Passa ai contenuti principali

Sport. Campionato Europeo under 18 maschile: Italia - Turchia 3-2 (Interviste)

 
All’esordio nel Campionato Europeo under 18 maschile gli azzurrini di Vincenzo Fanizza hanno battuto con una grande rimonta la Turchia 3-2 (28-30, 16-25, 25-14, 25-16, 15-7). I primi due set hanno sorriso agli avversari, ma dal terzo in poi la formazione tricolore ha cambiato marcia, sia a livello tecnico, sia dal punto di vista dell’atteggiamento e i turchi sono stati costretti ad arrendersi al termine di un tie-break dominato dai ragazzi di Fanizza. L’Italia si è schierata in campo con Boninfante in palleggio, opposto Quagliozzi, schiacciatori Porro e Orioli, centrali Volpe e Rossi, libero Laurenzano. Nel primo set la Turchia è partita meglio e ha difeso forte, mentre l'Italia è rimasta frenata dai tanti errori in battuta (5-7). I turchi hanno provato ad allungare ulteriormente, ma gli azzurrini sono sempre rimasti a contatto, per poi trovare la parità sul (18-18). Il finale ha visto i ragazzi di Fanizza annullare 5 palle-set (bene Porro), ma i continui errori al servizio sono costati la frazione (28-30). Nel secondo parziale, nell’Italia dentro Zoratti e Balestra, è stata ancora la Turchia a prendere il comando, mettendo in difficoltà la formazione azzurra (3-5). L’Italia ha faticato a trovare ritmo in attacco e così Fanizza si è giocato la carta del doppio cambio Bonacchi-Truocchio per Boninfante-Quagliozzi (3-8). La reazione della formazione tricolore ha dato l’impressione di riaprire il set (10-12), sensazione smentita dal nuovo allungo dei turchi che si sono imposti di forza (16-25). Il copio ne è cambiato nel terzo parziale, gli azzurrini sono entrati in campo determinati e si sono portati avanti (10-6). Con il passare del gioco i ragazzi di Fanizza hanno aumentato sempre di più il ritmo (Zoratti in evidenza) e gli avversari non sono mai stati in grado di replicare (25-14). Il monologo azzurro è proseguito nel quarto set, Zoratti e compagni hanno spinto subito sull’acceleratore e gli ospiti sono scivolati indietro (10-4). I ragazzi di Fanizza hanno gestito con sicurezza il margine e il parziale si è chiuso con un netto (25-16). Nel tie-break a fare la differenza è stato il muro azzurro (7-4), i turchi non sono più riusciti a passare e l’Italia ha completato una grande rimonta (15-7). Nel primo mach della pool di Marsicovetere la Bulgaria ha battuto agilmente 3-0 (25-17, 25-21, 25-23) il Belgio. Presenti sugli spalti il vice presidente Giuseppe Manfredi e il direttore tecnico del settore giovanile maschile Julio Velasco. Nel girone di Lecce la giornata inaugurale ha registrato le vittorie della Germania sulla Bielorussia 3-2 (22-25, 25-20, 25-23, 22-25, 15-10) e quella molto netta della Polonia sulla Rep. Ceca 3-0 (25-21, 25-22, 25-11) Domani è in programma un giorno di riposo della competizione, gli azzurrini torneranno in campo lunedì 7 settembre per affrontare il Belgio (ore 20). 
 
Interviste:
 

 le parole del tecnico Fanizza dopo la vittoria contro la Turchia

 

le dichiarazioni di Boninfante al termine di Italia-Turchia 3-2

Commenti

Post popolari in questo blog

Galleria Fotografica: Lavello. Miss Miss In4missima (19 Settembre 2020)

Segnalazione in primo Piano: Tornare ad incontrarsi. L’Associazione “Donne 99” di Tito si ritrova per ricominciare

In maggio ho raccontato la capacità dell’Associazione “Donne 99” di Tito di stare insieme e sostenersi con un gruppo su WhatsApp. Finalmente il 3 settembre, dalle 17,20 alle 18,30, con Luisa Salvia, presidente dell’Associazione, 12 “ragazze” dell’Associazione si sono ritrovate per riprendere le attività nella biblioteca comunale “Lorenzo Ostuni”. Con loro sono tornato io Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, per riprendere gli incontri del percorso #Unicef sulle emozioni “Non perdiamoci di vista” che avevamo interrotto nel mese di febbraio. Angela 1 e 2, le due Carmela, Serafina, Donata, Giovanna, Teresa, Lina, Maria, Luisa, in cerchio, con la mascherina e rispettando le distanze, hanno cominciato a raccontare, guardandosi finalmente negli occhi, i mesi del Covid. Certo si erano sentite a lungo per telefono e in videochiamate, si erano ritrovate in chiesa, al supermercato, ma avere tempo per raccontarsi guardandosi negli occhi, trovando le parole in un…

Schermi Riflessi: Addio a Walter Golia

Nella primavera del 2006 dopo un certosino lavoro di raccolta fondi (23 tra istituzioni pubbliche, 11 Comuni lucani, Regioni, Proloco, Comunità montane, Associazioni culturali, il CineClub De Sica-Cinit di Rionero, la famiglia Doino; qui e nel Limburg in Belgio, aziende, la Fiat Sata di Melfi...) il film si concretizza: siamo a Bella nella sala consiliare del Comune e stiamo provinando bambini in quantità per formare la classe di quinta elementare che vedremo spesso nel film nella parte lucana, sotto l'abile e amorosa cura del maestro, interpretato magistralmente da Ulderico Pesce. Abbiamo soprattutto da trovare piccoli interpreti per quattro ruoli sfaccettati, Armando, Egidio, Vito e Mario. Armando ed Egidio ci saranno in tutto il film, in Lucania e nel Limburg. Quello che mi fa tremare i polsi è trovare l'interprete di Armando, il figlio più giovane di Michele Acucella (Franco Nero) e di Vitina (Valeria Vaiano), che lo dovrà raggiungere in Belgio, a ricongiungers…