Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: Mogol a Maratea per parlare del nuovo diritto d’autore e presentare l’ultimo libro di Gianfranco Blasi “My Generation”


La Casa Editrice “UniversoSud” e l’Associazione Musicale “La Compagnia dei Lupi” sono liete di annunciare l'evento “Book in Rock to Maratea”, per la presentazione dell’ultimo libro di Gianfranco Blasi “My Generation”. L'evento si svolgerà sabato 5 settembre presso l'Hotel “Pianeta Maratea”, nella splendida location a ridosso della statua del Cristo Redentore della “Perla del Tirreno”. Start ore 18,00. La manifestazione, come nello spirito degli ideatori di “Book in rock”, si svilupperà in due tappe. Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Maratea, Daniele Stoppelli, dell’assessore alla cultura del Comune di Potenza, Stefania D’Ottavio e del ceo di UniversoSud Antonio Candela, la prima parte sarà dedicata ad una breve presentazione della nuova legislazione italiana sul diritto d’autore a seguito delle direttive europee da poco introdotte sul tema. Alla discussione parteciperanno, Antonio Colangelo, presidente del Consorzio Tern sulle nuove tecnologie, lo scrittore Gianfranco Blasi, il senatore Gianni Pittella, che è il relatore a Palazzo Madama del provvedimento sul nuovo diritto d'autore e Giulio Rapetti, Mogol, in qualità di presidente della Siae. Giulio Rapetti si è speso con energia e generosità per sostenere gli autori, in questa fase in cui il digitale ed i grandi player di Internet, hanno cambiato la fruizione della musica e dei libri. Nella seconda parte della serata, dopo un coffee break, avrà inizio lo spettacolo vero e proprio, con la lettura di frammenti del libro di Gianfranco Blasi, My Generation, commentati da Rosario Angelo Avigliano e declamati da Annamaria Molinari. Ricordiamo che il libro sta ricevendo un ottimo riscontro sia nel dibattito e nei commenti sui social che nelle vendite on line e in libreria. A seguire il concerto pop - rock della Compagnia dei Lupi. My Generation è una raccolta di 18 racconti sull'amore, in tutte le sue declinazioni, ambientati nelle diverse stagioni dell'anno. I mesi vengono snocciolati dall'autore uno ad uno a creare le atmosfere dei racconti, ognuno dei quali ha a tema una canzone della generazione dello stesso autore. Da De Andrè a De Gregori, da Guccini ai Nomadi, da Pino Daniele a Jovanotti, fino a Pino Mango e a Claudio Baglioni. Ma nel libro c'è soprattutto tanto Mogol - Battisti. Il clou della serata sarà proprio un omaggio che la Compagnia dei Lupi e Gianfranco Blasi renderanno a Mogol. Blasi dialogherà con lui su quel periodo storico così ricco di sogni e fecondo di capolavori musicali che il duo Battisti - Mogol ha reso indimenticabile. Il concerto della Compagnia dei Lupi avrà a tema alcune delle canzoni che compongono la playlist del libro oltre a brani del repertorio del Gruppo. La serata sarà condotta dalla giornalista lucana Gherarda Cerone e si concluderà con un brindisi a bordo piscina sotto le stelle di Maratea. 
 
P.S. I partecipanti devono segnalarsi, per ragioni di sicurezza sanitaria, presso l'Agenzia Turistica Istar Viaggi di Potenza. Sarà praticato un distanziamento superiore agli standard minimi. Bisognerà munirsi di mascherina.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il lucano Francesco Di Silvio, produttore del film in concorso a Venezia "Rabin, the last day" di Amos Gitai

Lido di Venezia. E' lucano di Palazzo San Gervasio Francesco Di Silvio, il produttore del film "Rabin, The Last Day" di Amos Gitai, fra i più acclamati e possibile vincitore di un Premio importante alla 72. Mostra del Cinema di Venezia. Lunedì 7 settembre, alla prima del film in Sala Grande, era alle spalle del regista e dell'ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il quale ha scelto di venire alla Mostra solo per questo straordinario film; un opera necessaria per capire più a fondo le problematiche del conflitto israelo-palestinese, a partire dall'assassinio del premier Rabin avvenuto venti anni or sono.

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Breve dialogo intorno al Presepe di Don Rocco

Rionero in Vulture. - A primo impatto appare come un’opera avveniristica, un’attesa che da primordiale riappare futurista. “Sì, perché le lampade richiamano l'Oriente ... l'assenza di statue ed immagini richiama l'Islam ... Forse un simbolo che Gesù è venuto al mondo per tutta l'umanità anche per i musulmani. Forse un messaggio di rinascita universale...” E’ quanto asserisce Lucia. “Prestando attenzione si sente la cascata della buona novella” ribatte Giovanna. “Da dove si capisce che è un presepe e non una installazione di quelle che vediamo a Venezia nella Biennale di Arte...?” Rammenta Donato. Certo, va visto dal vivo quel presepe che ha realizzato Don Rocco Di Pierro, nella Chiesa Mater Misericordia; eppure, sapendo che è in chiesa si intuisce che si tratta di un presepe... “E se fosse stato allestito in un museo cosa significherebbe? e se fosse stato in chiesa a Pasqua?” Ribatte ancora Donato. Tuttavia, offre una sensazione di quiete, luminosa, aurea per

IN PRIMO PIANO con Benny G.

IN PRIMO PIANO 15. Puntata.    BENNY G. è una cantante italiana (pugliese, di Santeramo in Colle -BA-) nata il 27 Settembre 2010. Già a soli 8 anni ha raggiunto notevoli successi musicali, merito del suo talento e della sua vivacità, che ha conquistato rapidamente lo scenario della musica neomelodica napoletana. Una giovanissima vocalist musicale sempre in continua crescita, che può contare già su diversi inediti di gran successo che hanno raggiunto consensi e apprezzamenti, oltre ai videoclip con milioni di visualizzazioni su YouTube, per una popolarità dimostrata dai suoi tantissimi estimatori e fans. Una piccola artista, una nuova stella nello scenario del genere, con una grande energia e passione per la musica, che rappresenta l'idea di un'innovazione nella forma più giovane e fresca. Una straordinaria collaborazione con diversi artisti della scena musicale nazionale, tra cui il fenomeno Daniele De Martino e la partecipazione a numerosissimi concerti e osp