Il CINEMA ITALIANO BELLA MOSTRA A VENEZIA 74


di Luciana Facchiano 

Lido di Venezia. In concorso alla 74 Mostra d’arte cinematografica di Venezia hanno fatto una buona impressione ben quattro opere prodotte in Italia: certamente quello di Paolo Virzì è stato maggiormente atteso: “The Leisure seeker”; il regista livornese ha diretto splendidamente due grandi interpreti non più giovanissimi come Donald Sutherland insieme ad Helen Mirren in viaggio sulle strade americane, alla ricerca di una fine vita che non fosse dolorosa per nessuno, né per loro né tantomeno per i figli.
Ha avuto miglior fortuna dal verdetto della giuria il film di Andrea Pallaoro (al suo secondo lungometraggio) dal titolo “Hannah” che ha premiato quale miglior interprete della mostra la grande Charlotte Rampling. Ancora in concorso troviamo quest’anno “Ammore e malavita” di Manetti Bros, che ha suscitato simpatie per l’originalità in chiave da sceneggiata di un tema tragicamente duro messo in luce da “Gomorra” e similari. Per chiudere con i film in concorso, per la cronaca, “Una famiglia” del catanese Sebastiano Riso, nel quale tratta delle tragedie legate alla vendita di neonati. Straordinario e applauditissimo il film di animazione diretto a più mani da Rak, Cappiello, Guarnieri e Sansone, “La gatta Cenerentola” , tratto dalla fiaba classica di Gianbattista Basile, e portata in teatro negli anni ’70 dalla Nuova compagnia di canto popolare, su scrittura di Robero De Simone. Sempre su Napoli sono il dramma e la spiritualità di un sacerdote gli elementi base vibranti nella angosciosa realtà della cosiddetta Terra dei fuochi nel film di Vincenzo Marra“L’equilibrio”. Molti sono gli esordi italiani alla 74^ Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia; soprattutto tanta Napoli, a dimostrazione, qualora ce ne fosse bisogno, di una certa prevalenza culturale, secolare diremmo, nel paese che si registra un po’ in tutte le arti. Ben quattro i film in concorso, dicevamo, e molte altre in altre sezioni come Orizzonti (con la Giuria presieduta da Gianni Amelio) dove è stato premiato proprio il bel film di Susanna Nicchiarelli, “Nico, 1988”, un film biografico sugli ultimi anni di vita della “sacerdotessa delle tenebre”, la cantante tedesca Christa Paffgen, musa di Andy Warhol. Per le Giornate degli Autori va segnalato di certo l’atteso film di Valentina Pedicini “Dove cadono le ombre”, nel quale si evidenzia una pagina oscura della storia europea del secolo scorso: la sistematica eliminazione della comunità zingara di etnia Jenish in Svizzera perpetrata per oltre cinquant’anni. Claudio Santamaria che ha pure presentato un suo cortometraggio, fa parte del cast del film “Brutti e cattivi” diretto da Cosimo Gomez. Ancora in questa sezione ha riscontrato un buon successo il film del salentino Edoardo Winspeare dal titolo “La vita in comune”, recitato in dialetto da attori non professionisti. Fra le Proiezioni speciali ha avuto un buon seguito di critica il film di D’Alessandro“Barbiana ‘65 la lezione di Don Milani” , nell’anno celebrativo dei 50 anni dalla sua scomparsa. Ha impressionato il film di Bruno Oliviero “Nato a Casal di Principe” dove si mette in luce il disagio di quei luoghi camorristici e la volontà mai sopita di volersi riscattare. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il film “Veleno” di Diego Olivares, inserito nella Settimana della Critica. Fuori concorso ha riscosso un buon successo di critica il film di Silvio Soldini “Il colore nascosto delle cose (Emma)” sull’amore fra un affermato professionista pubblicitario, Adriano Giannini, ed una terapeuta cieca ben interpretata da Valeria Golino. 

E’ stato gradito il ritorno a Venezia del sardo Salvatore Mereu con il corto “Futuro prossimo”; il regista è stato in passato ospite di una delle Mostre CinEtica tenute in Basilicata dal CineClub “V. De Sica”, con il suo film d’esordio presentato proprio a Venezia “Ballo a tre passi”, bellissimo.


Meteo



Reportage fotografico eventi

Interviste Redazionali

Contro-Video

Basilicata Sport

Reportage

Musica Live

Spettacoli e Teatro

Festival de Cinema di Venezia

Cultura

Sere d'Estate

Documentari sulla Basilicata

Basilicata Inchieste

Vivi il Medioevo

Scuola

Certamen Fortunato

Libriamoci

Sagra del Pecorino di Filiano

Basilicata Filmati inediti

Archivio Telecento

Eventi Filiano

Eventi Lavello

Eventi Rapone

Ruvo del Monte

Eventi Rionero in Vulture

Venosa

Brienza

Eventi Potenza

Eventi Rapolla

Eventi Melfi

Eventi Barile

Eventi Vaglio Basilicata

San Fele

Castel Lagopesole

Monticchio

Ripacandida

Atella

Acerenza

Palazzo San Gervasio

San Mauro Forte

Maschito

Ginestra

Pescopagano

Forenza

Altri Comuni della Basilicata

COLLEZIONE LIVE ROCK

COLLEZIONE LIVE ROCK

Etichette

Mostra di più
SIDERURGIKATV Testata giornalista Registrata al Tribunale di Potenza. num. Reg. Stampa 470