Passa ai contenuti principali

Contro Video. proteste in Armenia

Armenia 22 Dicembre 2020 I partecipanti alla protesta di Yerevan bloccano gli edifici governativi, si scontrano con la polizia. Centinaia di manifestanti hanno bloccato gli edifici del governo e l'ufficio del procuratore generale a Yerevan. La manifestazione organizzata da diciassette partiti di opposizione in Armenia coinvolge migliaia di persone che chiedono le dimissioni del primo ministro Nikol Pashinyan. I manifestanti gridano: "Armenia senza Nikol!" E "Nikol deve andarsene!" Secondo quanto riportato dai media locali, la situazione in Piazza della Repubblica è tesa. La polizia lavora in modo potenziato, ma i manifestanti sono riusciti a bloccare l'edificio che ospita il Ministero degli affari esteri del paese e altre strutture governative. Il primo ministro armeno Pashinyan è criticato per il fallimento della guerra in Karabakh. Il 10 novembre, l'Azerbaigian e l'Armenia hanno firmato un accordo mediato dalla Russia per fermare le ostilità nel Nagorno-Karabakh. Gli armeni vedono questo documento come la loro resa e sconfitta.

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Servizi Fotografici: Pro-Loco Ruvo del Monte. Presentazione del libro "L'Angolo di Armando" (13 Novembre 2021)

 

📷 Servizi Fotografici: Rionero. Inaugurazione Centro Fitness RF TRAINING (2 Ottobre 2021)

 

📰 Appuntamenti in primo Piano: 4^ Edizione DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore - Città di Eboli. Presentazione del libro “Il Monolite” di Paolo Itri

Eboli . Il 13 novembre, alle ore 18:00, presso Bistrot Patù, ci sarà la presentazione del libro “Il Monolite – Storie di camorra di un giudice Antimafia”, edito dalla casa editrice Piemme, nell'ambito della Rassegna Letteraria DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore. L'autore Poalo Itri, di origine Cilentane, nel suo libro ci racconta, attraverso le sue esperienze lavorative da magistrato, di quanto la Camorra può essere pericolosa. Il Palazzo di Giustizia napoletano è il più grande d'Italia, e probabilmente del mondo. Dopo anni trascorsi tra le sue mura, per il giudice Paolo Itri l'impressione è ancora quella di trovarsi di fronte al «monolite» di 2001. Odissea nello spazio. Un caos labirintico in cui ogni giorno si scrivono nuove pagine della tragedia e della commedia umana, un avamposto da cui Itri, con gli altri magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, ha condotto per lungo tempo la tormentata battaglia dello Stato contro la camorra