Appuntamenti in Primo Piano: "TU CHE MI DOVEVI AMARE"


Torna anche quest'anno "Tu che mi dovevi amare", un ciclo di incontri ed iniziative in occasione della "Giornata Internazionale di Contrasto alla Violenza di Genere", promosso dall'associazione di promozione sociale "MoviMenti aps", in collaborazione con il centro antiviolenza "Rompiamo il silenzio".

Il ciclo degli appuntamenti è stato presentato, in una conferenza stampa ieri, venerdì 18 novembre, presso la sala "La Cavallerizza" di Laterza, in provincia di Taranto (Puglia), con l'inaugurazione della mostra fotografica "Ri- Volti al femminile", della fotografa barese, Marina Damato.
La mostra sarà aperta al pubblico, sino al prossimo 25 novembre, per poi fare tappa in altri comuni pugliesi. Il 22 novembre, a partire dalle 18.00, la sede "La Cavallerizza" ospiterà un reading corale, con accompagnamento musicale a cura di Ira Panduku, con volti, voci di donne e musica che si fonderanno con i vari racconti e versi di alcune liriche, tra cui quelle della raccolta "Tu che mi dovevi amare", della poetessa Maria Antonietta D’Onofrio, che ha concesso l'utilizzo del titolo del suo libro per questo evento. Il terzo e ultimo appuntamento avrà luogo il prossimo 25 novembre, a partire dalle 18.30, presso la sala conferenze del Palazzo della Cultura di Ginosa, alla presenza di esperti che si confronteranno non il pubblico, in un dibattito sul tema "Il danno, dalla violenza sessuale alla violenza assistita: vittime per sempre?". Alla serata interverranno l'avv. Filomena Zaccaria, del centro antiviolenza "Rompiamo il silenzio", il dott. Vito Maggi, già magistrato e il giornalista d'inchiesta lucano, Fabio Amendolara, in un evento che sarà moderato da Tiziana Visconti, presidente di "MoviMenti aps". 

 Rocco Becce
SIDERURGIKATV Testata giornalista Registrata al Tribunale di Potenza. num. Reg. Stampa 470