SERE D'ESTATE: Musica, Cabaret, intrattenimento...

Evasion, giornale del libero pensiero 10 febbraio 2017


Una competizione di cammelli nel deserto dello stato indiano di Rajasthan. (Himanshu Sharma, Reuters/Contrasto)

Stati Uniti – La Corte d'appello di San Francisco ha confermato la sospensione del cosiddetto Muslim Ban. Intanto, il Senato americano ha votato a favore della nomina di un altro membro del governo: Tom Price, il nuovo ministro della Sanità. In politica estera, le ultime mosse del presidente sembrano farsi più caute: in una telefonata con il leader cinese Xi Jinping, Trump ha promesso di rispettare la politica dell’unica Cina e ha affermato di dover “riflettere” sul possibile spostamento dell’ambasciata Usa a Gerusalemme. 

Italia – Scontri tra studenti e forze dell’ordine presso l’Università di Bologna. I ragazzi si sono mobilitati contro i tornelli installati all’ingresso della biblioteca di Lettere, occupata dagli studenti e poi sgomberata dalla polizia. “La situazione è stata di una violenza inaudita e immotivata: siamo stati cacciati con manganelli e spintoni”.

Birmania – Secondo due funzionari dell'Onu in Bangladesh oltre mille musulmani rohingya sarebbero stati uccisi dall’esercito della Birmania. “Fino ad ora si è parlato di centinaia di morti, ma potrebbero essere migliaia”. Il paese ha smentito queste cifre. Un rapporto dell’ufficio dell’Onu per i diritti umani ha denunciato uccisioni di massa e stupri di gruppo ai danni dei rohingya. Il governo avvierà un’inchiesta per verificarne la veridicità. 

Francia – Tre uomini tra i 20 e i 34 anni e una ragazza di 16 anni sono stati individuati tramite dei social network e poi arrestati a Montpellier perché sospettati di aver pianificato un attacco a Parigi. Nel frattempo, nelle banlieue della capitale la tensione resta alta in seguito alle accuse di violenza di 4 agenti nei confronti di Théo, ragazzo 22enne picchiato e stuprato una settimana fa. Questa notte la polizia avrebbe fermato in tutto 25 persone. 

Russia – La Corte costituzionale ha dichiarato legittima la cosiddetta “legge anti-corteo”, che prevede fino a cinque anni di carcere per violazioni ripetute di norme sulle manifestazioni di piazza. La Russia sarebbe inoltre coinvolta in un attacco informatico contro il ministero degli Esteri italiano che nel 2016 ne ha compromesso le email. Nel frattempo, Ankara ha accusato Mosca: il Cremlino era a conoscenza della posizione dei tre soldati turchi uccisi in un raid russo. 

Italia – La chiamano il “bronx di Milano”, la “dark side dei Navigli”, il “paradiso dei pusher”, il “suk anarchico”. Siamo a Milano, zona sud. Via Emilio Gola è incastrata tra i due Navigli e ha il potere di evocare banlieue, favelas e slum.