Segnalazione in Primo Piano: FUTURE SHOCK N.78


La rivista della fantascienza umanistica
come spesso constatiamo, la fantascienza è oggetto di giudizi negativi: alcuni l'accusano di fomentare nel lettore «una capacità di odio senza redenzione, di odio allo stato puro» (Luigi Santucci); per altri, «è un'abbrutita stupidaggine, la scienza di cui si nutre è idiota» (Berbard De Voto).
Che si tratti di pregiudizi dovuti ad ignoranza, basta citare Umberto Eco che, in Apocalittici e integrati (1964), definì la fantascienza «una letteratura allegorica a sfondo educativo». Tuttavia, noi di «FUTURE SHOCK» non vogliamo nasconderci dietro un dito e sostenere che è tutto oro colato quello che luccica nel mondo della fantascienza: ci sono gli aspetti negativi, ma ci sono anche quelli positivi che in questo numero 78, versione on line di quella cartacea, cerchiamo di mettere in luce.
Due i capisaldi attorno a cui ruotano i diversi interventi: 1) lo shock del futuro causato dall'arrivo improvviso della scienza (shock culturale), di fronte al quale tanti popoli sono impreparati, cadendo in una grave crisi economica per la cui soluzione ricorrono allo strumento improvvido e disastroso dell'emigrazione di massa; 2) il messaggio umanistico della scienza, che è in grado, se correttamente inteso, di dare dignità a singoli e nazioni, ma che sistematicamente viene ignorato e soppiantato dall'arroganza scientista, come emerge dai saggi di Enrico Leonardi e di Guglielmo Piombini.
Buona lettura!
                                                                                                                                Antonio Scacco
Preciso che l'indirizzo e-mail a cui è stato inviato questo messaggio è stato reperito in siti web pubblici o comunque recuperato tra gli indirizzi di e-mail pervenuti all'indirizzo della nostra fanzine "Future Shock". In ottemperanza alla direttiva europea sulle comunicazioni on-line (direttiva 2000/31/CE), se non desiderate ricevere ulteriori informazioni e/o se questo messaggio vi ha disturbato, inviatemi una e-mail all'indirizzo: fantascienza.scacco@gmail.com , con oggetto: "cancellami". Ricordo che è ancora valida l'offerta-omaggio di Critica pedagogica della fantascienza, di Fantascienza umanistica (Primo Premio per la Saggistica 2014 - Città di Vecchiano), di Racconti del Venticinquennale e di Alieni, astronavi, robot... a quanti decidessero di sostenere "Future Shock"

Commenti