Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: manifestazione di chiusura Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea


Si svolgerà sabato 16 novembre alle ore 17.00, presso il Museo Provinciale Michele Lacava di Potenza la manifestazione di chiusura della Prima Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea L’esposizione inaugurata lo scorso 5 settembre è stata particolarmente apprezzata da oltre cinquamila visitatori. Un risultato positivo che lascia gli organizzatori dell’evento soddisfatti e ben predisposti ad affrontare la sfida della prossima edizione. Particolarmente soddisfatto il Presidente dell’associazione Lucana Art Commission, organizzatrice dell’evento, che negli ultimi giorni di esposizione ha avuto modo di accompagnare le scolaresche nel percorso espositivo e di valutare direttamente quanto le giovani ganerazioni siano particolarmenteinteressate al mondo dell’arte nelle sue diverse forme di rappresentazione. “ Si conclude così, con la soddisfazione di visitatori e organizzatori, un esperimento mai realizzato prima nella nostra regione e inizialmente non condiviso da molti addetti ai lavori. Sono fiducioso e mi auguro che alla luce della non trascurabile affluenza di pubblico registrata e dagli apprezzamenti ricevuti, qualcuno riformuli le propprie opinioni” è quanto ha dichiarato Raimondo Andreolo, presidente dell’associazione che ha organizzato l’evento. “Un doveroso ringraziamento va rivolto a quanti hanno creduto da subito, nella bontà dell’iniziativa offrendo la propria disponibilità e collaborazione e agli artisti che si sono messi in gioco candidando le proprie opere” - ha concluso Andreolo - Durante la manifestazione saranno brevemente presentati e analizzati i dati di affluenza e di gradimento dell’iniziativa e saranno consegnati a tutti gli espositori gli attestati di partecipazione ed il catalogo ufficiale della mostra.

Commenti

Post popolari in questo blog

Segnalazioni in Primo Pino: Un romanzo di fantascienza italiana nato tra Lombardia e Basilicata

Un ragazzo del Sud mette a frutto le sue qualità informatiche per creare un mondo migliore dopo la morte di suo fratello, l’ennesima morte bianca. Un libro di fantascienza italiana, nato tra Lombardia e Basilicata. Il quadro è Milano ed il suo hinterland, ma anche Gallarate che gravita come la Luna intorno al suo aeroporto internazionale di Malpensa, con i suoi mille voli giornalieri. Tutto parte al Sud, in terra lucana. Rocco “rappresenta” un po’ tutti i ragazzi buoni d’Italia: volenterosi, intelligenti e umili. Dopo la morte del fratello, a causa di un incidente sul lavoro, l’ennesima morte bianca , decide, ormai trent’enne, di riscriversi all’Università e dedicarsi allo studio dell’Intelligenza Artificiale . Finalmente potrà usare le sue innate qualità. Il progetto per lui è chiaro sin dall’inizio, ma quello che gli succederà andrà oltre quanto preventivato, portandolo ai bordi dell’Universo e prendendo contatto con una specie aliena, i SyborgX. Rocco non compi

Reportage. In questo momento nel mondo: Norvegia, Fiji, Scozia, Thailandia

Le migliori vignette sulla vittoria di Donald Trump alle elezioni Usa