Passa ai contenuti principali

Reportage: Brasile, faccia a faccia con l'anaconda: il serpente nuota a due passi dal sub

12 set 2019 
Bartolomeo Bove, shark diver professionista e videografo subacqueo, ha vissuto un'esperienza mozzafiato durante un'immersione nel fiume Formoso, in Brasile. Il ragazzo, insieme a un collega, ha nuotato a pochi metri da un anaconda gigante e ha filmato l'incontro con la propria telecamera. "Quella che si vede nel video è un'esemplare femmina di 7 metri e di circa 90 chili di anaconda verde, la più grande fra le 4 specie di anaconda", ha raccontato Bove. "Il serpente nuota calmo e tranquillo, completamente indifferente alla nostra presenza, a volte si avvicina incuriosito dalla telecamera leccando la lente. Il suo comportamento sfata il mito secondo il quale l'anaconda sia una creatura aggressiva e violenta che può mettere in pericolo la vita delle persone. Certamente si tratta di un animale predatore molto forte e il più grande tra tutti i serpenti che può reagire se si sente minacciato o infastidito, quindi è comunque da trattare sempre con molto rispetto". . .Video di Bartolomeo Bove

Commenti

Post popolari in questo blog

Galleria Fotografica: Lavello. Miss Miss In4missima (19 Settembre 2020)

Segnalazione in primo Piano: Tornare ad incontrarsi. L’Associazione “Donne 99” di Tito si ritrova per ricominciare

In maggio ho raccontato la capacità dell’Associazione “Donne 99” di Tito di stare insieme e sostenersi con un gruppo su WhatsApp. Finalmente il 3 settembre, dalle 17,20 alle 18,30, con Luisa Salvia, presidente dell’Associazione, 12 “ragazze” dell’Associazione si sono ritrovate per riprendere le attività nella biblioteca comunale “Lorenzo Ostuni”. Con loro sono tornato io Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, per riprendere gli incontri del percorso #Unicef sulle emozioni “Non perdiamoci di vista” che avevamo interrotto nel mese di febbraio. Angela 1 e 2, le due Carmela, Serafina, Donata, Giovanna, Teresa, Lina, Maria, Luisa, in cerchio, con la mascherina e rispettando le distanze, hanno cominciato a raccontare, guardandosi finalmente negli occhi, i mesi del Covid. Certo si erano sentite a lungo per telefono e in videochiamate, si erano ritrovate in chiesa, al supermercato, ma avere tempo per raccontarsi guardandosi negli occhi, trovando le parole in un…

Schermi Riflessi: Addio a Walter Golia

Nella primavera del 2006 dopo un certosino lavoro di raccolta fondi (23 tra istituzioni pubbliche, 11 Comuni lucani, Regioni, Proloco, Comunità montane, Associazioni culturali, il CineClub De Sica-Cinit di Rionero, la famiglia Doino; qui e nel Limburg in Belgio, aziende, la Fiat Sata di Melfi...) il film si concretizza: siamo a Bella nella sala consiliare del Comune e stiamo provinando bambini in quantità per formare la classe di quinta elementare che vedremo spesso nel film nella parte lucana, sotto l'abile e amorosa cura del maestro, interpretato magistralmente da Ulderico Pesce. Abbiamo soprattutto da trovare piccoli interpreti per quattro ruoli sfaccettati, Armando, Egidio, Vito e Mario. Armando ed Egidio ci saranno in tutto il film, in Lucania e nel Limburg. Quello che mi fa tremare i polsi è trovare l'interprete di Armando, il figlio più giovane di Michele Acucella (Franco Nero) e di Vitina (Valeria Vaiano), che lo dovrà raggiungere in Belgio, a ricongiungers…