Passa ai contenuti principali

Segnalazioni: Boom di ascolti su Raiuno per le "Giornate del Cinema Lucano" a Maratea

Per Timpone "la kermesse di Maratea e la produzione di 'No time to die' in corso a Matera sono le più grandi vetrine per il turismo lucano" 

 “Sono convinto che il festival di Maratea, assieme al film 'No time to die', dedicato a James Bond, che viene girato in questi giorni a Matera siano le vetrine piu’ importanti che la Basilicata abbia mai avuto sul piano turistico”. Così Nicola Timpone, responsabile marketing della Lucana Film Commission, commenta lo straordinario successo ottenuto dallo Speciale Top dedicato a “Le Giornate del Cinema Lucano a Maratea - Premio Internazionale Basilicata 2019”, andato in onda sabato scorso, su Raiuno e seguito da mezzo milione di telespettatori, che hanno consentito alla rete ammiraglia della Rai di battere l’agguerrita concorrenza di tutte le altre reti. “Basti pensare che per la realizzazione della pellicola dedicata a 007, che sarà vista da oltre 150milioni di persone nel mondo solo nelle sale cinematografiche, senza contare il circuito dell’home cinema e degli altri canali distributivi - evidenzia Timpone - sono previsti 12 milioni di euro di investimento sulla città”. Per Timpone si tratta di “una ricaduta straordinaria per tutto il territorio lucano”. Nel corso del programma Rai, sono state proposte interviste esclusive ai grandi protagonisti dell’edizione appena conclusa, su cui spiccava l’attore hollywoodiano Richard Gere, protagonista anche di una masterclass. Soddisfazione è stata espressa anche da Antonella Caramia, organizzatrice della sempre più importante kermesse marateota. “Siamo molto contenti che la trasmissione abbia ottenuto un riscontro così alto in termini di ascolti e di gradimento da parte del pubblico – ha sottolineato - la puntata del programma ideato da Angelo Mellone ha saputo racchiudere al meglio l’undicesima edizione della nostra manifestazione dedicata alla settima arte, valorizzando allo stesso tempo, nel migliore dei modi, il nostro territorio”.

Commenti

Post popolari in questo blog

Segnalazioni in Primo Pino: Un romanzo di fantascienza italiana nato tra Lombardia e Basilicata

Un ragazzo del Sud mette a frutto le sue qualità informatiche per creare un mondo migliore dopo la morte di suo fratello, l’ennesima morte bianca. Un libro di fantascienza italiana, nato tra Lombardia e Basilicata. Il quadro è Milano ed il suo hinterland, ma anche Gallarate che gravita come la Luna intorno al suo aeroporto internazionale di Malpensa, con i suoi mille voli giornalieri. Tutto parte al Sud, in terra lucana. Rocco “rappresenta” un po’ tutti i ragazzi buoni d’Italia: volenterosi, intelligenti e umili. Dopo la morte del fratello, a causa di un incidente sul lavoro, l’ennesima morte bianca , decide, ormai trent’enne, di riscriversi all’Università e dedicarsi allo studio dell’Intelligenza Artificiale . Finalmente potrà usare le sue innate qualità. Il progetto per lui è chiaro sin dall’inizio, ma quello che gli succederà andrà oltre quanto preventivato, portandolo ai bordi dell’Universo e prendendo contatto con una specie aliena, i SyborgX. Rocco non compi

Reportage. In questo momento nel mondo: Norvegia, Fiji, Scozia, Thailandia

Le migliori vignette sulla vittoria di Donald Trump alle elezioni Usa