Passa ai contenuti principali

Segnlazioni in primo Piano: LA POLIZIA DI STATO MARTEDI’ 29 SETTEMBRE FESTEGGIA IL SUO SANTO PATRONO SAN MICHELE ARCANGELO


IL POLIZIOTTO

Se ti serve, se ti occorre,
mentre la tua vita scorre,
che sian le sette oppur le otto,
trovi sempre un poliziotto,
pronto a darti ascolto.
Della sua divisa fiero, ligio nel dovere,
come un angelo custode
della tua stima gode.
A casa quasi non fa ritorno,
al lavoro notte e giorno.
Mille chiamate, mille interventi, mille nottate,
a pattugliar le strade sempre più invase da criminalità.
Insultato, additato come sbirro, piedipiatti, servo dello stato,
mai è mancato a svolgere con passione il suo mandato.
Scortare, arrestare, sfrattare, mediare,
infinite le mansioni  che deve espletare.
“Esserci sempre” il suo motto,
quando va bene quando va storto,
difendere, senza offendere i diritti di chi vive  nella illegalità.
Si, perché e facile passare da accusatore ad imputato
e trovarsi di colpo all’altro lato.
LODE a tutti i poliziotti che siano figli, padri, madri,
d’ufficio e di quartiere, dirigenti
o semplici agenti,
vanno amati e rispettati,
non derisi e denigrati.
Se qualche volta scatta,
non è un soldatino di latta;
ha un cuore, un’anima, una dignità
che va protetta in ogni eventualità,
senza se e senza ma.
Ricorda, se hai bisogno, lui è là,
a difesa della tua incolumità. 

Concetta Mantrisi (detta Titina)

Commenti

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il ferro battuto di Pietro Lettieri

Arte e cultura: da Rapone a Londra e Dubai  Rapone. L’idea nasce da Marianna Pinto, una giovane manager di Rapone, da alcuni anni attiva con una grande azienda a Londra. Gira molto per l’Europa e non soltanto, dopo gli studi svolti a Bologna. E’ dunque intenzionata ad esportare il made in Italy, in particolare “una antica arte m a allo stesso tempo nuova che in Italia sta scomparendo: sculture e quadri ed elementi di interior design in ferro battuto.” Il fulcro della galleria e un artigiano/artista di Rapone, Pietro Lettieri in arte Pie.

Schermi Riflessi: Addio a Walter Golia

Nella primavera del 2006 dopo un certosino lavoro di raccolta fondi (23 tra istituzioni pubbliche, 11 Comuni lucani, Regioni, Proloco, Comunità montane, Associazioni culturali, il CineClub De Sica-Cinit di Rionero, la famiglia Doino; qui e nel Limburg in Belgio, aziende, la Fiat Sata di Melfi...) il film si concretizza: siamo a Bella nella sala consiliare del Comune e stiamo provinando bambini in quantità per formare la classe di quinta elementare che vedremo spesso nel film nella parte lucana, sotto l'abile e amorosa cura del maestro, interpretato magistralmente da Ulderico Pesce. Abbiamo soprattutto da trovare piccoli interpreti per quattro ruoli sfaccettati, Armando, Egidio, Vito e Mario. Armando ed Egidio ci saranno in tutto il film, in Lucania e nel Limburg. Quello che mi fa tremare i polsi è trovare l'interprete di Armando, il figlio più giovane di Michele Acucella (Franco Nero) e di Vitina (Valeria Vaiano), che lo dovrà raggiungere in Belgio, a ricongiungers…

Galleria Fotografica: Lavello. Miss Miss In4missima (19 Settembre 2020)