SESSO IN ATTESA DELL'USCITA DEL SUO PROSSIMO LIBRO

1– Che cosa è per te l’amore?
 L’amore, per me è un sentimento importantissimo: il motore della vita. Senza amore non ha senso vivere. Io personalmente vorrei essere sempre innamorata, e sono convinta che quando si ama si è più buoni e si vede il mondo e la vita con occhi diversi; fiduciosi e ottimisti. Per questo dico al mondo intero: Amatevi e, Viva l’amore!
2- Che cosa è per te l’eros?
L’eros secondo me è l’attuazione, il raggiungimento massimo del piacere legato alla libido, sessuale e psicologica. Il compimento erotico.

3 – Differenza fra eros e pornografia


Secondo me, tra eros e pornografia vi è una bella differenza, in quanto: l’Eros esalta la bellezza,il piacere fisico, il desiderio, e la sessualità. La pornografia invece, tende ad abbruttire il corpo sia femminile che maschile,avvilendolo con  l’esposizione forzata e visiva delle parti intime,a volte anche con l’aggiunta di oggetti erotici. Penso che, le persone che effettuano e utilizzano per loro scelta queste attività sessuali, abbiano un disturbo fisico o psicologico da superare legato al sesso, e che la finalità sia quella di raggiungerne il massimo godimento fisico.


4 – Cosa deve fare un uomo o una donna per conquistare?
Per conquistare una donna l’uomo deve essere gentile romantico e affettuoso, sempre presente e attento alle sue necessità e non deve mai dimenticare di dirle una parola dolce, di farle un complimento e di donarle un fiore. E: di farla sentire Unica.
La donna per conquistare un uomo deve essere amorevole e attenta alle sue esigenze, dolce femminile e a volte decisa e materna. Curare l’aspetto fisico ma non recitare il ruolo della vamp. Donna e bambina allo stesso tempo, deve essere se stessa.

5 – Esiste amore senza sesso?
 Si, può amare una persona platonicamente sublimandola e mettendola su un piedistallo. In alcuni casi amarla ugualmente anche se non si è corrisposti. E si può amare incondizionatamente, quando, nella coppia esistono, o si presentano, situazioni, di salute, difficoltà fisiche, e impedimenti.


6 – Si può vivere senza sesso?
Personalmente non condivido questo pensiero. Il sesso è una necessità fisica ed una conseguenza dell’amore; la vita senza sesso è una vita arida e vuota.

7 – Ci sono molto bisessuali, gay, lesbiche , a volte, purtroppo, vengono attaccati, tu cosa ne pensi?
 Il mondo è una grande ruota girevole carica di emozioni fantasie e desideri.
E noi, con le nostre fragilità e debolezze, giriamo intorno ad essa, cercando spasmodicamente l’anima gemella, simile per sensibilità e desideri, per raggiungere insieme a lei l’attimo di felicità agognato, e l’appagamento psicologico e sessuale.
Abbiamo fame d’amore, di condivisione dei sentimenti, e, attraverso la conoscenza dell’altro, non importa che sia uomo o donna, il sesso o l’età, cerchiamo di raggiungere la vetta più alta della felicità, toccando il cielo.
Indipendentemente dalla dichiarata sessualità,chi non offende pubblicamente il prossimo con parole, atteggiamenti ed esibizionismi inaccettabili e volgari, per me è una persona degna di rispetto e padrona di vivere in privato i propri rapporti d’amore e di sesso con il partner consenziente.
Ciò che non accetto è la violenza, l’aggressività la sofferenza fisica e psicologica: l’amore non fa male a nessuno, al contrario, fa bene a tutti e ci aiuta a diventare più buoni.

8 – C’è un’ età per smettere di fare sesso?
 No.
9 – L’autoerotismo?

 Diciamoci la verità:anche se la nostra cultura e le varie religioni ci hanno insegnato ad evitare l’auto erotismo condannandolo, io penso che quando siamo soli tra quattro mura ci comportiamo più o meno nella stessa maniera. Siamo esseri umani con i nostri desideri e le nostre debolezze fisiche e mentali e a volte ci prende una gran voglia sessuale e il desiderio e l’eccitazione sono talmente forti che è difficile pensare che un uomo o una donna rinuncino all’appagamento del piacere soffocando il desiderio per un qualsiasi pensiero proibitivo.


10 – C’è un limite in amore?

Assolutamente no! Non vi è età per l’amore. Esso può vivere oltre gli anni, oltre il tempo, lo spazio: oltre la Vita.


  DANIELA LOMBARDI PRESS OFFICE 

Post popolari in questo blog

Galleria Fotografica: Lavello. Miss Miss In4missima (19 Settembre 2020)

Segnalazione in primo Piano: Tornare ad incontrarsi. L’Associazione “Donne 99” di Tito si ritrova per ricominciare

In maggio ho raccontato la capacità dell’Associazione “Donne 99” di Tito di stare insieme e sostenersi con un gruppo su WhatsApp. Finalmente il 3 settembre, dalle 17,20 alle 18,30, con Luisa Salvia, presidente dell’Associazione, 12 “ragazze” dell’Associazione si sono ritrovate per riprendere le attività nella biblioteca comunale “Lorenzo Ostuni”. Con loro sono tornato io Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, per riprendere gli incontri del percorso #Unicef sulle emozioni “Non perdiamoci di vista” che avevamo interrotto nel mese di febbraio. Angela 1 e 2, le due Carmela, Serafina, Donata, Giovanna, Teresa, Lina, Maria, Luisa, in cerchio, con la mascherina e rispettando le distanze, hanno cominciato a raccontare, guardandosi finalmente negli occhi, i mesi del Covid. Certo si erano sentite a lungo per telefono e in videochiamate, si erano ritrovate in chiesa, al supermercato, ma avere tempo per raccontarsi guardandosi negli occhi, trovando le parole in un…

Schermi Riflessi: Addio a Walter Golia

Nella primavera del 2006 dopo un certosino lavoro di raccolta fondi (23 tra istituzioni pubbliche, 11 Comuni lucani, Regioni, Proloco, Comunità montane, Associazioni culturali, il CineClub De Sica-Cinit di Rionero, la famiglia Doino; qui e nel Limburg in Belgio, aziende, la Fiat Sata di Melfi...) il film si concretizza: siamo a Bella nella sala consiliare del Comune e stiamo provinando bambini in quantità per formare la classe di quinta elementare che vedremo spesso nel film nella parte lucana, sotto l'abile e amorosa cura del maestro, interpretato magistralmente da Ulderico Pesce. Abbiamo soprattutto da trovare piccoli interpreti per quattro ruoli sfaccettati, Armando, Egidio, Vito e Mario. Armando ed Egidio ci saranno in tutto il film, in Lucania e nel Limburg. Quello che mi fa tremare i polsi è trovare l'interprete di Armando, il figlio più giovane di Michele Acucella (Franco Nero) e di Vitina (Valeria Vaiano), che lo dovrà raggiungere in Belgio, a ricongiungers…