Passa ai contenuti principali

Emozioni di Gianni Donaudi: POESIE N. 6


CHIARO DI LUNA SUL MARE

Il sole si scioglie/ tranquillo/ tra le onde che, / come grandi foglie, /
volteggiano/ lente e gioconde.
Nel cielo dorato/ gli ultimi gabbiani/ terminano/ il loro volo incrociato/
per poi sparire lontani.
Il mare distende/ le sue membra tranquille/ tra scogli e conchiglie/
rotonde, / infrangendosi/ con uno spruzzo di scintille.
La notte dilaga veloce/ e la luna/ forma in essa una piaga/ che sbianca la
duna.
E' il silenzio ovunque/ sulla riva del mare :
s' ode soltanto/ il solito flutto/ che si va a riposare .

Artemisia ( Nadia Sussetto- Pinerolo( Torino ) ) - da " Petali sull' anima-
Nuovi Poeti- Vaprio d' Adda ( MI ) -

ooooooooooooooooooooooooooooooo

LI SARACINI

Li Saracini adorano lu sole/ et li turchi la luna con le stelle/ et io
adoro chesti trezze belle.
Li marenare quanno hanno fortuna/ chiammano per aiuto qualche santo/ ed io
a Te sola invoco nel mio canto.
Tutti li schiavi cercano di fuggire/ et vurriano spezzare li catene/ et io
invece cchiù me schiavo a tene.

Antica Canzone napoletana ( eseguita anche dalla NCCP - Nuova Compagnia di
canto Popolare - diretta da EUGENIO BENNATO -

ooooooooo

MEDITAZIONE DI UNA PEDINA

La scacchiera/ è ampia, / molto e non ne immagino/ neppure i confini/ che
si protendono/ al di là/ del concepibile.
Mani invisibili, / ma presenti sempre, / mi attribuiscono mosse/ che le
altre credono mie,
mosse che io mai/ avrei forse pensato.
E nella schiavitù/ di un gioco oscuro/ medito/ una fuga/ impossibile.

Alessandro D ' Agostini ( Roma )

oooooooooooooooooooooooooooo

AUSENTE

Ocultarse en imàgenes/ Derettor ausencia, / Broche oblicuo de una alma en/
Desasosiego.
Yerma en vientre liso / pechos de azucena, /ausente el alma, bolquea
sentidos,
Mujer; estampa ocre de ocultas soledades/ restana el viento Norte, en
corazon/ que sangra,
Imperturbable momento de quietud/ Soles de cera, plenean en un crepùscolo
oscilante, mas allà.

Commenti

Post popolari in questo blog

Segnalazioni in Primo Pino: Un romanzo di fantascienza italiana nato tra Lombardia e Basilicata

Un ragazzo del Sud mette a frutto le sue qualità informatiche per creare un mondo migliore dopo la morte di suo fratello, l’ennesima morte bianca. Un libro di fantascienza italiana, nato tra Lombardia e Basilicata. Il quadro è Milano ed il suo hinterland, ma anche Gallarate che gravita come la Luna intorno al suo aeroporto internazionale di Malpensa, con i suoi mille voli giornalieri. Tutto parte al Sud, in terra lucana. Rocco “rappresenta” un po’ tutti i ragazzi buoni d’Italia: volenterosi, intelligenti e umili. Dopo la morte del fratello, a causa di un incidente sul lavoro, l’ennesima morte bianca , decide, ormai trent’enne, di riscriversi all’Università e dedicarsi allo studio dell’Intelligenza Artificiale . Finalmente potrà usare le sue innate qualità. Il progetto per lui è chiaro sin dall’inizio, ma quello che gli succederà andrà oltre quanto preventivato, portandolo ai bordi dell’Universo e prendendo contatto con una specie aliena, i SyborgX. Rocco non compi

Reportage. In questo momento nel mondo: Norvegia, Fiji, Scozia, Thailandia

Le migliori vignette sulla vittoria di Donald Trump alle elezioni Usa