Passa ai contenuti principali

Schermi Riflessi: Armando Lostaglio nel documentario Venezia 4 Settembre


Festeggiare il proprio compleanno a Venezia é il sogno di ogni cinefilo. Festeggiare il proprio compleanno a Venezia per 30 anni di seguito é un sogno degno di essere raccontato in un documentario. Felice Vino, regista di origine lucana, porta sul grande schermo Armando Lostaglio nel documentario Venezia 4 Settembre.


Non si tratta solo della storia di un appuntamento trentennale, ma anche quella di un vero e proprio amore per il Cinema, con la C maiuscola. Venezia é infatti la più antica e prestigiosa Mostra del mondo. Il Festival per antonomasia, nel quale si susseguono gli attori e i registi più illustri, i film dei quali si parlerà per tutto l'anno seguente. Quelli che rimarranno nella storia. In altre parole, Venezia é "Luogo dell'anima e dell'amore che contagia anche gli altri ambiti". Venezia 4 Settembre raccoglie le riflessioni di Lostaglio, critico cinematografico lucano di Rionero in Vulture.
A tal punto innamorato della Mostra da coinvolgere non solo gli appassionati del CineClub De Sica, che ha fondato con altri amici e che dirige da anni in Basilicata, ma anche i più giovani, università, scuole e carceri. Il documentario é quindi arricchito dalle testimonianze di coloro che hanno condiviso con Armando questo viaggio lungo trent'anni: molti dei compagni di viaggio conosciuti al Lido. Girato nel 2018, grazie alla curiosità del produttore Gerardo Graziano per il critico lucano, Venezia 4 Settembre vuole raccontare chi ha partecipato a questo momento di formazione fondamentale. Chi ha festeggiato ogni anno la speciale data insieme ad Armando Lostaglio. Chi è accomunato da quella passione viscerale, chiamata Cinema. Appuntamento all'Excelsior, cuore pulsante della Mostra, nella sede della Fondazione Ente dello Spettacolo martedì 3 settembre ore 17,45. 

 Giorgia Colucci

Commenti

Post popolari in questo blog

Galleria Fotografica: Lavello. Miss Miss In4missima (19 Settembre 2020)

Segnalazione in primo Piano: Tornare ad incontrarsi. L’Associazione “Donne 99” di Tito si ritrova per ricominciare

In maggio ho raccontato la capacità dell’Associazione “Donne 99” di Tito di stare insieme e sostenersi con un gruppo su WhatsApp. Finalmente il 3 settembre, dalle 17,20 alle 18,30, con Luisa Salvia, presidente dell’Associazione, 12 “ragazze” dell’Associazione si sono ritrovate per riprendere le attività nella biblioteca comunale “Lorenzo Ostuni”. Con loro sono tornato io Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, per riprendere gli incontri del percorso #Unicef sulle emozioni “Non perdiamoci di vista” che avevamo interrotto nel mese di febbraio. Angela 1 e 2, le due Carmela, Serafina, Donata, Giovanna, Teresa, Lina, Maria, Luisa, in cerchio, con la mascherina e rispettando le distanze, hanno cominciato a raccontare, guardandosi finalmente negli occhi, i mesi del Covid. Certo si erano sentite a lungo per telefono e in videochiamate, si erano ritrovate in chiesa, al supermercato, ma avere tempo per raccontarsi guardandosi negli occhi, trovando le parole in un…

Schermi Riflessi: Intervento del Vescovo Diocesi di Melfi mons. Ciro Fanelli sull’importanza del Cinema

“Eccellenza, Le saremmo grati se potesse scrivere pochi righi sulla importanza del Cinema nella conoscenza di tematiche importanti come quelle trattate nella Mostra “Effetto Notte. Il cinema dei diritti negati” Un caro saluto. Armando Lostaglio” E’ quanto abbiamo chiesto a mons. CIRO FANELLI, Vescovo della Diocesi di Melfi Rapolla Venosa, intervenuto con un suo elevato dialogo alla proiezione del film dei Fratelli Dardenne “L’età giovane”, uno dei 4 film della Mostra “Effetto Notte. Il cinema dei diritti negati, promossa da ARCI, CineClub V. DE SICA – Cinit e Parrocchia SS. Sacramento, nell’ambito della Estate Rionerese sostenuta dal Comune con la ProLoco. Ecco il suo intervento: Il Cinema: uno strumento per una chiarificazione dell’esistenza La persona cresce nella sua umanità nella misura in cui si approccia alla realtà con la sua intelligenza (la ragione) e con la sua sensibilità (il cuore): ragione ed emozioni sono le grandi luci con le quali e…