Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: Giornate europee del patrimonio: “Venosa: patrimonio culturale tra opportunità e sviluppo. – 26 settembre 2020


Il giorno 26 settembre 2020 dalle ore 17:30, presso la splendida Abbazia della Santissima Trinità, si svolgerà un convegno dal tema “Venosa: patrimonio culturale tra opportunità e futuro” . Organizzato del Rotary Club Venosa e dal Club UNESCO del Vulture, in collaborazione con il MiIBACT, Museo Archeologico Nazionale e Parco Archeologico di Venosa, ed il patrocinio della Regione Basilicata, APT Basilicata e della Città di Venosa, che promuovono nell’ambito delle giornate europee del patrimonio (GEP) attività che quest’anno saranno sviluppate attraverso il tema comune “ Imparare per la vita” per richiamare i benefici che derivano dalla esperienza culturale e dalla trasmissione delle conoscenze nella moderna società. “L’obiettivo è rafforzare il legame tra beni culturali e turismo affinché si consolidi e si qualifichi sempre di più l’offerta culturale attraverso la trasmissione delle conoscenze”, ci spiega Teresa Asciutto Presidente del Rotary Club Venosa, “in questa prospettiva i luoghi della cultura sono chiamati a giocare un ruolo di primo piano, essendo il patrimonio storico-artistico veicolo di conoscenza del passato, di riflessione sull’attualità, di ispirazione per il futuro”. “Venosa possiede beni culturali che rappresentano storie e valori, memoria e identità della città” dice Francesco Perillo, Presidente del Club Unesco del Vulture “dove i monumenti, il paesaggio, gli eventi sono fonte di un piacere estetico e di arricchimento culturale, ma costituiscono, nel contempo, un’efficace risorsa produttiva per lo sviluppo sociale ed economico del borgo stesso.” 
 Sono previsti i seguenti interventi: 
Gli affreschi della Chiesa antica della Santissima Trinità di Venosa” Vita Giulia Manes, Storica dell’arte. 
“Roma e l’Italia antica. La topografia, l’isolato sotto la Santissima Trinità, uno scrigno da scoprire” Maria Luisa Marchi, Docente Università di Foggia Dipartimento di Studi Umanistici. “ 
City branding, generatore di attrattività e motore di sviluppo, valorizzazione delle peculiarità dei siti” Teresa Gualtieri, Presidente Nazionale della FICLU. 
“L’identità dei territori come motore di sviluppo di un turismo sostenibile”. Ermanno Bonomi, Sociologo del Turismo

Commenti

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il ferro battuto di Pietro Lettieri

Arte e cultura: da Rapone a Londra e Dubai  Rapone. L’idea nasce da Marianna Pinto, una giovane manager di Rapone, da alcuni anni attiva con una grande azienda a Londra. Gira molto per l’Europa e non soltanto, dopo gli studi svolti a Bologna. E’ dunque intenzionata ad esportare il made in Italy, in particolare “una antica arte m a allo stesso tempo nuova che in Italia sta scomparendo: sculture e quadri ed elementi di interior design in ferro battuto.” Il fulcro della galleria e un artigiano/artista di Rapone, Pietro Lettieri in arte Pie.

Segnalazione in primo Piano: l Quarry Resort di Matera vincitore al Premio “La Fabbrica nel Paesaggio – edizione 2020”

Si è tenuta a Foligno la premiazione dei vincitori del bando nazionale indetto dal club per l’UNESCO di Foligno e Valle del Clitunno e dalla FICLU, Federazione Nazionale dei Centri e Club per L’Unesco, “La fabbrica nel paesaggio - premio 2020”. Il primo premio se lo è meritato il Quarry Resort- Palazzo Zicari di Matera candidata dal Club per l’UNESCO del Vulture con la seguente motivazione: “Per la perfetta e piena rispondenza ai criteri del 1 e 2 del bando cioè della conservazione, anzi del miglioramento, di un paesaggio naturale e culturale di grande delicatezza, quale quello dei sassi di Matera, nel rispetto delle vocazioni territoriali. Il tutto avendo garantito un’alta qualità estetica dell’intervento e dimostrato la capacità di sapere restaurare e reintegrare una grave lacuna urbana in modo colto e, al tempo stesso, produttivo, tale da generare una nuova realtà capace di produrre lavoro oltre che interazione sociale e culturale. Molto interessante il recupero delle vecc…

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: “Oltre la felicità” di Michele Libutti

Può capitare che uno scrittore senta il bisogno di ri-raccontarsi con maggiore veemenza, ovvero di fare ulteriore chiarezza rispetto a quanto ha già pubblicato. Oltre la Felicità di Michele Libutti Accade allo scrittore lucano Michele Libutti che ha alle spalle diciannove pubblicazioni, un quarantennio da medico, una laurea in lettere classiche e premi letterari di livello nazionale. Con il suo ultimo lavoro dal titolo impegnativo “Oltre la felicità” (Nuova Prhomos Edizioni) lo scrittore si misura con la probabilità di carpire il segreto che sta dietro a tale ambizione umana e necessaria che chiamiamo felicità, in fondo ad un viale ipotetico o reale che sia. Operazione non sempre riuscita a scrittori e intellettuali anche del grande schermo come Woody Allen, ipocondriaco che sente sempre il bisogno di ambire a quel livello superiore che chiamiamo felicità. Michele Libutti sente, dicevamo, un bisogno ulteriore, di fare chiarezza nella maniera di interpretare questo suo testo, che ap…