Segnalazione in Primo Piano: Da Milano a Padova: il 9 luglio la prima tappa della Milano-Taranto


Soste a Crema, Civilerghe di Mazzano, Riva del Garda, Schio, Galliera Veneta e infine l’arrivo a Padova Con un’importante novità, alla quale gli organizzatori e non solo tengono molto, è iniziata la Milano - Taranto 2018.

Prima della partenza si è tenuta infatti la cerimonia del Memorial Giovanni Agosti dedicato al concorrente morto a causa di un incidente durante la Mita del 1938. 


A Dermile Cipollini, che è stato pilota ufficiale Gilera in occasione di ben quattro Milano-Taranto storiche, è spettato il compito di effettuare le premiazioni che sono andate al Registro Storico Gilera, al pilota più giovane, Marco Fiorini, e al concorrente venuto da più lontano, Marc Mezey, di Hong Kong. 


Presenti anche il Presidente Club Vizzolo, Gaetano Buson, e gli autori del libro dedicato a Giovanni Agosti, Luciano Passoni e Domenico Parrotta. 



Prima della partenza i centauri sono stati inoltre salutati da Carlo Miodini, pilota ufficiale MotoBi, con 3 partecipazioni e 2 arrivi alla Milano-Taranto storica, che ha raccontato vicende incredibili, come di quando è tornato da Taranto su un camion di frutta o di quando ha guidato da Grottaglie a Taranto con mezzo manubrio. 


La mezzanotte tra l’8 e il 9 luglio è arrivata così senza quasi che ce se ne accorgesse e all’Idroscalo di Milano , a dare il via alla 32esima edizione della Mita sono stati il sindaco di Segrate, Paolo Micheli, e Giacomo Casartelli di Eicma. 



La prima fermata è stata a Crema dove l’accoglienza - organizzata dal Comune, dal Motoclub Crema e dal Centro Revisioni auto e moto Crema - non poteva essere migliore per inaugurare le tante soste che attendono i motociclisti nel lungo cammino che li condurrà all’arrivo al traguardo di Taranto, il 14 luglio: “fatto il pieno” di tante prelibatezze locali e dell’affetto e della goliardia tipiche del territorio, via di nuovo in sella. La nottata è stata allietata da un altro stop - e da un altro spuntino - a Civilerghe di Mazzano mentre, alcuni chilometri dopo, a rifocillare lo spirito dei “tarantini” è stata la meravigliosa veduta dell’alba sul Lago di Garda. 



Nella prima mattinata la maratona per moto d’epoca è arrivata a Schio, accolta dall’Historic Club Schio, nato nel 1991, federato ASI e che conta circa 1.500 soci: qui l’evento di motori più noto è il Motoraduno del Pasubio, nato nel 1934 e che nel ’39 ha portato ben 2.000 moto a 2.000m metri di altezza. In occasione del controllo orario della Milano-Taranto è stata rievocata la gara di regolarità del ‘26 Milano-Pasubio e ai concorrenti è stato donato un gagliardetto rievocativo. 



A salutare la Mita c’erano anche l’assessore allo Sport Aldo Munarini e gli sponsor Pulsar, Arco Profil e Most. Più tardi, a Breganze, il saluto all’amministrazione comunale e al Moto Club Laverda, mentre simpaticissima e gustosa è stata l’accoglienza della Proloco Galliera Veneta per l’ultimo controllo orario della giornata: poi l’arrivo di tappa a Padova per un po’ di meritato riposo. 




Domani, 10 luglio, per i centauri ci sarà l’ultima sosta in Veneto, a Lendinara: toccherà poi all’Emilia Romagna stupire i circa 160 avventurosi su due – o tre – ruote, mentre l’arrivo di tappa è previsto in Toscana, ad Arezzo.




Meteo



Reportage fotografico eventi

Interviste Redazionali

Contro-Video

Basilicata Sport

Musica Live

Spettacoli e Teatro

Festival de Cinema di Venezia

Cultura

Sere d'Estate

Basilicata Inchieste

Vivi il Medioevo

Scuola

Sagra del Pecorino di Filiano

Basilicata Filmati inediti

Eventi Filiano

Eventi Lavello

Eventi Rapone

Eventi Rionero in Vulture

Venosa

Brienza

Eventi Potenza

Eventi Rapolla

Eventi Melfi

Eventi Barile

Eventi Vaglio Basilicata

Monticchio

Ripacandida

Atella

Acerenza

Palazzo San Gervasio

San Mauro Forte

Maschito

Ginestra

Pescopagano

Forenza

Altri Comuni della Basilicata

Live ClassicRock

Live ClassicRock

Etichette

Mostra di più
SIDERURGIKATV Testata giornalista Registrata al Tribunale di Potenza. num. Reg. Stampa 470