Passa ai contenuti principali

31 maggio Giornata Mondiale contro il Fumo


L’Irccs Crob in un video, a cura del dott. Aldo Cammarota, mostra gli effetti del fumo di sigaretta sui polmoni e invita a smettere di fumare 

Il 31 maggio è la data dedicata ogni anno alla lotta contro il fumo di sigaretta. Ogni anno l'Organizzazione Mondiale della Sanità e i partner in tutto il mondo celebrano la Giornata Mondiale senza Tabacco, evidenziando i rischi per la salute associati al consumo di tabacco e sostenendo politiche efficaci per ridurre il consumo di tabacco. La tematica di quest'anno è “il tabacco e la salute dei polmoni”. Respirare anche piccole quantità di fumo può danneggiare gravemente la salute. L’Irccs Crob partendo dalla tematica scelta per il 2019 per questa giornata di sensibilizzazione, ha inteso realizzare un video a cura del direttore del dipartimento dei servizi Aldo Cammarota, in cui si spiega la nocività del fumo per il corpo umano e in particolare per i polmoni. Nel video viene mostrato un esame diagnostico in cui si vede una sezione dei polmoni di un forte fumatore colpito da tumore. Il dott. Cammarota spiega i dati di incidenza della patologia legata fumo e i nuovi trend che vedono in aumento il consumo di sigarette da parte delle donne con implicazioni molto strette sull’aumento del rischio di contrarre il tumore al seno. Il video ha una durata totale di 4 minuti ed è reperibile sul sito dell’Istituto www.crob.it , sulla pagina YouTube accessibile anche dal sito, e sulla pagina facebook @irccscrob. L’invito dell’Irccs Crob rivolto a tutti i cittadini è di condividere il messaggio soprattutto con i fumatori. Tra i fattori di rischio che concorrono maggiormente alla perdita di anni vita in buona salute un posto di primo piano spetta al fumo di tabacco, riconosciuto dall'Oms come uno dei più gravi problemi di salute pubblica al mondo. Il fumo di sigaretta, infatti, è la principale causa di morte evitabile. Quasi 6 milioni di persone perdono la vita ogni anno per i danni da tabagismo e fra le vittime oltre 600.000 sono non fumatori esposti al fumo passivo cioè al fumo che viene inalato involontariamente da coloro che vivono a contatto con uno o più fumatori. Smettere di fumare è una scelta e l’impegno dell’Irccs Crob, non solo in questa giornata, è di sensibilizzare ed informare per scegliere consapevolmente una vita in salute.

Commenti

Post popolari in questo blog

Galleria Fotografica: Lavello. Miss Miss In4missima (19 Settembre 2020)

Segnalazione in primo Piano: Tornare ad incontrarsi. L’Associazione “Donne 99” di Tito si ritrova per ricominciare

In maggio ho raccontato la capacità dell’Associazione “Donne 99” di Tito di stare insieme e sostenersi con un gruppo su WhatsApp. Finalmente il 3 settembre, dalle 17,20 alle 18,30, con Luisa Salvia, presidente dell’Associazione, 12 “ragazze” dell’Associazione si sono ritrovate per riprendere le attività nella biblioteca comunale “Lorenzo Ostuni”. Con loro sono tornato io Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, per riprendere gli incontri del percorso #Unicef sulle emozioni “Non perdiamoci di vista” che avevamo interrotto nel mese di febbraio. Angela 1 e 2, le due Carmela, Serafina, Donata, Giovanna, Teresa, Lina, Maria, Luisa, in cerchio, con la mascherina e rispettando le distanze, hanno cominciato a raccontare, guardandosi finalmente negli occhi, i mesi del Covid. Certo si erano sentite a lungo per telefono e in videochiamate, si erano ritrovate in chiesa, al supermercato, ma avere tempo per raccontarsi guardandosi negli occhi, trovando le parole in un…

Schermi Riflessi: Intervento del Vescovo Diocesi di Melfi mons. Ciro Fanelli sull’importanza del Cinema

“Eccellenza, Le saremmo grati se potesse scrivere pochi righi sulla importanza del Cinema nella conoscenza di tematiche importanti come quelle trattate nella Mostra “Effetto Notte. Il cinema dei diritti negati” Un caro saluto. Armando Lostaglio” E’ quanto abbiamo chiesto a mons. CIRO FANELLI, Vescovo della Diocesi di Melfi Rapolla Venosa, intervenuto con un suo elevato dialogo alla proiezione del film dei Fratelli Dardenne “L’età giovane”, uno dei 4 film della Mostra “Effetto Notte. Il cinema dei diritti negati, promossa da ARCI, CineClub V. DE SICA – Cinit e Parrocchia SS. Sacramento, nell’ambito della Estate Rionerese sostenuta dal Comune con la ProLoco. Ecco il suo intervento: Il Cinema: uno strumento per una chiarificazione dell’esistenza La persona cresce nella sua umanità nella misura in cui si approccia alla realtà con la sua intelligenza (la ragione) e con la sua sensibilità (il cuore): ragione ed emozioni sono le grandi luci con le quali e…