Passa ai contenuti principali

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il Metodo Psycofilm per pazienti oncologici

Dialogo con Paola Dei, psicologa e critica di cinema 
 
Lo studio è stato pubblicato di recente anche dalla Università di Vienna, di Berlino e di Friburgo che hanno suffragato la pubblicazione sul Phenomena Journal. Si tratta di un lavoro analizzato attraverso il Cinema, e validato con test e strumenti scientifici. L’esperienza, realizzata presso l’Ospedale Campostaggia in Toscana, è risultata molto arricchente, ed ha evidenziato l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico, con la contestuale diminuzione dello stress, oltre ad un miglioramento delle relazioni familiari. Pioniere per la metodologia innovativa è il Metodo Psycofilm : il lavoro si pone di fondamentale rilievo, attraverso il cinema unito alla ricerca scientifica. Il progetto potrebbe essere realizzato anche nelle strutture della nostra regione. Ne parliamo con la dottoressa Paola Dei, psicologa senese, autrice di recensioni su cinema ed arte, con cui collaboriamo nelle Giurie di Festival nazionali come Sorriso Diverso e Montecatini Film Festival . 
 
Come nasce e come si muove tale impostazione scientifica con il Cinema che fa da supporto alle cure? 
 
Il Cinema è il compendio delle arti e quindi espressione di vissuti che si esprimono attraverso la bellezza delle arti, capace di condurci all’interno della nostra psiche. Pertanto, contestualizzando una meravigliosa teoria di personalità, lo studio è riuscito a dimostrare come un percorso puntuale e coraggioso nel quale abbiamo creduto fin dall’inizio e monitorato in ogni momento, sia riuscito, a diminuire nel paziente affetto da patologie oncologiche, sintomi correlati allo stress del 50 / 60 percento, e migliorare le relazioni inter e intra-familiari. Questo si è verificato anche nei parenti stretti.
 
Una esperienza che è vista di buon occhio negli ambienti scientifici? 
 
Ogni innovazione è come un film o una opera artistica. Ad alcuni piace ad altri meno. Questo è uno studio innovativo che per noi rimane molto importante. I semi piantati hanno poi dato i loro frutti in tutto il mondo, come dimostrano le molte università ​ che, dopo averla valutata, hanno deciso di pubblicarla su Riviste Scientifiche Internazionali. 
 
Un certo tipo di cinema aiuta dunque a migliorare lo stato interiore del paziente. Quali film averte preso in considerazione? 
 
Il cinema, un certo tipo di cinema scelto con cura, procura sempre uno stato di benessere, ma ai fini del lavoro psicologico va supportato da uno specifico metodo. Nel Metodo Psycofilm i film vanno scelti con molta attenzione di caso in caso e di situazione in situazione, in quanto si vanno a toccare interiorità fragili. Il percorso che ci siamo prefissati ha colto tutti gli stati d’animo che una persona si trova ad affrontare quando vive situazioni come descritte. Il compito dei registi e delle loro opere è stato quello di rendere il viaggio nell’interiorità più leggero. Questa esperienza ha prodotto frutti inaspettati anche da un punto di vista relazionale, rafforzando legami e permettendo di costruirne di nuovi; fornendo quindi chiavi di lettura diverse della propria vita. Abbiamo attraversato momenti molto commoventi ma anche deliziosi sorrisi e tenerezze. Una delle partecipanti (che purtroppo non è più con noi) testimoniava di come sia riuscita a trasformare i vissuti ansiosi in stupore e meraviglia. 
 
Un film che ha particolarmente colpito gli spettatori del progetto? 
 
“ Love is all you need ” con Pierce Brosnan e Trine Dirholm, diretto da Susanne Bier, ossia “ L’amore è tutto ciò di cui hai bisogno ”.

Commenti

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il ferro battuto di Pietro Lettieri

Arte e cultura: da Rapone a Londra e Dubai    Rapone. L’idea nasce da Marianna Pinto, una giovane manager di Rapone, da alcuni anni attiva con una grande azienda a Londra. Gira molto per l’Europa e non soltanto, dopo gli studi svolti a Bologna. E’ dunque intenzionata ad esportare il made in Italy, in particolare “una antica arte m a allo stesso tempo nuova che in Italia sta scomparendo: sculture e quadri ed elementi di interior design in ferro battuto.” Il fulcro della galleria e un artigiano/artista di Rapone, Pietro Lettieri in arte Pie.

📰 Segnalazioni in Primo Piano: LA DOTT.SSA STEFANIA LAMANNA: PEDIATRA E SCRITTRICE

La dottoressa Stefania Lamanna rappresenta da tantissimi anni un punto di riferimento importante nel mondo della Pediatria dell’intera zona del Nord Basilicata. Svolge la sua professione con competenza e professionalità dal 1993, assistendo all’evoluzione generazionale di tutti i bambini e delle mamme mettendo a confronto l’epoca precedente e questa, denotando tante differenze sorprendenti, riferisce infatti di aver notato, nella società attuale, una prevalenza di digitalizzazione (soprattutto sotto l’aspetto dei social) piuttosto che aggregazioni interpersonali più partecipate e più vive. Con tutta se stessa si è sempre prodigata in prima persona per curare i bambini in maniera dettagliata, attenta, e soprattutto per ‘’educare’’ le mamme per quanto riguarda l’approccio psicologico, di educazione ed abitudine dei lori figli. La dott.ssa Lamanna sottolinea l’importanza di seguire oculatamente i bambini da 0 a 16 anni circa, affermando che secondo il suo parere professionale ogni

📰 Segnalazioni in Primo Piano: Intervista al musicista rionerese EDOARDO CARDONE

Edoardo Cardone, musicista 29enne di Rionero in Vulture, ha un vasto excursus artistico-musicale: A 12 anni inizia a studiare chitarra classica con il maestro Dino Rigillo; successivamente abbandona gli studi classici e si dedica allo studio della chitarra elettrica da autodidatta; nel 2010 studia armonia, ear-training e solfeggio con la maestra Lisa Preziuso; nel 2012 inizia il percorso di studi presso il Modern Music Insitute dove studia chitarra moderna ad indirizzo Rock/Fusion con il maestro Mirco Di Mitrio ed il presidente Alex Stornello approfondendo lo studio della chitarra elettrica, armonia avanzata a 360° e contemporaneamente studia HD recording con Andrea Pellegrini e Davide Rossi; nel 2018 si diploma al Modern Music Institute con il massimo dei voti; diventa insegnante abilitato MMI INTERNATIONAL e i suoi corsi di chitarra si svolgono presso la scuola di musica Rockin’Rio a Rionero in Vulture che è l’unico centro abilitato MMI in Basilicata e  la formazione è aperta a tutt