Evasion, giornale del libero pensiero 16 Marzo 2017


L’India festeggia l’arrivo della primavera con Holi, la festa dei colori.

Paesi Bassi – Il leader del partito liberale Mark Rutte ha vinto le elezioni conquistando 33 dei 150 seggi del parlamento. Risultato sotto le aspettative per il candidato anti-immigrazione ed euroscettico Geert Wilders che si è fermato al 13 per cento dei voti. Il partito dei Verdi del GroenLInks ha registrato una crescita dal 2 al 9 per cento dei voti con 14 seggi nell'assemblea legislativa. Molti i commenti internazionali sulla vittoria del premier tra i quali quello del presidente turco Erdogan che ha detto: “Rutte ha perso l'amicizia della Turchia”. 

Francia – Una lettera esplosiva ha causato il ferimento di un'impiegata del Fondo monetario internazionale. La direttrice Christine Lagarde ha definito l'episodio come “un codardo atto di violenza”. Nella mattinata del 16 marzo una sparatoria in un liceo di Grasse ha sconvolto anche il sud del paese. Due studenti hanno aperto il fuoco contro il preside della scuola che è rimasto ferito insieme ad altri due allievi. 

Stati Uniti – Due giudici federali statunitensi, uno delle Hawaii e uno del Maryland, hanno emesso delle sentenze per bloccare l'applicazione del Muslim ban voluto da Trump. Il presidente americano ha annunciato che farà ricorso alla Corte Suprema per ottenere la conferma ufficiale della legalità dell'ordine esecutivo che non consente l'accesso nel paese ai cittadini di 6 paesi a maggioranza musulmana, nella sua nuova versione approvata il 6 marzo. 

Italia – Dieci persone sono rimaste ferite a causa di un'esplosione sul vulcano Etna. Tra i feriti ci sono alcuni turisti stranieri, la giornalista della Bbc Rebecca Morelle e alcuni ricercatori dell'Ingv. L'esplosione è avvenuta dal nuovo cratere che si è aperto a sud-est. Il materiale lavico ha provocato solo lievi escoriazioni. Nessuno dei feriti si trova comunque in gravi condizioni. Sei di loro sono stati ricoverati tra gli ospedali di Acireale e Catania. 

Regno Unito – La regina Elisabetta ha firmato la legge approvata dal parlamento britannico per la notifica dell'articolo 50 del Trattato di Lisbona. Adesso il governo potrà avviare i negoziati formali con Bruxelles per la Brexit. L'annuncio è stato fatto in parlamento dallo speaker John Bercow. 

SIDERURGIKATV Testata giornalista Registrata al Tribunale di Potenza. num. Reg. Stampa 470