Passa ai contenuti principali

IN PRIMO PIANO con Nunzia Ieva


IN PRIMO PIANO 13. Puntata.

NUNZIA IEVA, detta Titti, è una ragazza pugliese di Andria di 24 anni, affetta da una rara forma di leucodistrofia (a cui consegue un progressivo deficit motorio), da quando aveva 5 anni e mezzo. Ha studiato danza classica con passione. Nell’ottobre del 2001 è stata indirizzata all’istituto neurologico Besta di Milano, dove le è stata diagnosticata questa rara patologia genetica (6 mesi di sopravvivenza stimata) e da lì inviata al Centro di ematologia pediatrica di Monza, dove è stata sottoposta a trapianto di cellule staminali a marzo del 2002. Ora la malattia non è debellata, ma è sotto controllo costante. Tornati a casa il maestro Gianpaolo Brescia si è reso disponibile a seguirla, insegnandole i balli da sala. E così, la grande passione di Nunzia l’ha portata a tentare l’audizione per il programma televisivo “Ballando con le stelle” condotto da Milly Carlucci. Non è stata ammessa, ma grazie alla sua tenacia ha voluto riprovare e finalmente accedere a 'Ballando on the road' con un'esibizione in coppia con Gianpaolo. Voleva tornare a ballare, anche su una sedia a rotelle. Un sogno che si è avverato, con il suo video mentre volteggia elegante su un pezzo di bachata ha emozionato e conquistato il pubblico della rete che l’ha premiata con oltre 8 mila like sulla pagina Facebook della trasmissione. L'anno prima si è esibita in Spagna a Siviglia sul prestigioso palco del 'Bachetero' nel contest 'D&D Be Unlike' confrontandosi con i migliori ballerini da ogni parte del mondo. Al suo fianco nella vita, il compagno affettuoso che ogni donna vorrebbe avere, premuroso e pieno di amore e sentimento, Aldo Mari, suo primo grande sostenitore alla pari della calorosa famiglia. Una storia toccante ed esemplare, nonostante un destino beffardo, dove emerge una straordinaria forza di volontà, carattere, positività, determinazione, con Titti protagonista oltre le avversità, ostinata e caparbia. Una donna che ama la vita e una combattiva che non si è mai arresa. Onore e complimenti!

#Ballo #Spettacolo #Approfondimento

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: "Il Ritratto dell'Anima" di Carmen Piccirillo edito da Photo Travel Edition di Rionero

Il libro ‘’Il Ritratto dell’Anima’’, pubblicazione d’esordio dalla giovane e valente scrittrice rionerese Carmen Piccirillo, sta ottenendo negli ultimi tempi grande successo e ampia visibilità anche su scala nazionale. L’interessante libro redatto con grande competenza e professionalità dalla 29enne scrittrice di Rionero che alterna la passione per la scrittura a quella per il giornalismo, come ricordiamo, fu presentato con successo nel febbraio dello scorso anno 2020 presso la sala convegni della Biblioteca Comunale di Rionero sita nel suggestivo Palazzo Fortunato alla presenza di una folta ed attenta platea e con tante personalità di spicco dell’ambito della cultura locale. Un libro molto interessante che racchiude al suo interno 24 racconti monoepisodici che sottolineano svariati aspetti immaginativi e realistici come la fantasia, l’importanza di sognare e di perseguire un obiettivo oltre a mettere in risalto alcuni aspetti importanti della personalità dell’autrice come sensibilità,

📰 Segnalazioni in primo Piano: 22 APRILE: 51esima GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

Un chiaro esempio di tutela verso l'ambiente arriva dalla realtà rionerese The Factory Best Class    La giornata mondiale della terra, che si celebra ogni anno il 22 aprile, è conosciuta in tutto il mondo come Earth Day, ed è l'evento "green" che riesce a coinvolgere un elevato numero di persone in tutto il mondo, sensibilizzando la salvaguardia dell'ambiente . L'idea di dedicare una giornata alla terra nacque negli anni '60, negli Stati Uniti , subito dopo la pubblicazione del libro manifesto ambientalista, "Primavera Silenziosa" di Rachel Carson, una biologa statunitense che ebbe molto successo e diede origine a notevoli movimenti ecologisti.

📰 Riflessioni di Carmen Piccirillo: IL TEMPO LIBERO DEI RAGAZZI: USARLO NEL MIGLIOR MODO E’ POSSIBILE...

Uno dei problemi principali delle nuove generazioni è la gestione del tempo libero: spesso, il tempo in cui i giovani non sono impiegati nelle svariate attività scolastiche o di studio individuale, è utilizzato in maniera disfunzionale. Un esempio è la modalità relativa al costante attaccamento ai dispositivi elettronici: lo smartphone, il computer, con i quali si cade ciclicamente in uno spasmodico uso dei social network, che, senza dubbio, sono un buon mezzo di interattività, di incontro, di crescita tra persone -soprattutto in un momento così delicato per il mondo intero a causa delle pandemia da covid-19 e delle restrizioni conseguenti, che hanno provocato una mancata possibilità di aggregazioni sociali partecipate- ma se utilizzati in maniera scorretta ed eccessiva, divengono una vera e propria dipendenza patologica che crea non pochi disagi psicofisici, per non parlare delle alterazioni anatomiche come i problemi alla vista che sono in costante aumento. Diminuiscono prog