Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: TORNA A MELFI LA COPPA D’AUTUNNO


Domenica 13 la XVI edizione con auto storiche e sportive moderne Dopo i 70 anni ufficiali di vita festeggiati lo scorso anno (1949 – 2019) la Coppa d’Autunno a Melfi mitica, unica, storica gara di regolarità per auto datate ideata dall’Ingegnere Michele Pastore non si ferma e si svolgerà domenica 13 settembre grazie all’impegno ed alla dedizione del Team Coppa d’Autunno e del Club Amici Auto e Moto d’Epoca della città federiciana. Dopo averla ripresa anni addietro, e la stessa a riscuotere sempre maggiore interesse e partecipanti negli ultimi anni, il nutrito gruppo di appassionati di auto storiche di Melfi non ha voluto interrompere qualcosa che appartiene alla città e mette in primo piano le auto storiche e la regolarità nel rispetto dei tempi, non la corsa, nel percorrere i tratti indicati, concretizzando al meglio il binomio forte tra sport e promozione del territorio. “E’ vero che c’è il covid e tutta una serie di norme e protocolli che si devono rispettare per evitare assembramento e svolgere il tutto nel rispetto di norme sanitarie e distanziamento – han fatto sapere gli organizzatori – ma proprio per quel che di triste, difficile abbiamo vissuto, abbiamo fatto di tutto perché la manifestazione si svolgesse, per ripartire con una bella giornata di sport e di festa da vivere insieme. Sarà il 13, con partenza da Melfi alle 10 e approfittiamo per ringraziare l’impegno di tutte le Autorità preposte alla tutela di sicurezza ed osservanza delle norme anticovid, concedendo l’ok alla manifestazione in totale sicurezza”. La rievocazione storica di autoregolarità, targa Ing. Michele Pastore, raduno di precisione per auto storiche quindi sarà svolta regolarmente e l’edizione di quest’anno verrà ricordata per l’apertura alla partecipazione di auto sportive moderne per un mix davvero unico, speciale tra “vecchie signore della strada”, sempre ammirate da tutti e “rombanti sportive di classe”, sogno con un pizzico d’invidia per molti. Partenza da Melfi, transito stabilimento FCA di San Nicola, Lavello, Venosa, Rionero, Barile, Rapolla e ritorno a Melfi per la premiazione ed il pranzo dei partecipanti, già compreso per 2 con caffè di benvenuto nella quota di iscrizione di soli 50 euro che favorirà la presenza di molti equipaggi, in arrivo da altri club, tra cui quelli delle Mitiche di Lavello, della Scuderia Lupi della Lucania, del club organizzatore e alcuni delle regioni vicine. Patrocinio del Comune di Melf e fattivo supporto di Aci Potenza e Aci Storico, completano l’evento Coppa d’Autunno 2020, raduno di precisione che si preannuncia validissimo sotto ogni punto di vista, considerando il valore dell’evento, il percorso bellissimo nella natura del Vulture Melfese, i 6 tratti cronometrati a Melfi, 3 in partenza e 3 all’arrivo, le foto da scattare in punti precisi del percorso, il non conoscere il posto in cui ci sarà “il controllo media imposta”, importante per la classifica finale. Intanto si effettuano le iscrizioni, presso Ottima Mola (Eugenio Miccoli) in Via Ronca Battista e l’Hotel Due Pini (Felice Mallano) in Piazzale Stazione, ricordando che necessita la tessera Aci valida per prender parte all’evento del 13 settembre. E se l’auto resta un must per noi italiani, poter vedere insieme sia vecchie glorie che sportive moderne, renderà davvero ancora più speciale la Coppa d’Autunno di quest’anno!



 

Commenti

Post popolari in questo blog

Galleria Fotografica: Lavello. Miss Miss In4missima (19 Settembre 2020)

Segnalazione in primo Piano: Tornare ad incontrarsi. L’Associazione “Donne 99” di Tito si ritrova per ricominciare

In maggio ho raccontato la capacità dell’Associazione “Donne 99” di Tito di stare insieme e sostenersi con un gruppo su WhatsApp. Finalmente il 3 settembre, dalle 17,20 alle 18,30, con Luisa Salvia, presidente dell’Associazione, 12 “ragazze” dell’Associazione si sono ritrovate per riprendere le attività nella biblioteca comunale “Lorenzo Ostuni”. Con loro sono tornato io Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, per riprendere gli incontri del percorso #Unicef sulle emozioni “Non perdiamoci di vista” che avevamo interrotto nel mese di febbraio. Angela 1 e 2, le due Carmela, Serafina, Donata, Giovanna, Teresa, Lina, Maria, Luisa, in cerchio, con la mascherina e rispettando le distanze, hanno cominciato a raccontare, guardandosi finalmente negli occhi, i mesi del Covid. Certo si erano sentite a lungo per telefono e in videochiamate, si erano ritrovate in chiesa, al supermercato, ma avere tempo per raccontarsi guardandosi negli occhi, trovando le parole in un…

Schermi Riflessi: Addio a Walter Golia

Nella primavera del 2006 dopo un certosino lavoro di raccolta fondi (23 tra istituzioni pubbliche, 11 Comuni lucani, Regioni, Proloco, Comunità montane, Associazioni culturali, il CineClub De Sica-Cinit di Rionero, la famiglia Doino; qui e nel Limburg in Belgio, aziende, la Fiat Sata di Melfi...) il film si concretizza: siamo a Bella nella sala consiliare del Comune e stiamo provinando bambini in quantità per formare la classe di quinta elementare che vedremo spesso nel film nella parte lucana, sotto l'abile e amorosa cura del maestro, interpretato magistralmente da Ulderico Pesce. Abbiamo soprattutto da trovare piccoli interpreti per quattro ruoli sfaccettati, Armando, Egidio, Vito e Mario. Armando ed Egidio ci saranno in tutto il film, in Lucania e nel Limburg. Quello che mi fa tremare i polsi è trovare l'interprete di Armando, il figlio più giovane di Michele Acucella (Franco Nero) e di Vitina (Valeria Vaiano), che lo dovrà raggiungere in Belgio, a ricongiungers…