SERE D'ESTATE: Musica, Cabaret, intrattenimento...

Evasion, giornale del libero pensiero 16 febbraio 2017


Una famiglia cammina in una strada allagata dalla pioggia, nel campo profughi Al Shatee di Gaza. (Mohammed Abed, Afp) 

Iraq – Almeno 48 persone sono morte e decine sono rimaste ferite a causa dell’esplosione di un’autobomba nella parte meridionale di Baghdad. L'Isis ha rivendicato l'attentato. Da giugno 2014, data in cui ha proclamato la nascita del Califfato, il gruppo terroristico ha compiuto oltre 140 attacchi terroristici in 29 paesi del mondo, uccidendo più di 2mila persone. 

Pakistan – Un attacco suicida ha colpito un santuario sufi nella città di Sehwan, provincia di Sindh, nel sud del paese, uccidendo almeno 70 persone. È il terzo attentato in quattro giorni. I due precedenti sono avvenuti a Lahore e vicino Peshawar. Una popolazione di 185 milioni di persone, a maggioranza musulmana.

Stati Uniti – Andrew Puzder, l’uomo scelto da Trump per ricoprire la carica di segretario del Lavoro, si è ritirato. Non affronterà dunque l’iter di conferma del senato, dove avrebbe incontrato le resistenze di almeno 12 senatori repubblicani, contrari alla sua nomina. Nel frattempo, la Cnn riferisce che, su richiesta del presidente Trump, il Pentagono starebbe pensando a un piano d’azione anti-Isis, con l’invio di truppe di terra in Siria entro poche settimane. 

Birmania – L’esercito birmano ha concluso l’operazione di “ripulitura” dello stato nordoccidentale di Rakhine durata quattro mesi. L’Onu ritiene sia stata messa in atto una pulizia etnica nei confronti dei rohingya. La Birmania respinge le accuse e nega di aver commesso abusi ai danni della minoranza, incluse uccisioni di massa e stupri di gruppo, definendo l’operazione militare una campagna di contro-guerriglia scattata dopo l’uccisione di alcuni poliziotti a ottobre scorso. 

Spagna – Una donna di 64 anni ha dato alla luce due gemelli in perfetta salute, un bambino e una bambina, a Burgos, nel nord del paese. La donna ha concepito i gemelli grazie a un trattamento per la fertilità cui si è sottoposta negli Stati Uniti. Nel 2012 aveva avuto un’altra bambina ma le era stata sottratta dai servizi sociali perché tenuta in un condizioni inadeguate. 

Burundi – “Noi vivevamo tranquilli fino a quando il presidente ha deciso di ricandidarsi e violare la costituzione. Molti nostri amici sono scomparsi o sono stati torturati. Per questo abbiamo deciso di armarci e combatterlo”. Olivier e Thomas hanno 28 e 32 anni e sono due capi dell’organizzazione armata ribelle Red-Tabara che si oppone al presidente Nkurunziza.