Passa ai contenuti principali

Segnalazioni in Primo Piano: Adele Ross Hans, Greta e la strega del marzapane

 

Adele Ross è una scrittrice tra il serio e il faceto. Una blogger più seria che faceta. Scrive per amore, scrive d’amore, prevalentemente vive. Scrive romance & humor, ma non solo. Dichiara che l'ironia le ha salvato la vita ma anche che a volte litigano. Adele Ross non è un nome reale, ma il nome d’arte di una scrittrice che faceva tutt'altro fino al giorno in cui ha deciso di unire la passione per le storie d’amore alla sua ironia e ha provato a scrivere un libro. Quel tutt’altro continua a farlo (soprattutto per campare) ma ha preso gusto anche nel continuare a scrivere. Ama sperimentare, mettersi alla prova, ridere, il gelato, la pizza e i giochi da tavolo. Passeggiando tra le favole... è la nuova serie di Adele Ross, romanzi che ripropongono le fiabe classiche in chiave moderna e contemporanea liberamente interpretate dell'autrice. Hans, Greta e la strega del marzapane , secondo volume della serie, è una rivisitazione della favola classica di Hänsel e Gretel da cui l'autrice ha preso ispirazione traendone un'interpretazione del tutto personale in chiave horror. Vediamo la trama. Johannes, Hans per tutti, ha lasciato la Germania per studiare a New York e, dopo la laurea, si è creato una vita nella Grande Mela, deludendo l'anziano padre che ha sempre coltivato la speranza di vederlo tornare per occuparsi della pasticceria Becker, attività di famiglia. Nonostante Hans a New York abbia la sua vita, improvvisamente sua sorella Greta gli chiede di tornare perché il padre versa in gravi condizioni di salute. L'uomo, un po' per senso del dovere, un po' per senso di colpa, torna a Seufzensuss, la minuscola cittadina ai margini della foresta Seufzenwald, non lontano da Monaco di Baveria, dove è nato e cresciuto. Dopo anni di assenza, però, trova una situazione molto differente da quella che ricordava. La pasticceria versa in condizioni difficili anche a causa di decisioni prese dal padre Wilhelm che hanno contribuito a peggiorare la situazione finanziaria ed economica. L'uomo è ostinato e non vuole affidare la pasticceria a Greta, nella quale, professionalmente, non ripone alcuna fiducia insistendo perché sia Hans a occuparsi del negozio con lo scopo di rimetterlo in sesto. Quella, però, non è l'unica sorpresa che Hans trova tornando da New York. Inaspettatamente ritrova Katharina, amica d'infanzia di Greta, della quale ha un ricordo tanto lontano e sbiadito dal tempo da ritrovarsi stupito nel vedere che la ragazza si è trasformata, da piccola bimba dispettosa a giovane donna affascinante e sensuale. E, come se non bastasse, Katharina non solo è stata assunta da Wilhelm perché rimasta sola e piena di debiti dopo la morte del padre, ma si è installata in casa Becker come una sorta di figlia in affido. Katharina, per fortuna, è una pasticcera abile e fantasiosa e i suoi dolci di marzapane, di cui conserva gelosamente la segretissima ricetta, diventano presto un valido aiuto per risollevare le sorti del negozio. Anche se le cose sembrano volgere al meglio, però, tra le pareti della pasticceria e di casa Becker qualcosa di sinistro e ambiguo aleggia inquietante. Cosa nascondono realmente i paradisiaci dolci della giovane e sensuale pasticcera che sembra stregare Hans anche solo con il suo sorriso? Cosa c'è dietro l'insensata gelosia di Greta per Hans e Katharina? Quali raccapriccianti segreti sono sepolti nella foresta di Seufzensuss? E quali altri misteri​ si celano dietro le porte della sperduta casetta al centro della Seufzenwald? Ma, soprattutto, le cose sono davvero come appaiono? Leggere per capire ... Per il libro il link diretto è questo: https://www.amazon.it/dp/B07QD24H6J/ 
 
Per la serie Passeggiando tra le favole... sono disponibili: I lupi di Central Park (rivisitazione fantasy della favola Cappuccetto Rosso); Hans, Greta e la strega di marzapane (rivisitazione horror della favola Hänsel e Gretel). Adele Ross manda avanti anche la serie Tutta colpa di ...: Tutta colpa di Natale , Tutta colpa dei Caraibi , Tutta colpa di San Valentino , Tutta colpa del matrimonio . Altri libri (in e-book): Oh, my ghost! Ho ereditato un fantasma; Aiuto, Babbo Natale mi ha rapito; Finché Pamlico Sound non ci separi; Il cuore fragile di una strega. 
 
 Ha pubblicato in collaborazione con Matsuteia: Volevo guidare l’Enterprise ma Kirk è arrivato prima; Raccolta quasi seria di curiosità amenità; Varie ed eventuali sull’universo di Star Trek. Pagina Amazon di Adele Ross: https://www.amazon.it/Adele-Ross/e/B01MCWOO

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Nazzareno e la disciplina della terra

Rionero in V. - “ Bisogna toccare la terra - scriveva Tolstoj - solo con il lavoro agricolo può aversi una vita razionale, morale. L’agricoltura indica cos’è più e cos'è meno necessario. Essa guida razionalmente la vita. ”    Sovviene questo verso nel ricordare quanto lavoro ha fatto e continua a fare Nazzareno, fra le persone più colte che si possano incontrare. E’ un tenace e rigoroso contadino, che conosce le stagioni e il perché di ogni frutto che spunta dalla terra. Quante volte gli abbiamo chiesto di raccontarlo davanti ad una telecamera, per lasciare un segno tangibile, ma per umiltà e discrezione non ha mai voluto farlo. E’ portatore di una cultura che sa raccontare con un linguaggio forbito, pressoché inusuale per quella generazione. Un sapere che viene da lontano, da ragazzo, e che non conosce confini perché sa rispettare la natura e i suoi cambiamenti. Proprio come si fa con gli uomini. Nazzareno sa cogliere con mitezza ogni percezione che la terra sa emanar

📰 Segnalazioni in Primo Piano: “Il ritratto dell’anima” di Carmen Piccirillo di Michele Libutti

  “...a volte l’amore non finisce...ma le anime sanno, ancor prima delle menti, quando è il momento di riavvicinarsi...; ...alcune imprevedibilità non sono casuali. A volte può esserci lo zampino di Dio...che mette in atto una serie di eventi...” Queste sono solo alcune delle tante esternazioni che la nostra Carmen ci prospetta con una semplicità...”dell’anima”. E non potendo citarle tutte, ricorderemo il dialogo tra il tassista e la signora russa, di cui accenneremo ancora e da cui emerge che il primo rifiuta inspiegabilmente il compenso dalla seconda che ha accompagnato nel suo giro...Anche nella storia di Gionatan, il nonno Fausto e la signora Giada si nota una insolita indisponibilità ad accettare denaro per un lavoro che Fausto consegna alla signora Giada. Ma c’è anche “Dall’altra parte del recinto”, “Gli alieni sulla terra”, L’artista Fabio”. I temi sono tanti e finiscono e si riassumono tutti in una osservazione di Carmen, fatta durante una conversaz

📕 Autori: La paura e la speranza di Carmen Piccirillo

La paura e la speranza. Mi fa paura la cattiveria   quella gratuita   quella che   ferisce la delicatezza   che lede l'interiorità   Mi fanno paura le parole   di chi non le ascolta   di chi non si ascolta   Mi fa paura l'insensibilità   quella di chi pensa   che gli altri non abbiano un'anima   Mi fa paura il giudizio affrettato   di chi punta un dito  e non analizza se stesso   Ma riprendo il coraggio   quando guardo il cielo   con il suo colore   per andare oltre   per guardare altrove   oltre uno schema   oltre un problema   Perché confronto   il limite con l'infinito   L'infinito mi salva!   Carmen Piccirillo