Passa ai contenuti principali

Segnalazione in Primo Piano: LUCANIA BELVEDERE SUL MEDITERRANEO


Quale la via per farla crescere dal suo interno Comunicato stampa 
 
Si è svolto a Pietragalla lo scorso 5 ottobre, nella splendida cornice del Salone del Palazzo Ducale, il convegno dal titolo “Lucania belvedere sul Mediterraneo. Quale la via per farla crescere dal suo interno”. Organizzato dal Centro Studi Lucano, nella persona del Notaio Domenico Antonio Zotta, in collaborazione con il MEIC (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale) e l’Accademia Ducale centro studi musicali, l’incontro ha visto la partecipazione di eminenti personalità, accademici di fama, esperti in sviluppo locale, amministratori locali tra cui il Sindaco di Pietragalla, Paolo Cillis e il primo cittadino di Irsina, Massimo Nicola Morea che insieme hanno dibattuto sul tema proponendo possibili soluzioni per un rilancio della Basilicata. Le conclusioni sono state affidate al Prof. Cesare Mirabelli, presidente emerito della Corte Costituzionale il quale ha affermato che “l'unità e indivisibilità della Repubblica, che la Costituzione colloca tra i principi fondamentali, unitamente al riconoscimento delle autonomie locali, non riguarda solamente l'integrità territoriale dello Stato, ma anche l'unità delle condizioni sociali e di cittadinanza nel Paese. Non ci possono essere condizioni di vita, economiche e sociali, di servizi ai cittadini – ha continuato - che mantengano radicati squilibri storici tra nord e sud del Paese. La valorizzazione delle autonomie regionali, e la stessa impostazione del cosiddetto federalismo fiscale, prevede che lo Strato istituisca un fondo perequativo per i territori con minore capacità fiscale per abitante e che le risorse aggiuntive siano destinate agli interventi necessari per promuovere lo sviluppo e rimuovere gli squilibri economici e sociali. In coerenza con questa impostazione costituzionale la Lucania può e deve elaborare un progetto per il proprio sviluppo, fondato su una visione che ha origine nella comunità – ha concluso Mirabelli - e si sviluppa nelle formazioni sociali e nelle istituzioni”. Gli atti di questo primo incontro, a cui ne seguirà un altro ad Irsina, saranno raccolti in un volume, a cura del Centro Studi Lucano.

Commenti

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il ferro battuto di Pietro Lettieri

Arte e cultura: da Rapone a Londra e Dubai    Rapone. L’idea nasce da Marianna Pinto, una giovane manager di Rapone, da alcuni anni attiva con una grande azienda a Londra. Gira molto per l’Europa e non soltanto, dopo gli studi svolti a Bologna. E’ dunque intenzionata ad esportare il made in Italy, in particolare “una antica arte m a allo stesso tempo nuova che in Italia sta scomparendo: sculture e quadri ed elementi di interior design in ferro battuto.” Il fulcro della galleria e un artigiano/artista di Rapone, Pietro Lettieri in arte Pie.

📰 Segnalazioni in Primo Piano: LA DOTT.SSA STEFANIA LAMANNA: PEDIATRA E SCRITTRICE

La dottoressa Stefania Lamanna rappresenta da tantissimi anni un punto di riferimento importante nel mondo della Pediatria dell’intera zona del Nord Basilicata. Svolge la sua professione con competenza e professionalità dal 1993, assistendo all’evoluzione generazionale di tutti i bambini e delle mamme mettendo a confronto l’epoca precedente e questa, denotando tante differenze sorprendenti, riferisce infatti di aver notato, nella società attuale, una prevalenza di digitalizzazione (soprattutto sotto l’aspetto dei social) piuttosto che aggregazioni interpersonali più partecipate e più vive. Con tutta se stessa si è sempre prodigata in prima persona per curare i bambini in maniera dettagliata, attenta, e soprattutto per ‘’educare’’ le mamme per quanto riguarda l’approccio psicologico, di educazione ed abitudine dei lori figli. La dott.ssa Lamanna sottolinea l’importanza di seguire oculatamente i bambini da 0 a 16 anni circa, affermando che secondo il suo parere professionale ogni

📰 Segnalazioni in Primo Piano: Intervista al musicista rionerese EDOARDO CARDONE

Edoardo Cardone, musicista 29enne di Rionero in Vulture, ha un vasto excursus artistico-musicale: A 12 anni inizia a studiare chitarra classica con il maestro Dino Rigillo; successivamente abbandona gli studi classici e si dedica allo studio della chitarra elettrica da autodidatta; nel 2010 studia armonia, ear-training e solfeggio con la maestra Lisa Preziuso; nel 2012 inizia il percorso di studi presso il Modern Music Insitute dove studia chitarra moderna ad indirizzo Rock/Fusion con il maestro Mirco Di Mitrio ed il presidente Alex Stornello approfondendo lo studio della chitarra elettrica, armonia avanzata a 360° e contemporaneamente studia HD recording con Andrea Pellegrini e Davide Rossi; nel 2018 si diploma al Modern Music Institute con il massimo dei voti; diventa insegnante abilitato MMI INTERNATIONAL e i suoi corsi di chitarra si svolgono presso la scuola di musica Rockin’Rio a Rionero in Vulture che è l’unico centro abilitato MMI in Basilicata e  la formazione è aperta a tutt