SERE D'ESTATE: Musica, Cabaret, intrattenimento...

Evasion, giornale del libero pensiero 3 Dicembre 2016


Monaci buddisti, a Bangkok, durante una cerimonia per ricordare l’anniversario della nascita del re Bhumibol Adulyadej, morto lo scorso 13 ottobre a 88 anni, dopo settant’anni di regno. (Jorge Silva, Reuters/Contrasto)

Siria – La coalizione a guida statunitense che combatte l’Isis nel paese ha ammesso di aver ucciso per errore circa 173 civili, durante i bombardamenti. Le organizzazioni umanitarie e gli osservatori indipendenti riportano numeri maggiori: 513 siriani dal 2014 a oggi. Secondo AirWars, le vittime civili tra Siria e Iraq sarebbero circa 1.500. Un grafico mostra l’aumento negli ultimi due anni. 

Ambiente – Le persone fuggono dalle proprie case non solo per colpa della guerra. Riscaldamento globale e disastri ambientali provocano la migrazione di milioni di profughi, con circa uno sfollato al secondo dal 2009 al 2015, secondo l’Unhcr. In Brasile le guardie forestali rischiano la vita ogni giorno per salvare l’Amazzonia dal disboscamento. Ecco il reportage. 

 Gambia – Dopo 22 anni al potere il presidente Yahya Jammeh è stato sconfitto alle elezioni dal leader dell’opposizione Adama Barrow. Jammeh ha accettato la vittoria dello sfidante e questo, sperano in molti, favorirà il rispetto di elezioni democratiche anche in altri paesi africani. Devoto musulmano che ha sostenuto di possedere poteri miracolosi: chi è l’ex presidente sconfitto? 

Stati Uniti – Il prossimo segretario della Difesa americano sarà James Mattis. Soprannominato “cane pazzo”, il nuovo numero uno del Pentagono nominato da Trump è un pluridecorato generale dei marines in pensione. È convinto che la politica di disengagement degli Stati Uniti in Medio Oriente abbia favorito l’estremismo e non è così favorevole all’apertura verso la Russia.