Passa ai contenuti principali

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Notturno di Gianfranco Rosi agli Oscar 2021

 
In questo terribile momento di pandemia che affligge l'umanità da quasi un anno, non sembri retorico parlare di sofferenza mediante un film che della sofferenza (degli invisibili) ne ha fatto la sua cifra emotiva. Parliamo del film NOTTURNO di Gianfranco Rosi, presentato all'ultima Mostra di Venezia, che rappresenta l'Italia ai Premi Oscar 2021 (Film straniero e Documentari). Il film, premiato col premio collatetale Sorriso diverso, è prodotto da RaiCinema e Art France Cinema. Si tratta di un documentario girato sui confini fra Siria, Iraq, Kurdistan, Libano, luoghi di dolore messi a ferro e fuoco dalla guerra dell' Isis. Rosi lo ha ripreso in tre anni, fra macerie umane e sprazzi di speranze. Il merito di Notturno è proprio quello di evidenziare, mediante un linguaggio asciutto e senza orpelli, la povertà di chi devasta e di contro la ricchezza di chi resiste nonostante tutto, vivido nei luminosi occhi dei bambini. La regia cosi ben calibrata mette proprio a fuoco quel contrasto fra buio e luci della vita quotidiana, mediante una fredda fotografia che non da scampo a illusioni di sorta. Gli abitanti di quella martoriata regione mediorientale vivono da anni nel silenzio dell'attenzione che invece meriterebbero da parte della opinione pubblica, che forse segue distrattamente quegli eventi che si consumano sulla pelle di persone innocenti, a partire dai bambini. Solo per ricapitolare: una guerra per la riconquista di Mosul e Raqqa, strappate all’ISIS nell'estate-autunno 2017, l’offensiva turca contro il Rojava curdo-siriano nell'autunno 2019 e l'assassinio del generale iraniano Soleimani per mano statunitense a Baghdad nel gennaio 2020. Una guerra subdola su un territorio appetibile per questioni estrattive da parte di potenze economiche. Il film di Rosi entra (e spesso indugia) nei gesti quotidiani dei superstiti che resistono e sopravvivono nei bui gironi danteschi. Il merito del coraggioso documentario sta proprio nel dare l'idea di una sofferenza incommensurabile, che il montaggio (di Iacopo Quadri) ha voluto mostrare, prolungando oltremodo una marcia di soldati o un lamento funebre di madri che piangono i figli uccisi nelle carceri. E le ragazze curde che sono in trincea pronte a sparare, incuranti della propria bellezza. E i bambini che raccontano coi disegni violenze inaudite. Rosi utilizza linguaggi semplici senza voler realizzare un reportage su quella interminabile tragedia. Non condanna né assolve: come nei suoi precedenti film, documenta con lampi di emotività, i luoghi non comuni della pietas, come a Lampedusa, o la vita ai margini del Grande raccordo anulare della Capitale: sono sempre vite nascoste agli occhi dell'opulenza. Sono quegli Altri a fornirci uno specchio con cui scrutare noi stessi. Ha coraggio il Cinema italiano a candidare un film coraggioso come Notturno. E che conferisce ulteriore dignità al genere documentario. Un grazie speciale va a Gianfranco Rosi, anche per aver dedicato la candidatura del suo.film alla recente scomparsa della giovane regista Valentina Pedicini.

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: "Il Ritratto dell'Anima" di Carmen Piccirillo edito da Photo Travel Edition di Rionero

Il libro ‘’Il Ritratto dell’Anima’’, pubblicazione d’esordio dalla giovane e valente scrittrice rionerese Carmen Piccirillo, sta ottenendo negli ultimi tempi grande successo e ampia visibilità anche su scala nazionale. L’interessante libro redatto con grande competenza e professionalità dalla 29enne scrittrice di Rionero che alterna la passione per la scrittura a quella per il giornalismo, come ricordiamo, fu presentato con successo nel febbraio dello scorso anno 2020 presso la sala convegni della Biblioteca Comunale di Rionero sita nel suggestivo Palazzo Fortunato alla presenza di una folta ed attenta platea e con tante personalità di spicco dell’ambito della cultura locale. Un libro molto interessante che racchiude al suo interno 24 racconti monoepisodici che sottolineano svariati aspetti immaginativi e realistici come la fantasia, l’importanza di sognare e di perseguire un obiettivo oltre a mettere in risalto alcuni aspetti importanti della personalità dell’autrice come sensibilità,

📰 Riflessioni di Carmen Piccirillo: IL TEMPO LIBERO DEI RAGAZZI: USARLO NEL MIGLIOR MODO E’ POSSIBILE...

Uno dei problemi principali delle nuove generazioni è la gestione del tempo libero: spesso, il tempo in cui i giovani non sono impiegati nelle svariate attività scolastiche o di studio individuale, è utilizzato in maniera disfunzionale. Un esempio è la modalità relativa al costante attaccamento ai dispositivi elettronici: lo smartphone, il computer, con i quali si cade ciclicamente in uno spasmodico uso dei social network, che, senza dubbio, sono un buon mezzo di interattività, di incontro, di crescita tra persone -soprattutto in un momento così delicato per il mondo intero a causa delle pandemia da covid-19 e delle restrizioni conseguenti, che hanno provocato una mancata possibilità di aggregazioni sociali partecipate- ma se utilizzati in maniera scorretta ed eccessiva, divengono una vera e propria dipendenza patologica che crea non pochi disagi psicofisici, per non parlare delle alterazioni anatomiche come i problemi alla vista che sono in costante aumento. Diminuiscono prog

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Iran, somiglianza delle festività e dei costumi italiani

Il regista e scrittore Mohammad Ghane Fard, componente della Associazione produttori documentali dell’Iran, ci ha scritto il messaggio che segue, per augurare Buona Pasqua in segno di fratellanza fra popoli di cultura diversa.    La somiglianza delle festività e dei costumi italiani con le ricorrenze religiose e antiche degli iraniani è molto interessante. Oggi era l'ultimo giorno delle vacanze di Capodanno in Iran, noto come Giornata della Natura. La gente va in montagna, pianura e foresta e prega Dio. Si chiede di liberare dai mali e du soddisfare i loro desideri. Il cibo che mangiano in questo giorno è la zuppa di verdure. Pochi giorni fa, 5 giorni fa, era il compleanno di Mahdi, che gli Sciiti credono sia il compleanno del Salvatore per il suo ritorno con Cristo... Questi giorni fortunati sono di buon auspicio per la salvezza dell'umanità.