Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: ETHNOS (trio multimediale) in Concerto "cartellone MAGGIO POTENTINO"


30 maggio 2015 ore 21,30   POTENZA Piazza Mario Pagano - ETHNOS (trio multimediale) in Concerto


GRAZIANO ACCINNI TRIO MULTIMEDIALE uno spettacolo che ingloba al suo interno musica tradizioni e archivi storici della lucania. Graziano Accinni e Silvio De Filippo alle chitarre insieme a Giuseppe Forastiero alla voce,uniti alle nuove tecnologie, esplorano con questo concerto tutti i repertori dei musicanti girovaghi dell’alta e bassa Valle dell’Agri con alcune perle interpretative come “Andrea” in dialetto lucano del grande cantautore Fabrizio De Andre’ e brani della devozione popolare lucana.le antiche tarantelle riarrangiate in chiave moderna danno allo spettacolo un aspetto brillante e virtuosistico facendo riaffiorare le antiche melodie che un tempo venivano suonate con le arpe popolari dai girovaghi lucani in tutto il mondo. Il repertorio sconfinato della terra lucana viene racchiuso in quasi due ore di concerto dove, oltre alle ballate e alle canzoni, si potranno gustare, proiettate su di uno schermo, le foto di un intero archivio etnomusicologico e antropologico. Biografia Graziano Accinni chitarrista,Autore ,arrangiatore e Produttore conosciuto ai più per la sua lunghissima collaborazione come chitarrista di Mango.Con l’Artista Lucano partecipa dal 1985 al 2005 a tutti i lavori sia in studio che dal vivo.Molte sono state le sue apparizioni televisive in trasmissioni che hanno fatto la storia della TV come Fantastico,Sanremo,Serata d’Onore con Pippo Baudo ,il Principe Azzurro con Raffaella Carrà su canale 5,molte le tappe del Festivalbar più di dieci edizioni della più imponente rassegna estiva della canzone italiana ed internazionale.Con Mango ha partecipato anche al programma musicale Cult della Tv italiana:International Doc Club ideato e realizzato dal grande Renzo Arbore,Domenica In con Mara Venier,Disco Ring,Serata da Campioni a Sanremo,e la finale di Miss Italia del 2002 con il grande successo di Mango “La Rondine”che lo consacrò in quell’anno tra i tre migliori chitarristi italiani insieme ad Andrea Braido(Vasco Rossi) e Federico Poggipollini(Ligabue). Ha collaborato nella sua lunga carriera nel Pop anche con altri nomi importanti della Musica Nazionale ed Internazionale.Tra tutte spicca Mina che ha cantato un brano scritto da Lui nel 1995 inserito nell’album Pappa di Latte,seguono altri artisti come Miguel Bosè, con cui ha registrato l’album “Los Chicos no lloran” che ha venduto 7 milioni di dischi tra Spagna e America Latina.Tra gli artisti italiani spicca il nome di Lucio Dalla conosciuto a Bologna durante le registrazioni del disco di Mango “Adesso” suo è il testo di Bella d’Estate grande successo del 1987.Loredana Bertè sempre in studio in collaborazione con Mango,Rosario Di Bella,Laura Valente ex cantante dei Matia Bazar e Mariella Nava.In studio di registrazione ha lavorato con produttori di grande spessore quali Giusto Pio(Battiato,Alice)Greg Walsh(Lucio Battisti,Elton Jhon,Pink Floyd,Madonna)Mauro Malavasi(Bocelli,Dalla,Luca Carboni),Roberto Colombo(De Andrè,PFM,Banco del Mutuo Soccorso,M. Bosè,Antonella Ruggero)e compare al fianco di chitarristi di fama internazionale quali Dominic Miller(STING),David Rhodes(Peter Gabriel) Vicente Amigo e Manuel Carmona grossi calibri dell’ambiente New Flamenco della Penisola Iberica.Nel campo dei Dj vanta due collaborazioni con Ringo attuale Vj e Dj di Rock Tv,Virgin Radio e l’Holliwood la più famosa Discoteca e “Ritmoteche” del Mondo con sede a Milano(CBS Production).Tra le grandi personalità con cui ha condiviso la sua discografia figura Jan Anderson il Leader dei Jethro Tull Rock Band che ha fatto la storia del Rock Progressive degli anni 70 per la realizzazione di Locomotive Breath con la cantautrice Alessia d’Andrea.Nella sua discografia compare anche il nome del grande trombettista Jazz Paolo Fresu tra i migliori strumentisti a livello Europeo e Mondiale.Ha condiviso i palchi di mezzo mondo con artisti quali:,Rem,Oasis,Genesis,Solomon Burke,Spandau Ballet,DuranDuran,Marc Knoffler(Dire Straits), Level 42,Vasco Rossi,Sting,Ligabue,Luciano Pavarotti,Pooh,Biagio Antonacci,Zucchero,Andrea Bocelli,Franco Battiato e tanti altri.Dal 2003 ad oggi si occupa principalmente di ricercare e divulgare gli Antichi Repertori della Basilicata sua terra d’origine.Da prendere in considerazione gli ultimi Tour internazionali con il suo Gruppo Gli Ethnos in Europa e in Cina nel 2009 a Shanghai ed Hangzou e nel 2010 di nuovo a Shanghai per L’EXPO “Esposizione Universale di Shanghai 2010” insieme ad artisti del calibro di Uto Ughi,Ennio Morricone la Filarmonica della Scala ed altri in rappresentanza dell’Italia e della Regione Basilicata insieme al Dipartimento Cultura e all’Ufficio Promozione ed Internazionalizzazione Regione Basilicata.Da ricordare la partecipazione al Berlino Film Festival per la presentazione del Film Documentario “Uno Scatto nell’Agri”promosso dalla Regione Basilicata.Ha condiviso il palco insieme al suo gruppo gli"Ethnos" con artisti internazionali uno su tutti Hevia il grande Musicista delle Asturias(Spagna) Moni Ovadia nel Film:Alma story di cui è autore delle musiche e il disco”Canti Randagi 2” edito dalla “Universal Music” dedicato a Fabrizio De Andre’ dove il gruppo”Graziano Accinni Ethnos Trio” ha interpretato in dialetto Lucano il famoso brano di Faber”ANDREA” con la produzione artistica della Fondazione De Andre’(Cristiano De Andre’ e Dori Ghezzi).Le sue ultime produzioni sono del 2012 con il disco”Elettrico Lucano” a cura del P.O. Val d’Agri e il libro scritto insieme a Teresa Armenti e Adamo De Stefano”Girovaghi,Musicanti e Musicisti della Valle Dell’Agri finito di stampare nel novembre del 2013.

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Breve dialogo intorno al Presepe di Don Rocco

Rionero in Vulture. - A primo impatto appare come un’opera avveniristica, un’attesa che da primordiale riappare futurista. “Sì, perché le lampade richiamano l'Oriente ... l'assenza di statue ed immagini richiama l'Islam ... Forse un simbolo che Gesù è venuto al mondo per tutta l'umanità anche per i musulmani. Forse un messaggio di rinascita universale...” E’ quanto asserisce Lucia. “Prestando attenzione si sente la cascata della buona novella” ribatte Giovanna. “Da dove si capisce che è un presepe e non una installazione di quelle che vediamo a Venezia nella Biennale di Arte...?” Rammenta Donato. Certo, va visto dal vivo quel presepe che ha realizzato Don Rocco Di Pierro, nella Chiesa Mater Misericordia; eppure, sapendo che è in chiesa si intuisce che si tratta di un presepe... “E se fosse stato allestito in un museo cosa significherebbe? e se fosse stato in chiesa a Pasqua?” Ribatte ancora Donato. Tuttavia, offre una sensazione di quiete, luminosa, aurea per

Il lucano Francesco Di Silvio, produttore del film in concorso a Venezia "Rabin, the last day" di Amos Gitai

Lido di Venezia. E' lucano di Palazzo San Gervasio Francesco Di Silvio, il produttore del film "Rabin, The Last Day" di Amos Gitai, fra i più acclamati e possibile vincitore di un Premio importante alla 72. Mostra del Cinema di Venezia. Lunedì 7 settembre, alla prima del film in Sala Grande, era alle spalle del regista e dell'ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il quale ha scelto di venire alla Mostra solo per questo straordinario film; un opera necessaria per capire più a fondo le problematiche del conflitto israelo-palestinese, a partire dall'assassinio del premier Rabin avvenuto venti anni or sono.

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Cristìnia di Cristina di Lagopesole – Edizioni dell’Eremo

“L’arte dello scrivere è l’arte dello scoprire ciò in cui credi”. Lo scriveva Gustave Flaubert due secoli fa, e alquanto si addice alla maniera (tormentata e gioiosa) di scrivere di Cristina di Lagopesole, poetessa sacra ed innografa lucana, che ha appena dato alle stampe la sua ultima fatica letteraria dal titolo “Cristìnia”. Un’opera poetica dall’elegante veste grafica (come del resto lo sono anche le precedenti pubblicazioni), edita dalle Edizioni dell’Eremo – La Grafica Di Lucchio, Rionero in Vulture – 120 pagine ben illustrate e corredate di immagini sacre, che guidano il lettore nella storia e nella preghiera di Santi, Beati, Venerabili che portano il nome Cristina, declinato anche in altre lingue ed epoche storiche.    Incontriamo la poetessa – originaria di Rionero in Vulture – in procinto di recarsi nell’Eremo carmelitano da lei edificato, fra il castello federiciano di Lagopesole e il santuario del Carmine di Avigliano. È un testo molto importante su Santi e