Appuntamenti in Primo Piano: Programmazione Spettacoli "CONSORZIO TEATRI UNITI DI BASILICATA"


Con lo spettacolo "Caino Royale" si inaugura domani, sabato 11 marzo a Matera la sezione di "Teatri del Sacro", la novità della Stagione Teatrale 2016/17, organizzata dal "Consorzio Teatri Uniti di Basilicata", diretto da Dino Quaratino.

A Matera, lo spettacolo andrà in scena alle ore 21.00, nella Casa Cava e domenica 12, sempre alla stessa ora, sul palcoscenico del "Teatro Anzani" di Satriano di Lucania. "Teatri del Sacro" è un progetto artistico e culturale dedicato alle intersezioni fra il Teatro, la ricerca religiosa e la tensione spirituale. Un Teatro di tutti e il più possibile per tutti, affinché lo spettacolo torni ad essere, prima e oltre l’estetica della performance, un’occasione di partecipazione popolare, una festa a servizio della collettività e del suo ‘bene comune’, in nome di una bellezza concepita come gesto comunitario, come informa una nota inviata oggi, venerdì 10 marzo, da Roberta Pecora, addetto stampa del "Consorzio Teatri Uniti di Basilicata". "Caino Royale", "Prego" e "Lourdes", sono i tre spettacoli che TUB ha selezionato e che andranno in scena rispettivamente a Matera, Potenza e Satriano, tutti vincitori del Festival "Teatri del Sacro", che va in scena da quattro anni a Lucca, promosso da Federgat, dall’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali e dal Progetto Cultura dalla Chiesa italiana. "Caino Royale". 


Lo spettacolo originale", con la regia di Rita Pelusio, Compagnia PEM - Habitat Teatrali, vede in scena Andrea Bochicchio e Giovanni Longhin, che raccontano una delle storie più antiche dell’umanità. Caino e Abele è un mito. Il mito non è altro che una storia che spiega agli uomini perchè sono come sono e fanno quel che fanno. Un'altro appuntamento e per la spettacolo che terrà il comico lucano, Dino Paradiso che porterà in scena, domenica 12 marzo, alle ore 21.00, sul palcoscenico del "Teatro Periz" di Bella Muro, in provincia di Potenza, il divertente monologo "Ma io sono lucano". Dino Paradiso è definito "la parte indigena, verace, tradizionalista, conservatrice ma al tempo stesso all'avanguardia della comicità umana". 


La critica lo descrive un aristocratico nel suo dialetto e nelle sue espressioni ed è il crogiuolo di comportamenti e quotidiana routine, mischiati suggestivamente tra loro. Dino è in ognuno di noi, con i suoi rapporti familiari, con le frustrazioni dei vicini di casa, con l'attaccamento alle proprie radici. Dino è un romantico della comicità. Dino è quello che siamo a casa quando non ci vede nessuno. Paradiso nasce in Basilicata a Matera nel 1979. Studia e si laurea in scienze politiche a Bari. Nel 2006 dopo aver iniziato a girare per la piazze italiane, perfeziona lo studio teatrale frequentando la scuola di Teatro comico "Comic Lab", diretta da Serena Dandini, dove arriva la svolta. Il cabaret diventa fonte di riflessione più raffinata e permette al comico di esprimersi sui temi attuali con riflessioni profonde e che fanno pensare. "Quando faccio una battuta punto al silenzio che la segue". Dopo aver vinto diversi concorsi di cabaret, tra cui "Premio Charlot", "BravoGrazie" e Festival del "Cabaret Città di Martina Franca 2013", approda nel 2013 in Tv su Rai 2 in "Made in Sud", Da febbraio 2015 è il degno rappresentante della Lucania in tv, a "Colorado", su Italia 1. A gennaio 2016 è stato ospite di "Sabato In" su Rai 1 con un monologo sulla Basilicata. Valorizzare i talenti lucani è tra le priorità della Stagione Teatrale realizzata dal "Consorzio Teatri Uniti di Basilicata", realizzata con il sostegno del Mibact, della Regione Basilicata e dei Comuni che la ospitano. TUB aderisce, inoltre, all'iniziativa dedicata a promuovere la cultura "18app" a cura del Mibact e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, destinata ai ragazzi che hanno compiuto 18 anni nel 2016. Per tutte le maggiori informazioni e prevendita dei biglietti potete contattare i seguenti recapiti: 0971/274704 - www.teatriunitidibasilicata.com. 

Rocco Becce robexdj@gmail.com
SIDERURGIKATV Testata giornalista Registrata al Tribunale di Potenza. num. Reg. Stampa 470