Passa ai contenuti principali

Segnalazioni in Primo Piano: Volti diVersi. Poesia a Mola di Bari. CS


Due le serate, quattro le coppie di poeti, infinite le sfumature poetiche. Tre le associazioni che hanno collaborato all’ideazione e alla realizzazione “Volti diVersi”: Alma Terra, In Folio e Pro Loco Mola di Bari con il patrocinio del Comune di Mola di Bari.
“Volti diVersi” è un appuntamento imperdibile con l’ars poetica, che mira a valorizzare le eccellenze artistiche del nostro territorio. Un evento a più voci che vedrà otto poeti pugliesi confrontarsi a coppia e dialogare sulle loro produzioni, sulla loro visione del mondo e della poesia.
I versi divengono, così, non solo vettore di significati e di suoni, ma anche di promozione culturale e civile, nobile strumento per educare alla bellezza.
“Volti diVersi – Due serate di poesie e poeti” avrà luogo sabato 19 e domenica 20 ottobre, alle ore 19:00, nella suggestiva location del Castello Angioino Aragonese di Mola di Bari.
Interverranno: Elena Diomede e Paolo Amoruso, Rosa Colella e Pippo Marzulli (19 ottobre); Lucia Diomede e Gianni Antonio Palumbo, Dina Ferorelli e Nicola De Matteo (20 ottobre).
Le serate saranno allietate da intermezzi musicali a cura di Miriana Patruno e Tommaso La Notte.
Modererà Marcello D’Ursi. L’ingresso è libero.
L’iniziativa poetica “Volti diVersi”, di respiro fortemente culturale, vuole costruire le premesse per la realizzazione di un appuntamento annuale con la poesia e con i poeti del nostro territorio, apprezzati anche al di fuori della Puglia, che in molti casi hanno all’attivo diverse pubblicazioni e che sono molto attivi nei loro territori per la promozione della cultura e della poesia. Nelle due serate, ciascuno dei poeti, in coppia, proporrà al pubblico, leggendole, alcune delle proprie opere e le discuterà con l’altro poeta e col pubblico. Darà principio a questo confronto la lettura di un testo di un autore “maggiore” molto caro al poeta, il quale spiegherà le ragioni che lo hanno condotto a questa scelta.
Le serate poetiche saranno anche inframmezzate da interventi musicali.


Le associazioni
Alma Terra
In folio
Pro Loco Mola di Bari

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Nazzareno e la disciplina della terra

Rionero in V. - “ Bisogna toccare la terra - scriveva Tolstoj - solo con il lavoro agricolo può aversi una vita razionale, morale. L’agricoltura indica cos’è più e cos'è meno necessario. Essa guida razionalmente la vita. ”    Sovviene questo verso nel ricordare quanto lavoro ha fatto e continua a fare Nazzareno, fra le persone più colte che si possano incontrare. E’ un tenace e rigoroso contadino, che conosce le stagioni e il perché di ogni frutto che spunta dalla terra. Quante volte gli abbiamo chiesto di raccontarlo davanti ad una telecamera, per lasciare un segno tangibile, ma per umiltà e discrezione non ha mai voluto farlo. E’ portatore di una cultura che sa raccontare con un linguaggio forbito, pressoché inusuale per quella generazione. Un sapere che viene da lontano, da ragazzo, e che non conosce confini perché sa rispettare la natura e i suoi cambiamenti. Proprio come si fa con gli uomini. Nazzareno sa cogliere con mitezza ogni percezione che la terra sa emanar

📰 Segnalazioni in Primo Piano: “Il ritratto dell’anima” di Carmen Piccirillo di Michele Libutti

  “...a volte l’amore non finisce...ma le anime sanno, ancor prima delle menti, quando è il momento di riavvicinarsi...; ...alcune imprevedibilità non sono casuali. A volte può esserci lo zampino di Dio...che mette in atto una serie di eventi...” Queste sono solo alcune delle tante esternazioni che la nostra Carmen ci prospetta con una semplicità...”dell’anima”. E non potendo citarle tutte, ricorderemo il dialogo tra il tassista e la signora russa, di cui accenneremo ancora e da cui emerge che il primo rifiuta inspiegabilmente il compenso dalla seconda che ha accompagnato nel suo giro...Anche nella storia di Gionatan, il nonno Fausto e la signora Giada si nota una insolita indisponibilità ad accettare denaro per un lavoro che Fausto consegna alla signora Giada. Ma c’è anche “Dall’altra parte del recinto”, “Gli alieni sulla terra”, L’artista Fabio”. I temi sono tanti e finiscono e si riassumono tutti in una osservazione di Carmen, fatta durante una conversaz

📕 Autori: La paura e la speranza di Carmen Piccirillo

La paura e la speranza. Mi fa paura la cattiveria   quella gratuita   quella che   ferisce la delicatezza   che lede l'interiorità   Mi fanno paura le parole   di chi non le ascolta   di chi non si ascolta   Mi fa paura l'insensibilità   quella di chi pensa   che gli altri non abbiano un'anima   Mi fa paura il giudizio affrettato   di chi punta un dito  e non analizza se stesso   Ma riprendo il coraggio   quando guardo il cielo   con il suo colore   per andare oltre   per guardare altrove   oltre uno schema   oltre un problema   Perché confronto   il limite con l'infinito   L'infinito mi salva!   Carmen Piccirillo