Appuntamenti in Primo Piano: Roberto Cerè per la prima volta in Basilicata, protagonista delle “Giornate del Cinema Lucano a Maratea”


Considerato tra i 'life coach' più potenti e influenti nel mondo,
sarà premiato il 24 luglio
 
Si arricchisce di un altro importante tassello il mosaico della undicesima edizione delle Giornate del Cinema Lucano che si terrà dal 23 al 27 luglio a Maratea.
Roberto Cerè, uno dei 'life coach' più influenti a livello internazionale, sarà tra i protagonisti della serata del 24.  
Fondatore della Leadership Academy, il programma manageriale rivolto a imprenditori, liberi professionisti e marketing leader e Presidente del MICAP, il master di specializzazione in coaching ad alte prestazioni, i programmi formativi di Cerè sono seguiti da più di 100.000 persone, facendo di lui il primo coach italiano e il quarto mondiale per fatturato e numero di partecipanti.
Cerè - autore di best-seller come “Se vuoi puoi” e “Storie impossibili”, solo per citarne alcuni - sarà premiato per i suoi numerosi successi in campo professionale e per l’impegno profuso nel campo della solidarietà come Presidente della MICAP for Children Onlus: la Fondazione è impegnata ad aiutare – in Italia e nel mondo – quei bambini che sono stati abbandonati e traditi dalla vita contribuendo, per esempio, alla realizzazione di orfanotrofi in Tanzania, Kenya e Senegal, di progetti di inclusione sociale per bambini italiani con autismo e di spazi ad alta densità educativa in quartieri poveri d’Italia.
Siamo onorati di ospitare e premiare a Maratea una vera e propria eccellenza nel campo del coaching. La presenza di Roberto Cerè s’inserisce in quel percorso di valorizzazione delle eccellenze italiane, riconosciute e apprezzate in tutto il mondo, che il nostro Festival ha intrapreso convintamente negli ultimi anni”, dichiara Antonella Caramia, organizzatrice de ‘Le Giornate del Cinema Lucano a Maratea - Premio Basilicata 2019’, che aggiunge: “Un professionista di caratura internazionale, ma anche un filantropo impegnato in importanti campagne solidaristiche”.


Commenti