Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: ll cortometraggio Soffio” di Nicola Ragone, prodotto da Labirinto Visivo e distribuito da Zen Movie, in concorso al Riff – Rome Indipendent Film Festival


Domenica 17 novembre al Nuovo cinema L’Aquila di Roma ci sarà l’anteprima del nuovo cortometraggio Soffio, firmato dal regista lucano Nicola Ragone, già Nastro d’argento 2015 con Sonderkommando . Il cortometraggio è prodotto da Giovanni Rosa per Labirinto Visivo e distribuito da Zen Movie, con la fotografia in pellicola di Daniele Ciprì e l’interpretazione dell’attrice, Premio UBU, Lucrezia Guidone. Tratto da una storia realmente accaduta in Iran, il cortometraggio mira a raccontare gli attimi di vita di una donna, soffio di un’esistenza che continua a pulsare.

È il ritratto di una vicenda senza tempo, girato nel carcere abbandonato di Irsina (MT). Il lavoro ha una matrice altamente sperimentale e poetica, attraverso una ricerca visiva e fotografica avvalorata dall’utilizzo della pellicola Kodak 35 mm e delle lenti Cooke S4. Soffio è un racconto muto che ricerca la libertà, indagando sull’identità di ognuno, sull’essere e il non essere, è un orizzonte in cui la parola non ha la forza di esistere e lascia spazio al silenzio. Un flusso quotidiano, crepuscolare, fatto di piccoli gesti. Momenti, attimi, respiri e pensieri contraddittori, dove il bianco convive con il nero e il giudizio resta sospeso.



E’ la ricerca della leggerezza di ogni esistenza, di una donna che cerca di nobilitare il tempo che ha, vivendo i suoi desideri, cercando di esplorare con l’immaginazione quello che non potrà essere, guardandosi nell’acqua, tentando di riconoscersi. Senza tempo e senza luogo, Soffio tenta di ricalcare in poche linee un autoritratto sbiadito che ha la volontà di restare, di imprimersi nel tempo, urlando al mondo che una rinascita esiste nel cuore di ognuno, che la forza dello spirito può combattere il soffocamento, la mancanza d’aria e l’assenza di luce. Una storia tristemente reale, vera che sconvolge e lascia increduli, che necessita raccontare per poter guardare il mondo e capirne la sua natura. Queste le note di regia di Nicola Ragone. La realizzazione del cortometraggio è opera della factory audiovisiva Labirinto Visivo, di ritorno dal successo del suo ultimo film “Le canzoni”, premiato a GZDOC 2017, il Festival Internazionale del Documentario di Guangzhou (Cina). La casa di produzione lucana, nata nel 2011 dall'unione di diverse competenze nell'ambito della ricerca visiva e sonora, riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, lavora dal 2011 nel campo dell’ideazione e della realizzazione di cortometraggi e documentari d'autore. Fondamentale sarà inoltre l’apporto tecnico e creativo di un riconosciuto maestro della cinematografia come Daniele Ciprì, dop per registi come Bellocchio, Roberta Torre e Sabina Guzzanti, che in coppia con Franco Maresco ha realizzato programmi storici quali “Cinico Tv” e lungometraggi come “Lo zio di Brooklyn”, “Totò che visse due volte” e “Il ritorno di Cagliostro”. Tra Nicola Ragone e Daniele Ciprì si è ormai instaurato un consolidato sodalizio artistico, sviluppatosi con il pluripremiato “Sonderkommando” e proseguito con la pièce teatrale “Wonderland”.

Commenti

Post popolari in questo blog

Segnalazione in primo Piano: Tornare ad incontrarsi. L’Associazione “Donne 99” di Tito si ritrova per ricominciare

In maggio ho raccontato la capacità dell’Associazione “Donne 99” di Tito di stare insieme e sostenersi con un gruppo su WhatsApp. Finalmente il 3 settembre, dalle 17,20 alle 18,30, con Luisa Salvia, presidente dell’Associazione, 12 “ragazze” dell’Associazione si sono ritrovate per riprendere le attività nella biblioteca comunale “Lorenzo Ostuni”. Con loro sono tornato io Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, per riprendere gli incontri del percorso #Unicef sulle emozioni “Non perdiamoci di vista” che avevamo interrotto nel mese di febbraio. Angela 1 e 2, le due Carmela, Serafina, Donata, Giovanna, Teresa, Lina, Maria, Luisa, in cerchio, con la mascherina e rispettando le distanze, hanno cominciato a raccontare, guardandosi finalmente negli occhi, i mesi del Covid. Certo si erano sentite a lungo per telefono e in videochiamate, si erano ritrovate in chiesa, al supermercato, ma avere tempo per raccontarsi guardandosi negli occhi, trovando le parole in un…

Appuntamenti in Primo Piano: Premiazione concorso letterario nazionale a Venosa (PZ)

Domenica 23 agosto a partire dalle ore 17 nel rispetto delle normative covid (con ingressi regolamentati e solo su invito) a Venosa, nella magnifica cornice storica del castello ducale 'Pirro del Balzo', si svolgerà la cerimonia di premiazione del concorso letterario nazionale 'Engel Von Bergeiche', a cura dell'omonima Associazione artistico-letteraria. Una 9° edizione dal tema “Una goccia, per alleviar le pene di Mater Terra!”, con il patrocinio dell'amministrazione comunale e dedicata al poeta e scrittore Angelo Calderone, originario della ridente comunità del Vulture di Ruvo del Monte e autore apprezzato in Italia e all'estero con numerose coppe e targhe vinte in concorsi prestigiosi. Un modo significativo e di alto valore sociale per ricordare il conterraneo prematuramente scomparso nel 2011 che ha sempre con onore e piacevoli ricordi rispettato il valore e l'attaccamento per le sue origini in terra lucana. Il tema quest’anno ha come leitmotiv l’at…

Schermi Riflessi: Intervento del Vescovo Diocesi di Melfi mons. Ciro Fanelli sull’importanza del Cinema

“Eccellenza, Le saremmo grati se potesse scrivere pochi righi sulla importanza del Cinema nella conoscenza di tematiche importanti come quelle trattate nella Mostra “Effetto Notte. Il cinema dei diritti negati” Un caro saluto. Armando Lostaglio” E’ quanto abbiamo chiesto a mons. CIRO FANELLI, Vescovo della Diocesi di Melfi Rapolla Venosa, intervenuto con un suo elevato dialogo alla proiezione del film dei Fratelli Dardenne “L’età giovane”, uno dei 4 film della Mostra “Effetto Notte. Il cinema dei diritti negati, promossa da ARCI, CineClub V. DE SICA – Cinit e Parrocchia SS. Sacramento, nell’ambito della Estate Rionerese sostenuta dal Comune con la ProLoco. Ecco il suo intervento: Il Cinema: uno strumento per una chiarificazione dell’esistenza La persona cresce nella sua umanità nella misura in cui si approccia alla realtà con la sua intelligenza (la ragione) e con la sua sensibilità (il cuore): ragione ed emozioni sono le grandi luci con le quali e…