Passa ai contenuti principali

Eventi 2019: Conclusa la Partecipazione delle Forze Armate a Matera2019


GRANDE INTERESSE PER LA CULTURA DELLA DIFESA Matera “ Capitale Europea della Cultura 2019 ”, è stata per un fine settimana anche la capitale della “ Cultura della Difesa ”, con le Forze Armate che hanno presentato un programma ricco di eventi per far conoscere la realtà militare e le molteplici attività svolte quotidianamente al servizio della collettività. Un flusso ininterrotto di visitatori ha interagito con il personale di Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri che ha illustrato caratteristiche e peculiarità attraverso mostre di mezzi ed equipaggiamenti in uso, conferenze tematiche, una mostra fotografica “365 - Un Anno con le Forze Armate” ed una ricca esposizione dell’editoria militare. Numerose sono state le iniziative presentate nel monumentale Ex Ospedale S. Rocco, sede principale dell'evento, dove i tantissimi visitatori hanno avuto la possibilità di provare simulatori di motociclette, di una barche a vela e del caccia Eurofighter, oltre a poter vedere e conoscere i reparti delle Forze Armate che offrono servizi alla collettività, fra i principali temi: antisabotaggio, ricerca e soccorso nelle calamità naturali, previsioni meteo e risoluzione dei casi mediante la simulazione della “scena del crimine”. Non si è assolutamente dimenticato l'ambiente, con uno stand dedicato alla biodiversità e al riciclo della plastica per evitare di disperderla nell'ambiente. Oltre a queste attività stanziali, notevole successo hanno riscontrato gli eventi svolti all'esterno dell'Ex Ospedale San Rocco: esibizione di team cinofili per la ricerca di materiale esplosivo con relativa neutralizzazione, l’esibizione della Fanfara del 7° Reggimento Bersaglieri e il concerto della Banda Musicale dell'Aeronautica Militare. Inoltre, il 21 settembre un picchetto interforze, a Piazza Vittorio Veneto, e il sorvolo delle Frecce tricolori hanno reso un doveroso e sentito omaggio alla celebrazione del 76° anniversario dell'insurrezione di Matera contro l'oppressione nazifascista ed ai suoi caduti. I più di 20mila visitatori, nel solo ex ospedale San Rocco, che con la loro presenza hanno voluto testimoniare, oltre alla curiosità nei confronti delle attività del ”mondo con le stellette”, anche un sincero apprezzamento per il lavoro dei militari svolto quotidianamente al servizio del Paese. Grazie Matera. #UnaForzaPerilPaese #CulturadellaDifesa

Commenti

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi: Addio a Walter Golia

Nella primavera del 2006 dopo un certosino lavoro di raccolta fondi (23 tra istituzioni pubbliche, 11 Comuni lucani, Regioni, Proloco, Comunità montane, Associazioni culturali, il CineClub De Sica-Cinit di Rionero, la famiglia Doino; qui e nel Limburg in Belgio, aziende, la Fiat Sata di Melfi...) il film si concretizza: siamo a Bella nella sala consiliare del Comune e stiamo provinando bambini in quantità per formare la classe di quinta elementare che vedremo spesso nel film nella parte lucana, sotto l'abile e amorosa cura del maestro, interpretato magistralmente da Ulderico Pesce. Abbiamo soprattutto da trovare piccoli interpreti per quattro ruoli sfaccettati, Armando, Egidio, Vito e Mario. Armando ed Egidio ci saranno in tutto il film, in Lucania e nel Limburg. Quello che mi fa tremare i polsi è trovare l'interprete di Armando, il figlio più giovane di Michele Acucella (Franco Nero) e di Vitina (Valeria Vaiano), che lo dovrà raggiungere in Belgio, a ricongiungers…

Galleria Fotografica: Lavello. Miss Miss In4missima (19 Settembre 2020)

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il ferro battuto di Pietro Lettieri

Arte e cultura: da Rapone a Londra e Dubai  Rapone. L’idea nasce da Marianna Pinto, una giovane manager di Rapone, da alcuni anni attiva con una grande azienda a Londra. Gira molto per l’Europa e non soltanto, dopo gli studi svolti a Bologna. E’ dunque intenzionata ad esportare il made in Italy, in particolare “una antica arte m a allo stesso tempo nuova che in Italia sta scomparendo: sculture e quadri ed elementi di interior design in ferro battuto.” Il fulcro della galleria e un artigiano/artista di Rapone, Pietro Lettieri in arte Pie.