Evasion, giornale del libero pensiero 24 Novembre 2016


Una famiglia irachena scappa durante una sparatoria tra le forze governative e i jihadisti del gruppo Stato islamico nel nordest di Mosul. (Thomas Coex, Afp)

Colombia – Il governo e le Farc firmeranno un nuovo accordo di pace dopo che il referendum dello scorso ottobre ha bocciato la versione precedente. Il nuovo documento sembra apportare solo modifiche minime e non sarà più sottoposto al parere del popolo ma solo a quello del parlamento. Ecco cosa prevedeva quello originale. Ma cosa sono le Farc? 

Regno Unito – Thomas Mair, simpatizzante di estrema destra che lo scorso giugno ha ucciso la parlamentare britannica Jo Cox, è stato condannato all’ergastolo. I giudici hanno definito l’omicidio “politicamente motivato” e premeditato. Mair aveva sparato e accoltellato ripetutamente la donna, gridando “Britain First”. Chi era Jo Cox, parlamentare contraria alla Brexit? 

Turchia – La proposta di riforma costituzionale del partito di maggioranza turco (Akp), se approvata, consentirebbe a Erdogan di governare il paese fino al 2029. Intanto, il presidente turco ha dichiarato che il voto del Parlamento europeo, che potrebbe bloccare i negoziati di adesione della Turchia all’Ue “non ha valore”. 

Stati Uniti – La città di New York spende oltre un milione di dollari al giorno per proteggere il presidente eletto e la sua famiglia. Mentre Trump si trasferirà nella Casa Bianca, la moglie Melania e il figlio rimarranno nella Grande Mela. Lo stesso Trump ha annunciato che Nikki Haley, governatrice del South Carolina, sarà la nuova ambasciatrice Usa alle Nazioni Unite. 

Ucraina – Un’insegnante di letteratura russa e ucraina voleva vendere una bambina di 13 anni ai trafficanti di organi. La vittima era stata individuata nella scuola per ragazzi orfani e in difficoltà nella regione settentrionale di Kharkiv, in Ucraina, dove Galina Kovalenko insegnava. La donna è stata arrestata. La tratta di esseri umani nel paese è sempre più diffusa: ecco come avviene e perché. 

Cina – Facebook propone a Pechino un software di auto-censura, pur di tornare attivo nel paese con più utenti internet al mondo. Il social network è stato messo al bando 7 anni fa per interrompere il flusso di informazioni durante le rivolte di Ürümqi che causarono 140 vittime. Il nuovo sistema proposto da Zuckerberg impedirebbe a determinati post di apparire in diverse aree geografiche.


Meteo



Reportage fotografico eventi

Interviste Redazionali

Contro-Video

Basilicata Sport

Musica Live

Spettacoli e Teatro

Festival de Cinema di Venezia

Cultura

Sere d'Estate

Basilicata Inchieste

Vivi il Medioevo

Scuola

Sagra del Pecorino di Filiano

Basilicata Filmati inediti

Eventi Filiano

Eventi Lavello

Eventi Rapone

Eventi Rionero in Vulture

Venosa

Brienza

Eventi Potenza

Eventi Rapolla

Eventi Melfi

Eventi Barile

Eventi Vaglio Basilicata

Monticchio

Ripacandida

Atella

Acerenza

Palazzo San Gervasio

San Mauro Forte

Maschito

Ginestra

Pescopagano

Forenza

Altri Comuni della Basilicata

Live ClassicRock

Live ClassicRock

Etichette

Mostra di più
SIDERURGIKATV Testata giornalista Registrata al Tribunale di Potenza. num. Reg. Stampa 470