Segnalazione in Primo Piano: Da Arezzo a Colli del Tronto: l’11 luglio la terza tappa della Milano-Taranto


Soste a Gubbio, Pievebovigliana, Servigliano e l’arrivo a Colli del Tronto Entusiasmo e allegria alle stelle: è iniziata così la terza tappa della Milano-Taranto.


La Mita oggi infatti è passata “da casa”, con il tragitto nell’Umbria del Motoclub Veteran San Martino di San Martino in Campo (Pg) che da 32 anni organizza la manifestazione. Dopo la partenza da Arezzo, i circa 160 concorrenti e i 30 assaggiatori si sono ritrovati subito in mezzo alle curve del percorso fino a Città di Castello e poi nella Strada della “Baucca” per arrivare a Gubbio.


Qui ad attenderli un’accoglienza a base di specialità esclusivamente locali: miele della Cooperativa Gubbio-Gualdo Tadino, tartufi Valli Francescane, cotica con le fave, formaggi locali, farro biologico e tutto il cuore e la passione di Fulvio Gastronomia: nel 2002 proprio gli eugubini hanno vinto il premio come miglior ristoro e sono certamente intenzionati a far il bis nel 2018. 


Prima della ripartenza c’è stata una sorpresa particolarmente gradita per i centauri: l’arrivo di Franco Sabatini, fondatore e patron della manifestazione, con l’amico di sempre, il campione Remo Venturi. Lasciata l’Umbria si è entrati in territorio marchigiano. 


Significativa in particolare la sosta a Pievebovigliana, con l’accoglienza del sindaco Massimo Citracca e di tutta l’amministrazione comunale, di Pro Pieve, del Motoclub Amatori Fuoristrada dei Sibillini - di cui era presente anche il presidente Pietro Scipioni - e della Protezione Civile che ha garantito che l’arrivo e la ripartenza si svolgessero in sicurezza. 


Il pensiero degli organizzatori dell’evento è andato in particolare ai bambini di Pievebovigliana ai quali è stato consegnato un piccolo dono. 



A riceverlo la maestra Paola Gerini insieme ad alcuni alunni e al primo cittadino che ha ringraziato la Mita per aver scelto dei luoghi troppo spesso dimenticati. 


Spuntino a base del tipico Ciauscolo e del pecorino, rigorosamente a chilometro zero, e poi via di nuovo in sella. Più tardi l’arrivo a Servigliano dove a occuparsi dell’accoglienza sono stati Comune, Proloco, il “Moto Club Guido Paci” e l’associazione “I Borghi più belli d’Italia”. 


Nel pomeriggio l’arrivo in hotel a Colli del Tronto, dopo una tappa relativamente breve, ma che non ha dato un attimo di sosta, tra montagne, laghi, panorami e mille curve. 


Domani, 12 luglio, ad attendere i “tarantini” - così vengono storicamente chiamati i concorrenti - c’è la quarta tappa, quella più lunga di questa 32esima edizione della maratona per moto d’epoca: da Colli del Tronto a Caserta, circa 400 chilometri di forti emozioni e di sano divertimento.




Meteo



Reportage fotografico eventi

Interviste Redazionali

Contro-Video

Basilicata Sport

Musica Live

Spettacoli e Teatro

Festival de Cinema di Venezia

Cultura

Sere d'Estate

Basilicata Inchieste

Vivi il Medioevo

Scuola

Sagra del Pecorino di Filiano

Basilicata Filmati inediti

Eventi Filiano

Eventi Lavello

Eventi Rapone

Eventi Rionero in Vulture

Venosa

Brienza

Eventi Potenza

Eventi Rapolla

Eventi Melfi

Eventi Barile

Eventi Vaglio Basilicata

Monticchio

Ripacandida

Atella

Acerenza

Palazzo San Gervasio

San Mauro Forte

Maschito

Ginestra

Pescopagano

Forenza

Altri Comuni della Basilicata

Live ClassicRock

Live ClassicRock

Etichette

Mostra di più
SIDERURGIKATV Testata giornalista Registrata al Tribunale di Potenza. num. Reg. Stampa 470