Passa ai contenuti principali

Appartamenti in Primo Piano: Accademia Ducale, campagna di crowdfunding “Arte che unisce

L’ Accademia Ducale centro studi musicali promuove il progetto “Arte che unisce”, una campagna di crowdfunding finalizzata alla realizzazione di un Festival per la diffusione ogni tipo di espressione artistica tramite il web. Il progetto è rivolto sia a musicisti, provenienti da diversi contesti di istruzione musicale (compositori, esecutori, cantautori) sia ad artisti nel campo delle arti figurative (pittori, scultori) e performative (attori, ballerini, artisti circensi). Lo scopo dell’iniziativa è quello di fare leva sulla capacità rigenerativa della cultura dimostrando che essa come materia viva si adatta costantemente al tempo e allo spazio ad essa riservato. Il progetto prevede tre fasi:

1. Campagna di diffusione del Crowdfunding Il progetto è presente sulla piattaforma GoFundMe e viene diffuso attraverso i canali social, quali Facebook, Instagram, YouTube, Whatsapp etc. Tutti coloro che parteciperanno a quest’iniziativa saranno liberi di diffonderlo e di proporre idee per lanciarlo in ogni tipo di ambiente virtuale. L’Accademia Ducale si propone di trovare sponsor e anche semplici sostenitori. 

2. Evento conclusivo della campagna di crowdfunding Al termine della campagna di crowdfunding sarà realizzato un evento conclusivo in cui saranno ringraziati tutti i partecipanti, i quali potranno intervenire nel corso dell’evento con esibizioni artistiche o altro tipo di attività. 

3. Festival Durante il Festival saranno realizzati i progetti proposti dagli artisti che avranno contribuito alla campagna di crowdfunding che finanzierà le varie performance dei partecipanti. Per la parte musicale saranno eseguiti brani in prima assoluta, composti per l’occasione, e brani della tradizione classica. Per la realizzazione del Festival saranno realizzati due bandi: un concorso di composizione di musica contemporanea e un concorso di idee, le migliori delle quali saranno selezionate da un’apposita giuria e realizzate nell’ambito del festival stesso. I concerti saranno trasmessi sulla WebTV dell’Accademia Ducale e realizzati in Basilicata, presso il Palazzo Ducale di Pietragalla, sede dell’Accademia. Per quanti non potessero raggiungere la sede dell’Accademia ci sarà la possibilità di realizzare il concerto presso la propria sede che sarà trasmesso sulla WebTV. La presenza del pubblico sarà condizionata dalle vigenti normative anticovid. La WebTV trasmetterà, inoltre, i video di performance arrivate da ogni parte del Paese, selezionate dal concorso di idee e finanziate dalle attività crowdfunding. 

Partner del progetto. SIMC (Società Italiana di musica contemporanea), CIDIM (Comitato Nazionale Musica), AIAM (Associazione Italiana Attività Musicali), BCC Oppido e Ripacandida, Connections, Accademia ACAL Leiva's (Austria), Asociación Pietragallesa “San Teodosio" (Buenos Aires), Lima Triumphante (Perù), Associazione dei Lucani in Perù (Perù). 

Accademia Ducale centro studi musicali Piazza Mons. Donato Pafundi, 10 - Palazzo Ducale - 85016 Pietragalla (PZ) C.F. 96085950762 –www.ducaleacademy.it 
– acc.ducale@gmail.com - tel. 3471856713

Commenti

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Essere figli

E’ la nostra identità dacché nasciamo, l’essere figli sempre; è lo status con il quale veniamo al mondo e che ci rimane addosso per identità, per nome e per cognome, per destino e pertanto immutabile, per sempre. L’essere figli nonostante il percorso di una vita ci conduca in altri stati fisici ed interiori, in geografie estetiche ulteriori, in situazioni e sentimenti tinti d’altrove.

📰 Segnalazioni in Primo Piano: "Il Ritratto dell'Anima" di Carmen Piccirillo edito da Photo Travel Edition di Rionero

Il libro ‘’Il Ritratto dell’Anima’’, pubblicazione d’esordio dalla giovane e valente scrittrice rionerese Carmen Piccirillo, sta ottenendo negli ultimi tempi grande successo e ampia visibilità anche su scala nazionale. L’interessante libro redatto con grande competenza e professionalità dalla 29enne scrittrice di Rionero che alterna la passione per la scrittura a quella per il giornalismo, come ricordiamo, fu presentato con successo nel febbraio dello scorso anno 2020 presso la sala convegni della Biblioteca Comunale di Rionero sita nel suggestivo Palazzo Fortunato alla presenza di una folta ed attenta platea e con tante personalità di spicco dell’ambito della cultura locale. Un libro molto interessante che racchiude al suo interno 24 racconti monoepisodici che sottolineano svariati aspetti immaginativi e realistici come la fantasia, l’importanza di sognare e di perseguire un obiettivo oltre a mettere in risalto alcuni aspetti importanti della personalità dell’autrice come sensibilità,

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il ferro battuto di Pietro Lettieri

Arte e cultura: da Rapone a Londra e Dubai    Rapone. L’idea nasce da Marianna Pinto, una giovane manager di Rapone, da alcuni anni attiva con una grande azienda a Londra. Gira molto per l’Europa e non soltanto, dopo gli studi svolti a Bologna. E’ dunque intenzionata ad esportare il made in Italy, in particolare “una antica arte m a allo stesso tempo nuova che in Italia sta scomparendo: sculture e quadri ed elementi di interior design in ferro battuto.” Il fulcro della galleria e un artigiano/artista di Rapone, Pietro Lettieri in arte Pie.