Passa ai contenuti principali

In Primo Piano con Giovanni Marino

 
 
IN PRIMO PIANO 22. 
 
Puntata. GIOVANNI MARINO, fotoreporter ed editore. Lucano, nasce a Rionero in Vulture (PZ) nel 1978. Dal 2005 intraprende gli studi e la carriera come fotografo professionista frequentando la scuola di fotografia “John Kaverdash” di Milano e numerosi workshop. Dal 2005 al 2009 è corrispondente come giornalista e fotografo per il 'Quotidiano della Basilicata' e per 'La Nuova del Sud'. Dal 2006 è fotografo professionista e videomaker specializzato in news, eventi sportivi, corporate, reportage e viaggi. Fonda lo studio fotografico 'Photo Travel'. Collabora con le maggiori riviste e editori italiani quali 'L’Espresso', 'Panorama', 'Qui Touring', 'Clementi Editore', 'Cairo Editore', 'Mondadori', 'Mondo Basilicata' e 'Basilicata Regione Notizie'. È stringer per l’Agenzia 'Getty Images' e contributor per 'Afp', 'Lapresse', 'Controluce' e 'Invision Images'. Nel 2012 è direttore della fotografia per lo spot video sulla località di Monticchio Laghi (PZ) “Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata”, vincitore del Concorso “Comunicare il Paesaggio” e finalista al 'Lucania Film Festival 2013'. Nel 2014 vince il premio per la Fotografia Sportiva al 'Gran Galà dello Sport' di Melfi. È docente per il Laboratorio di Fotografia presso le case alloggio di salute mentale della Cooperativa Sociale 'Auxilium'. Nel 2015 realizza il documentario “Sulle tracce di Don Giustino ” sulla figura di Giustino Fortunato. Nel 2016 è direttore della fotografia nel videoclip musicale del cantante Vitus Vito Viglioglia “Canzone per mia figlia”. Nel 2018 realizza il documentario "Rionero, settembre 1943. Cronaca di una tragedia ". Nel 2018 fonda la Casa Editrice 'Photo Travel Editions'. Nel 2019 apre il Bookstore online dedicato agli autori lucani. È autore ed editore del libro “Rionero, settembre 1943. Una strage, nessun colpevole” e degli E-Book “Lucania Mistica” e “Venerdì Santo a Barile”. Collabora con Registi, Compagnie Teatrali e Scuole di Danza come fotografo di scena. Iscritto all’Ordine dei Giornalisti – Elenco Pubblicisti. È accreditato in Parlamento e Vaticano ed è stato accreditato a numerosi eventi d’attualità e sportivi come Campionato di Calcio di Serie A, FINA World Championships Roma 2009, AIBA World Boxing Championships Milano 2009, Internazionali di Tennis, Rugby 6 Nations . Le sue immagini sono state pubblicate in Italia e all’estero sui maggiori quotidiani e riviste. Iscritto alla FNSI, Reporter Senza Frontiere, Lega Calcio Serie A . È Canon Professional Service Member.

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Nazzareno e la disciplina della terra

Rionero in V. - “ Bisogna toccare la terra - scriveva Tolstoj - solo con il lavoro agricolo può aversi una vita razionale, morale. L’agricoltura indica cos’è più e cos'è meno necessario. Essa guida razionalmente la vita. ”    Sovviene questo verso nel ricordare quanto lavoro ha fatto e continua a fare Nazzareno, fra le persone più colte che si possano incontrare. E’ un tenace e rigoroso contadino, che conosce le stagioni e il perché di ogni frutto che spunta dalla terra. Quante volte gli abbiamo chiesto di raccontarlo davanti ad una telecamera, per lasciare un segno tangibile, ma per umiltà e discrezione non ha mai voluto farlo. E’ portatore di una cultura che sa raccontare con un linguaggio forbito, pressoché inusuale per quella generazione. Un sapere che viene da lontano, da ragazzo, e che non conosce confini perché sa rispettare la natura e i suoi cambiamenti. Proprio come si fa con gli uomini. Nazzareno sa cogliere con mitezza ogni percezione che la terra sa emanar

📰 Segnalazioni in Primo Piano: “Il ritratto dell’anima” di Carmen Piccirillo di Michele Libutti

  “...a volte l’amore non finisce...ma le anime sanno, ancor prima delle menti, quando è il momento di riavvicinarsi...; ...alcune imprevedibilità non sono casuali. A volte può esserci lo zampino di Dio...che mette in atto una serie di eventi...” Queste sono solo alcune delle tante esternazioni che la nostra Carmen ci prospetta con una semplicità...”dell’anima”. E non potendo citarle tutte, ricorderemo il dialogo tra il tassista e la signora russa, di cui accenneremo ancora e da cui emerge che il primo rifiuta inspiegabilmente il compenso dalla seconda che ha accompagnato nel suo giro...Anche nella storia di Gionatan, il nonno Fausto e la signora Giada si nota una insolita indisponibilità ad accettare denaro per un lavoro che Fausto consegna alla signora Giada. Ma c’è anche “Dall’altra parte del recinto”, “Gli alieni sulla terra”, L’artista Fabio”. I temi sono tanti e finiscono e si riassumono tutti in una osservazione di Carmen, fatta durante una conversaz

📕 Autori: La paura e la speranza di Carmen Piccirillo

La paura e la speranza. Mi fa paura la cattiveria   quella gratuita   quella che   ferisce la delicatezza   che lede l'interiorità   Mi fanno paura le parole   di chi non le ascolta   di chi non si ascolta   Mi fa paura l'insensibilità   quella di chi pensa   che gli altri non abbiano un'anima   Mi fa paura il giudizio affrettato   di chi punta un dito  e non analizza se stesso   Ma riprendo il coraggio   quando guardo il cielo   con il suo colore   per andare oltre   per guardare altrove   oltre uno schema   oltre un problema   Perché confronto   il limite con l'infinito   L'infinito mi salva!   Carmen Piccirillo