Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: Il tour di promuovi la tua musica ripartirà il 27 settembre da Matera al Teatro Casa Cava


Si terrà il 27 Settembre a Matera il prosieguo del tour di promuovi la tua musica dopo lo stop per l’emergenza coronavirus, il contest per artisti emergenti ideato dalla cantautrice Fanya Di Croce ripartirà con le dovute misure precauzionali per contrastare e contenere il diffondersi del Covid-19. 

Fanya ci racconta : "Questo contest nasce da una mia idea, quella di dare a tutti gli artisti, la possibilità di far ascoltare la propria musica agli addetti ai lavori del settore musicale ma soprattutto di esibirsi dal vivo sul palco di un teatro dove si crea quella giusta sinergia con il pubblico”.

Sarà quindi lo splendido teatro Casa Cava, l’unico centro culturale ipogeo al mondo situato all’interno dei sassi di Matera ad ospitare i 20 artisti che si esibiranno davanti ad una giuria di esperti del settore ed al direttore artistico musicale di Radio Italia Antonio Vandoni che da questa nuova edizione presiederà  tutte le tappe del tour tenendo inoltre delle Masterclass.

 
E’ ancora Fanya a parlare: 
“ tornare sul palco dopo un lungo periodo di lockdown, con mille attenzioni e difficoltà di organizzazione non è facile ma la voglia di ripartire supera ogni incertezza; la musica poi ha questo fantastico potere di portarti altrove, stimolando energie indispensabili per il benessere del nostro stato d’animo”.

Nei prossimi mesi verrà pubblicata dalla Smilax Publishing la compilation dell’evento con tutti i vincitori delle varie tappe. Il contest verrà presentato dall’attore Fabio Massenzi e avrà inizio alle ore 21.00
Per offrire la massima sicurezza ed ottemperare alle disposizioni sanitarie saranno a disposizione presidi e dispositivi igienico-sanitari, inoltre verrà misurata la temperatura corporea sia al pubblico che a tutti gli artisti. 
Se la temperatura risulterà superiore ai 37,5° non sarà consentito l'accesso in teatro. 

Sono oltre 1000 le adesioni pervenute in redazione. Il tour toccherà le seguenti città: 

MATERA 27 settembre 
MILANO 2-3 Ottobre 
FIRENZE 7 Novembre 
DICEMBRE Genova 
Poi ancora a Milano 9 Gennaio

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il ferro battuto di Pietro Lettieri

Arte e cultura: da Rapone a Londra e Dubai  Rapone. L’idea nasce da Marianna Pinto, una giovane manager di Rapone, da alcuni anni attiva con una grande azienda a Londra. Gira molto per l’Europa e non soltanto, dopo gli studi svolti a Bologna. E’ dunque intenzionata ad esportare il made in Italy, in particolare “una antica arte m a allo stesso tempo nuova che in Italia sta scomparendo: sculture e quadri ed elementi di interior design in ferro battuto.” Il fulcro della galleria e un artigiano/artista di Rapone, Pietro Lettieri in arte Pie.

Segnalazione in primo Piano: l Quarry Resort di Matera vincitore al Premio “La Fabbrica nel Paesaggio – edizione 2020”

Si è tenuta a Foligno la premiazione dei vincitori del bando nazionale indetto dal club per l’UNESCO di Foligno e Valle del Clitunno e dalla FICLU, Federazione Nazionale dei Centri e Club per L’Unesco, “La fabbrica nel paesaggio - premio 2020”. Il primo premio se lo è meritato il Quarry Resort- Palazzo Zicari di Matera candidata dal Club per l’UNESCO del Vulture con la seguente motivazione: “Per la perfetta e piena rispondenza ai criteri del 1 e 2 del bando cioè della conservazione, anzi del miglioramento, di un paesaggio naturale e culturale di grande delicatezza, quale quello dei sassi di Matera, nel rispetto delle vocazioni territoriali. Il tutto avendo garantito un’alta qualità estetica dell’intervento e dimostrato la capacità di sapere restaurare e reintegrare una grave lacuna urbana in modo colto e, al tempo stesso, produttivo, tale da generare una nuova realtà capace di produrre lavoro oltre che interazione sociale e culturale. Molto interessante il recupero delle vecc…

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: “Oltre la felicità” di Michele Libutti

Può capitare che uno scrittore senta il bisogno di ri-raccontarsi con maggiore veemenza, ovvero di fare ulteriore chiarezza rispetto a quanto ha già pubblicato. Oltre la Felicità di Michele Libutti Accade allo scrittore lucano Michele Libutti che ha alle spalle diciannove pubblicazioni, un quarantennio da medico, una laurea in lettere classiche e premi letterari di livello nazionale. Con il suo ultimo lavoro dal titolo impegnativo “Oltre la felicità” (Nuova Prhomos Edizioni) lo scrittore si misura con la probabilità di carpire il segreto che sta dietro a tale ambizione umana e necessaria che chiamiamo felicità, in fondo ad un viale ipotetico o reale che sia. Operazione non sempre riuscita a scrittori e intellettuali anche del grande schermo come Woody Allen, ipocondriaco che sente sempre il bisogno di ambire a quel livello superiore che chiamiamo felicità. Michele Libutti sente, dicevamo, un bisogno ulteriore, di fare chiarezza nella maniera di interpretare questo suo testo, che ap…