Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: Storie Parallele – Festival del cinema documentario II Edizione Salandra (MT), 25-26-27 Ottobre 2019


Ritorna il Festival Storie Parallele a Salandra (MT), con la direzione artistica del Regista Nastro d’argento 2015 Nicola Ragone e sostenuto da Fargo Produzioni, in collaborazione con il Comune di Salandra e il Forum delle Associazioni. Il concorso internazionale (sezioni miglior cortometraggio, miglior fotografia e miglior montaggio) presenterà una selezione di 8 documentari brevi. Due le produzioni lucane scelte: Scaramucce di Alfredo Chiarappa e Il canto popolare di Tricarico di Paolo e Giuseppe Fedele.


Nella selezione anche Da teletorre 19 è tutto!, interessante opera del regista pluripremiato Vito Palmieri e due opere dall’estero: lo short doc spagnolo Paco Fin e il cubano Los viejos heraldos. Completano i titoli in concorso Oltre gli argini, di Mina Frau, Sophia Perin e Italo Massari, Happy Today di Giulio Tonincelli e Autonati! From Liguria to Venice, di Camilo Valdez. Due giorni di proiezioni, ma non solo: dibattiti, libri, cammini. Si comincia venerdì alle 19 con un talk dal titolo Dalla dimenticanza alla resilienza: dialoghi sul luogo ideale, a cura di Sergio Ragone, autore della collana “I luoghi ideali” (Editrice Universosud). Sabato sarà il momento di un’utile discussione sulla produzione cinematografica con Francesco Lattarulo, di Mediterraneo cinematografica. Chiude la serata il talk Non-luoghi. Memorie di viaggio in Nagorno, a cura di Carmine Cassino. Presidente della giuria sarà Daniele Stocchi, giovane regista vincitore del Globo d’oro 2018 con il cortometraggio Stai sereno. Con lui il direttore artistico del Lucania film festival Rocco Calandriello e l’attrice russa Ania Rizzi Bogdan. Tra gli extra, le proiezioni dei documentari Robert Vignola: da Trivigno a Hollywood, Di Giuliana Muscio e Sara Lorusso (venerdì alle 22) e Vado verso dove vengo, di Nicola Ragone (sabato, ore 20).


Due le novità della seconda edizione: il Cammino dei calanchi di domenica 27 ottobre, un percorso che inizierà con una colazione collettiva in Piazza San Rocco e che proseguirà per le vie del centro storico fino ad inoltrarsi tra i calanchi e le mulattiere del territorio salandrese. Un percorso che porterà i camminatori fino alla valle della Salandrella, dove potranno assistere alle performance di Giuseppe Ragone, Daniele Onorati e Ania Rizzi Bogdan. Seconda novità sarà il progetto di residenza artistica Home, che accompagnerà il weekend festivaliero per poi proseguire anche nei giorni eguenti. La residenza mira ad indagare sul concetto di casa, appartenenza, origine, nascita e partenza. Quattro artisti nazionali e internazionali saranno coinvolti e ospitati per un periodo di ricerca nel borgo dell’entroterra lucano. Al termine della residenza gli artisti si esibiranno in pubblico con una serie di output artistici, visivi e performativi. Gli argomenti di ricerca saranno la Tragedia Sacra Adamo caduto, scritta da Serafino da Salandra e la Magia bianca. Gli artisti ospiti Salandra avranno a disposizione alcune case abbandonate del centro storico per esibirsi e trasformarle in spazi scenici deputati agli spettacoli. Gli output artistici saranno il frutto del percorso di sperimentazione e di ricerca che i performers compiranno sul luogo e nei laboratori con la comunità degli abitanti. 

 Storie Parallele - Festival del cinema documentario 
https://it-it.facebook.com/storieparallele.filmfestival

Commenti

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il ferro battuto di Pietro Lettieri

Arte e cultura: da Rapone a Londra e Dubai    Rapone. L’idea nasce da Marianna Pinto, una giovane manager di Rapone, da alcuni anni attiva con una grande azienda a Londra. Gira molto per l’Europa e non soltanto, dopo gli studi svolti a Bologna. E’ dunque intenzionata ad esportare il made in Italy, in particolare “una antica arte m a allo stesso tempo nuova che in Italia sta scomparendo: sculture e quadri ed elementi di interior design in ferro battuto.” Il fulcro della galleria e un artigiano/artista di Rapone, Pietro Lettieri in arte Pie.

📰 Segnalazioni in Primo Piano: Intervista al musicista rionerese EDOARDO CARDONE

Edoardo Cardone, musicista 29enne di Rionero in Vulture, ha un vasto excursus artistico-musicale: A 12 anni inizia a studiare chitarra classica con il maestro Dino Rigillo; successivamente abbandona gli studi classici e si dedica allo studio della chitarra elettrica da autodidatta; nel 2010 studia armonia, ear-training e solfeggio con la maestra Lisa Preziuso; nel 2012 inizia il percorso di studi presso il Modern Music Insitute dove studia chitarra moderna ad indirizzo Rock/Fusion con il maestro Mirco Di Mitrio ed il presidente Alex Stornello approfondendo lo studio della chitarra elettrica, armonia avanzata a 360° e contemporaneamente studia HD recording con Andrea Pellegrini e Davide Rossi; nel 2018 si diploma al Modern Music Institute con il massimo dei voti; diventa insegnante abilitato MMI INTERNATIONAL e i suoi corsi di chitarra si svolgono presso la scuola di musica Rockin’Rio a Rionero in Vulture che è l’unico centro abilitato MMI in Basilicata e  la formazione è aperta a tutt

📰 Segnalazioni in Primo Piano: LA DOTT.SSA STEFANIA LAMANNA: PEDIATRA E SCRITTRICE

La dottoressa Stefania Lamanna rappresenta da tantissimi anni un punto di riferimento importante nel mondo della Pediatria dell’intera zona del Nord Basilicata. Svolge la sua professione con competenza e professionalità dal 1993, assistendo all’evoluzione generazionale di tutti i bambini e delle mamme mettendo a confronto l’epoca precedente e questa, denotando tante differenze sorprendenti, riferisce infatti di aver notato, nella società attuale, una prevalenza di digitalizzazione (soprattutto sotto l’aspetto dei social) piuttosto che aggregazioni interpersonali più partecipate e più vive. Con tutta se stessa si è sempre prodigata in prima persona per curare i bambini in maniera dettagliata, attenta, e soprattutto per ‘’educare’’ le mamme per quanto riguarda l’approccio psicologico, di educazione ed abitudine dei lori figli. La dott.ssa Lamanna sottolinea l’importanza di seguire oculatamente i bambini da 0 a 16 anni circa, affermando che secondo il suo parere professionale ogni