Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: 2 ^ Edizione DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore Estate – Città di Eboli. Presentazione libro di Aurelio Pace “Eppure qualcuno mi doveva ascoltare


Con la presentazione del libro di Aurelio Pace dal titolo “Eppure qualcuno mi doveva ascoltare”, casa editrice Osanna Edizioni, del 23 agosto, si conclude la seconda edizione Divini-Libri- Chiacchierata con l'Autore Estate – Città di Eboli, una edizione breve, dovuta alle restrizioni causate dal Covid19, come ci tengono a precisare i due organizzatori Raffaele Agresti e Vincenzo Pietropinto, “abbiamo voluto dare un senso di continuità all'evento, perchè la cultura non si deve, e non si può fermare, nonstante le limitazioni che questo virus ha imposto”. Anche questa presentazione si svolgerà nel Giardino Vacca de Dominicis, start alle ore 20:00, ingresso aperto fino a esaurimento posti, viste le nuove disposizioni governative, è fatto obbligo di indossare le mascherine. L'utima opere letteraria di Aurelio Pace, racconta di un fatto realmente accaduto 75 anni fa, la travagliata vicenda di Agostino Lacerenza. “ Eppure qualcuno mi doveva ascoltare”. Agostino Lacerenza è uomo e racconto. Di quante croci si può caricare un innocente prima che egli soccomba sotto l’insostenibile peso della vergogna che ne ha stravolto l’identità? dell’ostracismo che la sua stessa comunità, per imperscrutabili ragioni resasi ingiusta, gli ha decretato rendendolo estraneo alla moglie, ai figli; straniero alla terra alla quale da sempre si è piegato – così suo padre e il padre di suo padre? Eppure, quest’uomo innocente – ma le carte del casellario giudiziale, le inappellabili, di lui dicono: «parricida» prima e «assassino di un ragazzo», poi –; quest’uomo, che ha nome Agostino, è, banalmente, vittima di un colpevole ostinato strabismo di paladini della giustizia. «Eppure qualcuno mi doveva ascoltare»: incipit del romanzo e titolo dello stesso. Sintesi di una pena senza fine. La placherà, Agostino, esiliandosi nella selva dei suicidi. Settanta e più anni: tanti ne sono trascorsi prima che qualcuno – Aurelio Pace (fortemente motivato da ammirevole pietas filiale degli eredi di Agostino) – immaginasse le parole di quella storia che nessuno volle ascoltare. Per trarne un racconto struggente e accorato: di segrete ferite, di sogni e di ricordi, di domande senza risposte, di impietoso scavo nei bui impenetrabili recessi di sé e degli altri. Un racconto da cui emana una «forza patetica di grande spessore, la ragione stessa dello scrivere». a.v. Fonte: Osanna Edizioni. All'evento prenderanno parte, oltre all'autore Aurelio Pace, il Sindaco di Eboli Massimo Cariello, l'Assessore alla Cultura del Comune di Eboli Angela Lamonica, la giornalista Rossella Pisaturo, che introdurrà l'incontro e Vincenzo Pietropinto che chiacchiererà con l'autore. Saranno presenti I Cantori di San Lorenzo, l'Associazione teatrale Educarteatrando, il maestro Tonino del Canto, che non faranno mancare il loro supporto all'evento. I Media Partner dell'evento sono, il Magazine del Turismo Letterario Luoghi d'Autore, Radio Castelluccio 75 e Eboli Channel. Al termine della presentazione è previsto un assaggio delle mozzarelle del Caseificio Fattorie di Guida di Eboli, e la degustazione del vino dell'Azienda Brenca di Eboli.

 Raffaele Agresti

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int