Passa ai contenuti principali

IN PRIMO PIANO con Nunzia Ieva


IN PRIMO PIANO 13. Puntata.

NUNZIA IEVA, detta Titti, è una ragazza pugliese di Andria di 24 anni, affetta da una rara forma di leucodistrofia (a cui consegue un progressivo deficit motorio), da quando aveva 5 anni e mezzo. Ha studiato danza classica con passione. Nell’ottobre del 2001 è stata indirizzata all’istituto neurologico Besta di Milano, dove le è stata diagnosticata questa rara patologia genetica (6 mesi di sopravvivenza stimata) e da lì inviata al Centro di ematologia pediatrica di Monza, dove è stata sottoposta a trapianto di cellule staminali a marzo del 2002. Ora la malattia non è debellata, ma è sotto controllo costante. Tornati a casa il maestro Gianpaolo Brescia si è reso disponibile a seguirla, insegnandole i balli da sala. E così, la grande passione di Nunzia l’ha portata a tentare l’audizione per il programma televisivo “Ballando con le stelle” condotto da Milly Carlucci. Non è stata ammessa, ma grazie alla sua tenacia ha voluto riprovare e finalmente accedere a 'Ballando on the road' con un'esibizione in coppia con Gianpaolo. Voleva tornare a ballare, anche su una sedia a rotelle. Un sogno che si è avverato, con il suo video mentre volteggia elegante su un pezzo di bachata ha emozionato e conquistato il pubblico della rete che l’ha premiata con oltre 8 mila like sulla pagina Facebook della trasmissione. L'anno prima si è esibita in Spagna a Siviglia sul prestigioso palco del 'Bachetero' nel contest 'D&D Be Unlike' confrontandosi con i migliori ballerini da ogni parte del mondo. Al suo fianco nella vita, il compagno affettuoso che ogni donna vorrebbe avere, premuroso e pieno di amore e sentimento, Aldo Mari, suo primo grande sostenitore alla pari della calorosa famiglia. Una storia toccante ed esemplare, nonostante un destino beffardo, dove emerge una straordinaria forza di volontà, carattere, positività, determinazione, con Titti protagonista oltre le avversità, ostinata e caparbia. Una donna che ama la vita e una combattiva che non si è mai arresa. Onore e complimenti!

#Ballo #Spettacolo #Approfondimento

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int