L'Opinione di Marco Lombardi


Un emendamento che uccide il giornalismo d'inchiesta

Con l'emendamento "bavaglio" (l'ennesimo presentato nelle ultime legislature) approvato in parlamento, potrebbe divenire illegale, pena il carcere, l'utilizzo di microfoni o telecamere nascoste da parte dei giornalisti. Trasmissioni come Report, Piazza Pulita, Le Iene, Striscia la Notizia, chiuderebbero praticamente i battenti, venendogli a mancare uno strumento essenziale per il loro lavoro.

Non contesto in liena di massima il principio: se mi riprendi o registri, devi dirmelo. E' una questione di correttezza, la stessa, in verità, che dovremmo pretendere dalla maggior parte dei destinatari delle registrazioni occulte. E' la solita storia, chi ruba viola regole che imbrigliano coloro che dovrebbero denunciarli. Se poi, in un secondo momento, passasse finalmente anche la norma bavaglio sulle intercettazioni giudiziarie, i mariuoli avrebbero fatto scopa. Gli ultimi barlumi di buona inchiesta prodotti dal giornalismo italiano, quelli cioè che non attingono alle carte processuali, andrebbero a farsi benedire. Come dire, se non si può sconfiggere il malaffare, possiamo comunque far finta che non esista. Occhio non vede, cuore non duole. Il cuore magari no, ma il portafoglio degli italiani, eccome.