Passa ai contenuti principali

Sport. Campionato Europeo under 18 maschile: Italia - Turchia 3-2 (Interviste)

 
All’esordio nel Campionato Europeo under 18 maschile gli azzurrini di Vincenzo Fanizza hanno battuto con una grande rimonta la Turchia 3-2 (28-30, 16-25, 25-14, 25-16, 15-7). I primi due set hanno sorriso agli avversari, ma dal terzo in poi la formazione tricolore ha cambiato marcia, sia a livello tecnico, sia dal punto di vista dell’atteggiamento e i turchi sono stati costretti ad arrendersi al termine di un tie-break dominato dai ragazzi di Fanizza. L’Italia si è schierata in campo con Boninfante in palleggio, opposto Quagliozzi, schiacciatori Porro e Orioli, centrali Volpe e Rossi, libero Laurenzano. Nel primo set la Turchia è partita meglio e ha difeso forte, mentre l'Italia è rimasta frenata dai tanti errori in battuta (5-7). I turchi hanno provato ad allungare ulteriormente, ma gli azzurrini sono sempre rimasti a contatto, per poi trovare la parità sul (18-18). Il finale ha visto i ragazzi di Fanizza annullare 5 palle-set (bene Porro), ma i continui errori al servizio sono costati la frazione (28-30). Nel secondo parziale, nell’Italia dentro Zoratti e Balestra, è stata ancora la Turchia a prendere il comando, mettendo in difficoltà la formazione azzurra (3-5). L’Italia ha faticato a trovare ritmo in attacco e così Fanizza si è giocato la carta del doppio cambio Bonacchi-Truocchio per Boninfante-Quagliozzi (3-8). La reazione della formazione tricolore ha dato l’impressione di riaprire il set (10-12), sensazione smentita dal nuovo allungo dei turchi che si sono imposti di forza (16-25). Il copio ne è cambiato nel terzo parziale, gli azzurrini sono entrati in campo determinati e si sono portati avanti (10-6). Con il passare del gioco i ragazzi di Fanizza hanno aumentato sempre di più il ritmo (Zoratti in evidenza) e gli avversari non sono mai stati in grado di replicare (25-14). Il monologo azzurro è proseguito nel quarto set, Zoratti e compagni hanno spinto subito sull’acceleratore e gli ospiti sono scivolati indietro (10-4). I ragazzi di Fanizza hanno gestito con sicurezza il margine e il parziale si è chiuso con un netto (25-16). Nel tie-break a fare la differenza è stato il muro azzurro (7-4), i turchi non sono più riusciti a passare e l’Italia ha completato una grande rimonta (15-7). Nel primo mach della pool di Marsicovetere la Bulgaria ha battuto agilmente 3-0 (25-17, 25-21, 25-23) il Belgio. Presenti sugli spalti il vice presidente Giuseppe Manfredi e il direttore tecnico del settore giovanile maschile Julio Velasco. Nel girone di Lecce la giornata inaugurale ha registrato le vittorie della Germania sulla Bielorussia 3-2 (22-25, 25-20, 25-23, 22-25, 15-10) e quella molto netta della Polonia sulla Rep. Ceca 3-0 (25-21, 25-22, 25-11) Domani è in programma un giorno di riposo della competizione, gli azzurrini torneranno in campo lunedì 7 settembre per affrontare il Belgio (ore 20). 
 
Interviste:
 

 le parole del tecnico Fanizza dopo la vittoria contro la Turchia

 

le dichiarazioni di Boninfante al termine di Italia-Turchia 3-2

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

📰 Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscurità” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalità sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscurità della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da più di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacità di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica