Passa ai contenuti principali

Segnalazione in primo Piano: Uscito il disco di Julien-François Zbinden Homage


Julien-François Zbinden Homage
Solo & Chamber Music 

È uscito di recente, a luglio 2019, il disco “ Julien-François Zbinden. Homage”, di Erminia Nigro (clarinetto), Giuseppe D'Amico (contrabbasso) e Lucrezia Merolla (pianoforte) registrato a Pietrapertosa (PZ), edito dalla casa discografica giapponese Da Vinci Publishing di Osaka. Il disco, che si apre con la frase: «Alcuni dicono che sono un composi tore neoclassico, altri un poeta. Penso di essere entrambi », è un omaggio ad uno dei compositori viventi e longevi (ha 101 anni) maggiormente iconici del novecento, che ha attraversato le varie fasi del secolo scorso mantenendo pressoché intatto il proprio linguaggio originale così come la propria poetica visionaria e giocosa al tempo stesso. I tre musicisti, due lucani e una pugliese, riescono a mettere in risalto in particolare quest'ultimo aspetto: accanto al Concerto per clarinetto Op. 87 e al Divertissement Op.10 per contrabbasso, viene proposta, infatti, una bella scelta di più piccole e brevi composizioni (Solissimo III, Homage à J. S. Bach e Blüthner Variationen Op.111) che sottolineano l'innata capacità di Zbinden di muoversi fluidamente in un vero mare di continui contrasti che vanno da dolci momenti di riflessione ad attimi di brutale aggressività. Info e contat Tel. Erminia Nigro 328 893 1353 Mail ermy.nigro@libero.it

Post popolari in questo blog

Segnalazioni in Primo Pino: Un romanzo di fantascienza italiana nato tra Lombardia e Basilicata

Un ragazzo del Sud mette a frutto le sue qualità informatiche per creare un mondo migliore dopo la morte di suo fratello, l’ennesima morte bianca. Un libro di fantascienza italiana, nato tra Lombardia e Basilicata. Il quadro è Milano ed il suo hinterland, ma anche Gallarate che gravita come la Luna intorno al suo aeroporto internazionale di Malpensa, con i suoi mille voli giornalieri. Tutto parte al Sud, in terra lucana. Rocco “rappresenta” un po’ tutti i ragazzi buoni d’Italia: volenterosi, intelligenti e umili. Dopo la morte del fratello, a causa di un incidente sul lavoro, l’ennesima morte bianca , decide, ormai trent’enne, di riscriversi all’Università e dedicarsi allo studio dell’Intelligenza Artificiale . Finalmente potrà usare le sue innate qualità. Il progetto per lui è chiaro sin dall’inizio, ma quello che gli succederà andrà oltre quanto preventivato, portandolo ai bordi dell’Universo e prendendo contatto con una specie aliena, i SyborgX. Rocco non compi

Le migliori vignette sulla vittoria di Donald Trump alle elezioni Usa

Reportage. In questo momento nel mondo: Norvegia, Fiji, Scozia, Thailandia