Passa ai contenuti principali

Sport. Campionato Europeo under 18 maschile: Italy vs Bulgaria 2-3

 
A Marsicovetere nell’ultima giornata della fase a gironi del Campionato Europeo under 18 maschile l’Italia ha ceduto 2-3 (25-16, 13-25, 24-26, 25-21, 11-15) contro la Bulgaria, al termine di una partita molto bella e combattuta.   

In virtù della prima sconfitta nel torneo i ragazzi di Fanizza affronteranno sabato 12 settembre a Lecce in semifinale la Polonia (ore 20). A contendersi l’altro posto per la finale che assegnerà il titolo europeo saranno Bulgaria e Repubblica Ceca (ore 17).          
Contro la Bulgaria, formazione vice campione mondiale u17, l’Italia ha giocato un gran primo set, dominando gli avversari. Copione invertito nella seconda frazione, sempre comandata dagli ospiti. Nel terzo i ragazzi di Fanizza hanno amministrato a lungo in mano il pallino del gioco, ma nel finale la Bulgaria ha rimontato. Il set successivo è stato giocato punto a punto, prima dell’allungo decisivo firmato da Laurenzano e compagni. Nel tie-break le squadre hanno prodotto il massimo sforzo e a spuntarla è stata la Bulgaria.
Nella pool II di Lecce tutto facile per la Polonia che ha chiuso al primo posto grazie al 3-1 sulla Bielorussia (25-12, 22-25, 25-13, 25-14). La sfida decisiva, invece, per l’ultimo posto in semifinale ha visto prevalere la Repubblica Ceca 3-0 (25-18, 25-22, 25-13) contro la Germania.
L’Italia si è schierata in campo con Boninfante in palleggio, opposto Truocchio, schiacciatori Porro e Zoratti, centrali Balestra e Rossi, libero Laurenzano. Francesco Quagliozzi è stato lasciato fuori a causa di un infortunio e la speranza è quella di recuperarlo per le partite di Lecce.         
Il primo set gli azzurrini di Fanizza si sono espressi al massimo, mettendo in grossa crisi gli avversari (10-7). Con il passare del gioco l’Italia ha aumentato ancora il ritmo e la Bulgaria è scivolata pesantemente indietro (18-12). Porro e compagni non hanno mai abbassato la guardia e la frazione si è chiusa con un pesante (25-16).     
Molto diverso l’andamento del secondo set, gli azzurrini hanno faticato a trovare il ritmo e la Bulgaria ne ha approfittato (8-14). Vincenzo Fanizza ha tentato il doppio cambio Bonacchi-Orioli per Boninfante-Truocchio, ma l’inerzia è rimasta in favore degli ospiti che si sono imposti di forza (13-25).
Al rientro in campo gli azzurrini si sono prontamente riscattati e hanno preso con autorità il comando (13-8). L’Italia ha amministrato bene il vantaggio sino al (21-17), poi è stata la Bulgaria a replicare e così il parziale è tornato in bilico (22-22). Balestra e compagni hanno annullato agli avversari una palla set sul (23-24), ma i bulgari non hanno sprecato la seconda chance (24-26).
All’insegna dell’equilibrio la quarta frazione, le due formazioni hanno dato vita a un lungo botta e risposta (10-10). Sia l’Italia, dentro Orioli per Zoratti, sia la Bulgaria hanno lottato duramente, trascinandosi in parità sino al (19-19). A fare la differenza è stata la freddezza e la lucidità di Porro e compagni, capaci di piazzare l’allungo decisivo e piegare la resistenza degli ospiti (25-21).
Avvincente e combattuto il tie-break, con entrambe le squadre che ce l’hanno messa tutta per portarsi a casa la partita (9-9). A rompere la parità sono stati i bulgari e gli azzurrini, nonostante l’impegno, sono stati battuti (11-15).  
Domani sono in programma i trasferimenti di città delle squadre, sabato e domenica si giocheranno le gare che assegneranno le medaglie a Lecce e quelle per il 5°-8° posto a Marsicovetere.     

VINCENZO FANIZZA: “Anche stasera ho visto una squadra in crescita, però logicamente stiamo commettendo ancora alcuni errori. In vista delle semifinali questa partita è molto importante, perché contro un’avversaria forte come la Bulgaria abbiamo dimostrato di potercela giocare alla pari. Non siamo contenti della sconfitta, però soddisfatti della prestazione. Peccato per il terzo set, abbiamo sprecato un buon margine, i ragazzi sono stati bravi a reagire nel quarto.     
Il match contro la Bulgaria deve darci la certezza che abbiamo le qualità per giocarci al meglio la semifinale di sabato contro la Polonia
”. 

      

TABELLINO: ITALIA - BULGARIA 2-3 (25-16, 13-25, 24-26, 25-21, 11-15)         

ITALIA: Zoratti 9, Balestra 9, Boninfante 5, Porro 15, Rossi 5, Truocchio 17. Libero: Laurenzano. Bonacchi, Orioli 6, Staforini. N.e: Quagliozzi, Volpe. All. Fanizza        
BULGARIA: Bouchkov 11, Palev 1, Nikolov A. 18, Damyanov 1, Tatarov 19, Garkov 16. Libero: Valchinov. Velikov, Nikolov B 2, Stoev, Antov 3, Bodurov 3. All. Stoev           
Arbitri: Horvath (Ung) e Janik (Pol). 
Durata set: 19’, 20’, 28’, 26’, 15’.      
Italia: 6 a, 12 bs, 4 m, 29 et. 
Bulgaria: 4 a, 16 bs, 17 m, 31 et.     

RISULTATI E CLASSIFICHE         

Pool I (Marsicovetere, Potenza)     
3a Giornata - 9 settembre

Turchia-Belgio 0-3 (25-27, 22-25, 22-25); Italia-Bulgaria 2-3 (25-16, 13-25, 24-26, 25-21, 11-15)

CLASSIFICA: Bulgaria 3V (8p.), Italia 2V (6p), (Belgio 1V (3p), Turchia 0V (1p).

Pool II (Lecce)           
3a Giornata - 9 settembre

Polonia-Bielorussia 3-1 (25-12, 22-25, 25-13, 25-14); Rep.Ceca-Germania 3-0 (25-18, 25-22, 25-13)

CLASSIFICA: Polonia 3V (9p), Rep. Ceca 2V (6p), Germania 1V (2p), Bielorussia 0V (1p).

IL CALENDARIO    

Semifinali 5°- 8° posto - 12 settembre (Marsicovetere) ore 17 e ore 20

Belgio - Bielorussia

Germania - Turchia

Semifinali 1° - 4° posto - 12 settembre (Lecce)

ore 17 Bulgaria - Repubblica Ceca; ore 20 Italia - Polonia

Finali 7°- 8° posto e 5°- 6° posto - 13 settembre (Marsicovetere) ore 17 e ore 20

Finali 3°- 4° posto e 1°- 2° posto - 13 settembre (Lecce) ore 17 e ore 20

MONDIALE UNDER 19       
Le prime sei classificate dell’Europeo si assicureranno la partecipazione al Campionato del Mondo under 19 del prossimo anno. Italia, Polonia, Bulgaria e Repubblica Ceca sono già sicure della qualificazione.


il commento di Laurenzano dopo Italia-Bulgaria 2-3

 


 

il tecnico Fanizza dopo #ItaliaBulgaria, ultima giornata della fase a gironi

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

📰 Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscurità” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalità sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscurità della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da più di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacità di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica