Passa ai contenuti principali

Segnalazione in Primo Piano: Tempi di Fraternità -Sommario Marzo

EDITORIALE

D. Lo Vetere - Sulla tenuta democratica della scuola
 pag. 3
CULTURE E RELIGIONI
E. Vavassori - Vangelo secondo Matteo (60)
 pag. 8
LISISTRATA
G. Codrignani - La rabbia, per non nominare l'odio
 pag. 5
IL MONDO VISTO DAGLI OCCHI DEI GIOVANI
 pag. 26
PAGINE APERTE
D. Minisini - Un confronto impietoso
 pag. 7
F. Cracolici, A. Navarra, L. Tussi - Sul problema nucleare
 pag. 11
R. Orizzonti - Un ragazzo all’ergastolo, pena disumana
 pag. 12
S. Luca - La coscienza nel corpo
 pag. 14
M.T. Messidoro - El Salvador: Palabras en fiesta
 pag. 16
R. Wolf - I giorni dell’Onnipotenza
 pag. 18
D. Pizzuti - Un arcivescovo per Napoli: oggi e domani
 pag. 24
L. Borghi - Quando il primo amore è altro
 pag. 25
L. Giario - Un uomo vero: in memoria di Bruno Volpi
 pag. 28
POSTA – AGENDA
 pag. 30
ELOGIO DELLA FOLLIA
 pag. 32


EDITORIALE
“Sì, ma gli stranieri?”.
Sulla tenuta democratica della scuola
di Daniele Lo Vetere

Se la scuola è un luogo privilegiato per verificare la tenuta democratica di un paese, da insegnante posso dire che abbiamo molte ragioni per essere preoccupati. Che si parli di Casa Pound, dell’Isis o dei fatti di Macerata, non pochi dei miei studenti (molti altri tacciono) ripetono inconsapevolmente quel rovesciamento retorico benaltristico
tipico della comunicazione odierna: sì, ma gli stranieri? Va bene, il fascismo è sbagliato (o «ha fatto delle cose sbagliate, altre però...»), ma questa “invasione”? Va bene, la violenza è sempre sbagliata, però a Macerata l’assassino (presunto…) di Pamela Mastropietro dopo due giorni era libero... . … continua sul numero a pag. 3 …

Tempi di Fraternita’
donne e uomini in ricerca e confronto comunitario
Autorizzazione del Tribunale di Torino n. 2448 dell’11/11/1974
Direttore responsabile Angela LANO

Abbonamento
normale         € 30 (estero € 50)
sostenitore    € 50 (solo Italia) più un abbonamento omaggio alla persona segnalata (risparmio € 10)
via e-mail       € 20 formato pdf (fornire codice fiscale)

Abbonamenti cumulativi - solo Italia
ADISTA con TdF                 € 92 (risparmio € 13)
CONFRONTI con TdF        € 69 (risparmio € 11)
ESODO con TdF                  € 52 (risparmio € 6)
MOSAICO DI PACE e TdF            € 54 (risparmio € 6)

MEZZI DI PAGAMENTO
· conto corrente postale 29466109 intestato a TEMPI DI FRATERNITA' via Garibaldi 13 - 10122 TORINO
· bonifico bancario IT60D 07601 01000 000029466109 - Poste italiane
· bonifico dall'estero IT60D 07601 01000 000029466109 - BIC BPPIITRRXXX - Poste italiane
· carte di credito e Satispay accettate sul nostro sito http://www.tempidifraternita.it/segreteria/abbonamenti.htm
confermando la sottoscrizione dell’abbonamento con una e-mail

PER RICHIEDERE NUMERI SAGGIO SENZA IMPEGNO:
tel. 347-4341767
fax 02-700 519 846

Gli abbonamenti scadono a dicembre: chi sottoscrive un nuovo abbonamento durante l’anno è autorizzato a versare la quota in proporzione alla rimanente durata dell’anno; in ogni caso per chi dovesse abbonarsi a prezzo pieno verso fine anno (abbonamento nuovo) gli verrà assegnata d’ufficio la scadenza a dicembre dell’anno successivo con abbuono degli ultimi numeri.

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Breve dialogo intorno al Presepe di Don Rocco

Rionero in Vulture. - A primo impatto appare come un’opera avveniristica, un’attesa che da primordiale riappare futurista. “Sì, perché le lampade richiamano l'Oriente ... l'assenza di statue ed immagini richiama l'Islam ... Forse un simbolo che Gesù è venuto al mondo per tutta l'umanità anche per i musulmani. Forse un messaggio di rinascita universale...” E’ quanto asserisce Lucia. “Prestando attenzione si sente la cascata della buona novella” ribatte Giovanna. “Da dove si capisce che è un presepe e non una installazione di quelle che vediamo a Venezia nella Biennale di Arte...?” Rammenta Donato. Certo, va visto dal vivo quel presepe che ha realizzato Don Rocco Di Pierro, nella Chiesa Mater Misericordia; eppure, sapendo che è in chiesa si intuisce che si tratta di un presepe... “E se fosse stato allestito in un museo cosa significherebbe? e se fosse stato in chiesa a Pasqua?” Ribatte ancora Donato. Tuttavia, offre una sensazione di quiete, luminosa, aurea per

Il lucano Francesco Di Silvio, produttore del film in concorso a Venezia "Rabin, the last day" di Amos Gitai

Lido di Venezia. E' lucano di Palazzo San Gervasio Francesco Di Silvio, il produttore del film "Rabin, The Last Day" di Amos Gitai, fra i più acclamati e possibile vincitore di un Premio importante alla 72. Mostra del Cinema di Venezia. Lunedì 7 settembre, alla prima del film in Sala Grande, era alle spalle del regista e dell'ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il quale ha scelto di venire alla Mostra solo per questo straordinario film; un opera necessaria per capire più a fondo le problematiche del conflitto israelo-palestinese, a partire dall'assassinio del premier Rabin avvenuto venti anni or sono.

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Cristìnia di Cristina di Lagopesole – Edizioni dell’Eremo

“L’arte dello scrivere è l’arte dello scoprire ciò in cui credi”. Lo scriveva Gustave Flaubert due secoli fa, e alquanto si addice alla maniera (tormentata e gioiosa) di scrivere di Cristina di Lagopesole, poetessa sacra ed innografa lucana, che ha appena dato alle stampe la sua ultima fatica letteraria dal titolo “Cristìnia”. Un’opera poetica dall’elegante veste grafica (come del resto lo sono anche le precedenti pubblicazioni), edita dalle Edizioni dell’Eremo – La Grafica Di Lucchio, Rionero in Vulture – 120 pagine ben illustrate e corredate di immagini sacre, che guidano il lettore nella storia e nella preghiera di Santi, Beati, Venerabili che portano il nome Cristina, declinato anche in altre lingue ed epoche storiche.    Incontriamo la poetessa – originaria di Rionero in Vulture – in procinto di recarsi nell’Eremo carmelitano da lei edificato, fra il castello federiciano di Lagopesole e il santuario del Carmine di Avigliano. È un testo molto importante su Santi e