Segnalazione in Primo Piano: Tanta Puglia e un breve sconfinamento in Basilicata, per la quinta giornata della Milano-Taranto


Lasciato San Giovanni Rotondo e i panorami del Gargano, i motociclisti della Mita 2017 (www.milanotaranto.com ) si sono dedicati, in questa quinta tappa del 7 luglio, ad una full immersion in Puglia, interrotta solo da un breve salto in Basilicata. Paesaggi sempre unici e suggestivi: le gialle pianure, arse dal sole, che si alternano, in un saliscendi, con le colline, i rettilinei in stile americano e le salite e poi i paesini da cartolina, arrampicati a dominare i campi.

Prima tappa Minervino Murge: arrivo lungo la via principale e ristoro allestito in grande stile dalla Proloco con "cuccl fritt" (frittelle impastate e fritte in diretta) focaccia di grano arso, polpette di zucchine uova e pecorino, latticini locali e salsiccia paesana. 




I concorrenti hanno capito subito che le difficoltà di oggi saranno soprattutto nel mantenere la linea, visto anche che nemmeno le precedenti tappe sono state esattamente dietetiche. Secondo arrivo a Oppido Lucano, ecco la Basilicata: per l'accoglienza in Piazza Marconi il sindaco e tutta la giunta. 



La solita simpatica confusione che la Milano-Taranto 2017 si porta dietro da ormai cinque giorni, fa da cornice al banchetto allestito grazie all'interessamento di Comune e Lucania Motorcycle. Mentre i "Tarantini" assaporano le patate con i peperoni, mozzarelle e due buonissimi primi, la troupe della RAI guidata da Daniele Petraioli intervista le "star" della Mita tra le quali la signor Silvana, sempre più ammirata per la grinta e la tenacia che l'hanno fatta arrivare a Taranto, in sella, a 85 anni. 



 Lasciato questo assaggio di Basilicata si riparte in direzione Gravina di Puglia dove ad accogliere i centauri c'è lo speaker e una piazza agghindata a festa, con tanto di tappeto su cui far passare le moto. Opera dell'associazione "Rombo Arcaico" che non ha trascurato nessun dettaglio, nemmeno quello gastronomico: ci sono pasta e ceci, anguria e altre prelibatezze, condite dalla simpatia e dalla disponibilità delle ragazze del buffet. La giornata tuttavia non è ancora finita e i controlli orari sembrano servire ormai solo a riordinare le idee tra una mangiata e l’altra. 



E anche se le temperature sono oltre i 30 gradi, un venticello confortevole accompagna gli avventurieri su due ruote in questa penultima giornata di maratona. Ultima sosta a Bitonto dove, nella splendida cornice della Piazza Cavour, che aveva già ospitato la Milano-Taranto in passato, fioccano i 10 nelle schede degli assaggiatori: merito dell'associazione "Aste e Bilancieri", del presidente Leonardo Greco e di tutto lo staff, in particolar modo delle mogli e dell'Agriturismo Fasano che hanno preparato le apprezzatissime specialità locali. 



I motociclisti, ormai col digestivo sempre a portata di mano, hanno apprezzato in particolare il riso cozze e patate, ma anche i ceci neri e la pizza di patate. La Mita ha quindi dato appuntamento ai prossimi anni all'associazione "Aste e Bilancieri", con l'invito a partecipare alla prossima edizione della maratona. 



 Ultimo breve trasferimento e poi finalmente un po' di riposo in hotel al traguardo di tappa a Bari. Insomma, una giornata tutta da gustare, sia nei panorami, tanto aspri quanto originali, sia nelle specialità locali, assaggiate davvero a ogni fermata. 



La fine della Mita 2017 si avvicina, manca l'ultima tappa, non meno bella delle altre e da vivere fino in fondo. 

Sulla pagina Facebook Milano-Taranto 
( https://www.facebook.com/MilanoTaranto/ ) 

tutti gli aggiornamenti e la diretta social della maratona motociclistica.
SIDERURGIKATV Testata giornalista Registrata al Tribunale di Potenza. num. Reg. Stampa 470